Calcio: Ventura, resto solo se tutti i tifosi sono d’accordo

(ANSA) – ROMA, 15 MAR – “Dobbiamo stare uniti fino al 15 maggio; poi rimarrò solo se tutto il popolo granata sarà d’accordo”. Così Giampiero Ventura, che oggi, alla fine dell’allenamento a porte aperte del Torino, si è intrattenuto con un gruppo di tifosi. “Non siamo dei brocchi – ha spiegato il tecnico – Daremo il massimo fino alla fine, poi valuteremo se ci sarà da cambiare qualche giocatore o l’allenatore”. Ventura, poi, ha lanciato un messaggio alla società: “Per andare stabilmente in Europa, bisogna tenere lo zoccolo duro e non cedere gente come Vives o Moretti, che aiutano i giovani. Benassi, ad esempio, è cresciuto tantissimo e magari andrà in Nazionale; Belotti sono certo che ci andrà. Il derby? Ce la metteremo tutta, ma con questo stato d’animo sarà difficile. I tifosi contestino me, ma stiano vicini alla squadra”. Durante l’allenamento si erano registrati qualche fischio e urla di dissenso, ma non una vera contestazione da parte dei 500 tifosi presenti. Una cui delegazione ha anche incontrato il ds Gianluca Petrachi.

Condividi: