Mattarella, l’Ue dovrebbe visitare i campi profughi in Etiopia

Pubblicato il 16 marzo 2016 da redazione

Mattarella nel campo profughi in Etiopia: “L'Europa guardi queste immagini”

Mattarella nel campo profughi in Etiopia: “L’Europa guardi queste immagini”

TEIRKIDI (ETIOPIA). – Basterebbe visitare un campo profughi in Etiopia, “vedere le immagini di oggi”. Sergio Mattarella ha ancora negli occhi l’umanità dolente ammassata in un campo profughi etiope al confine con il Sudan quando, al suo rientro nella capitale, gli chiedono con quale spirito le leadership europee dovrebbero affrontare il delicatissimo Consiglio europeo che si apre a Bruxelles quasi interamente dedicato all’emergenza immigrazione.

Il presidente ha infatti visto di persona centinaia di persone in cammino – qualcuno con taniche d’acqua, altri con pacchetti di cibo o rami portati in testa – lungo una sottile striscia di terra arida, mentre decine di bambini, ai lati della strada, salutano il corteo di auto che al suo passaggio alzavano nuvole di polvere.

Il capo dello Stato ha visitato il campo profughi di Teirkidi, uno dei più grandi di tutta l’Africa, che l’Etiopia ospita a pochi chilometri dal confine con il Sud Sudan e che Sergio Mattarella nel corso della sua visita di Stato nel paese sub-sahariano ha voluto fortemente visitare.

E’ uno dei campi dove è più attiva la cooperazione italiana, impegnata nella realizzazione di un sistema di pompaggio dell’acqua ed in progetti di istruzione. Ed è uno dei campi – come spiega il presidente Mattarella – dove “si può cogliere con mano cosa ha spinto tante persone, donne e bambini, a fuggire dalla propria terra”.

Un messaggio per tutti. Soprattutto alla vigilia del vertice Ue che deve cercare di ritrovare l’unità per fronteggiare in maniera solidale l’ondata immigratoria che si sta abbattendo sull’Europa. Teirkidi ospita oltre 50mila rifugiati (l’area di Gambela, dove si trova, supera i 100mila mentre l’intera Etiopia accoglie oltre 800mila profughi): sono quasi esclusivamente sud sudanesi scappati dalla guerra che sta devastando da oltre sei anni il giovane paese subsahariano. Alle loro spalle hanno lasciato il terrore: morti, stupri di massa, violenze di ogni genere fino ad episodi sconvolgenti come alcune uccisioni di bambini bruciati vivi.

Il presidente italiano visita una delle centrali di pompaggio realizzate grazie alla Agenzia per la Cooperazione Italiana allo Sviluppo e, poi, si ferma in una scuola gestita dall’Alto Commissariato dell’Onu per i Rifugiati e da Save The Children: ad accoglierlo decine di bambini con canti e balli tradizionali.

“Attraversare il campo – sottolinea Mattarella, il primo presidente italiano a visitare un campo profughi – rafforza alcuni sentimenti. Il primo è il senso di solidarietà nei confronti di chi si trova qui perché è dovuto fuggire dalla violenze e dal pericolo grave di morte. Il secondo è la conferma del grande apprezzamento per quanto l’Etiopia sta facendo, in un momento di grande difficoltà” per la siccità causata dal Niño.

Il capo dello Stato ha negli occhi le immagini dei bambini. “Mentre attraversavamo il campo, vederli che salutavano con allegria o vedere che ora cantano e danzano fa rendere conto di quanto sia forte il desiderio di vita e di futuro qui dentro”. Mattarella ringrazia “tutti coloro che si adoperano come cooperanti a sostegno dei poveri” ma rassicura anche che “l’Italia continuerà a dare il proprio sostegno”. Anzi, il presidente annuncia “ulteriori somme a favore di questo campo: esattamente 630mila euro attraverso l’Unicef e l’Unhcr”.

“Naturalmente – aggiunge – non è sufficiente, occorrerebbe molto di più ma l’Italia continuerà ad esprimere il suo sostegno”.

Mattarella, che adesso raggiungerà il Cameroun per una visita di stato di quattro giorni, nei suoi incontri con le massime autorità della repubblica etiopica e dell’Unione Africana, la cui sede è ospitata ad Addis Abeba, ha sottolineato la necessità, soprattutto per l’Occidente, di adottare un approccio multilaterale per l’emergenza immigrazione e, indirettamente, per quella del terrorismo: si deve intervenire laddove “i fenomeni migratori hanno inizio” perché “nessuno lascerebbe la propria terra se vi potesse vivere in pace”.

(dell’inviato Teodoro Fulgione/ANSA)

Ultima ora

02:16Football Americano: Atlanta Falcons qualificati a Super Bowl

(ANSA) - ROMA, 23 GEN - Sono gli Atlanta Falcons la prima squadra qualificata al Super Bowl, la finalissima del campionato Nfl del football americano, che si giocherà domenica 5 febbraio (in Italia sarà l'alba di lunedì 6) a Houston. I Falcons hanno conquistato l'accesso alla sfida per il titolo battendo i Green Bay Packers per 44-21 nel match giocato al Georgia Dome. A Houston affronteranno la vincente dell'altra semifinale dei playoff, New England Patriots-Pittsburgh Steelers, che si giocherà in nottata. Atlanta torna a giocare un Super Bowl a 18 anni dall'ultima apparizione.

01:05Calcio: tutto facile per il Barcellona, poker gol ad Eibar

(ANSA) - BARCELLONA, 22 GEN - Tutto facile per il Barcellona, che vince 4-0 sul campo dell'Eibar nel posticipo della 19/a giornata della Liga. I campioni di Spagna al 10' pt perdono Busquets per infortunio: il bollettino medico diffuso dal club catalano riporta "una distorsione al legamento collaterale laterale della caviglia destra", ma per la prognosi bisognerà attendere domani con gli accertamenti del caso. A sbloccare il risultato è proprio il sostituto di Busquets, Denis Suarez, al 31'. Nella ripresa, al 5', raddoppio di Lionel Messi, mentre lo 0-3 lo firma Luis Suarez al 23'. Quarta rete di Neymar al 91', ed è poker. Così in classifica il Barcellona si porta a quota 41, a -1 dal Siviglia secondo e a due lunghezze dal Real Madrid capolista (che però deve ancora recuperare una partita). L'Eibar rimane decimo con 26 punti.

00:57Calcio: Spalletti,Juve fortissima, conti si fanno alla fine

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "Non abbiamo fatto un partita brillantissima, anche perché loro hanno fatto molto intensità in mezzo. Non siamo stati gli stessi delle scorse gare ma non ci siamo fatti prendere dal panico e non abbiamo fatto confusione. Abbiamo attaccato e creato ma non siamo stati cattivi negli ultimi metri, anche un po' per scelta, per evitare contropiedi. La partita comunque l'abbiamo fatta e la vittoria è meritata". Luciano Spalletti commenta così il successo della Roma sul Cagliari. "Nella ripresa abbiamo fatto bene, la difesa non ha concesso niente e siamo stati equilibrati - aggiunge Spalletti -. Abbiamo portato a casa una vittoria importante contro un Cagliari che sta bene. Lo scudetto è una corsa a tre? Il cammino è ancora lungo e bisogna essere bravi a rimanere sul pezzo. La Juve è fortissima ma noi dobbiamo far vedere che siamo attrezzati: i conti si fanno alla fine. La crescita di Fazio?Se ne parla poco ma gioca sempre lui, e qualcosa vorrà dire. In questo momento non possiamo fare a meno di Fazio".

00:55Trump a Netanyahu, ‘pace solo con negoziati diretti’

(ANSA) - NEW YORK, 22 GEN - "La pace fra Israele e i palestinesi può essere solo negoziata direttamente fra le due parti, e gli Stati Uniti lavoreranno con Israele per compiere progressi verso questo obiettivo". Lo ha detto il presidente Donald Trump al premier israeliano Benyamin Netanyahu, secondo quanto riferisce la Casa Bianca in un colloquio telefonico, nel quale Trump ha anche invitato Netanyahu alla Casa Bianca in febbraio. I due si sono detti d'accordo sul continuare a "consultarsi su vari temi, incluse le minacce poste dall'Iran". Trump ha ribadito "l'impegno senza precedenti alla sicurezza di Israele e messo in evidenza come la lotta all'Isis e agli altri gruppi terroristici del radicalismo islamico saranno una priorità della sua amministrazione".

00:43Hockey ghiaccio: 3-2 ad Asiago, Rittner è campione d’Italia

(ANSA) - ASIAGO, 22 GEN - Il Rittner Buam si conferma club campione d'Italia di hockey ghiaccio dopo aver battuto in rimonta la Migross Asiago per 3-2 nella finalissima per il titolo tricolore. Dopo una partenza molto buona dei padroni di casa, c'è stata la rimonta degli ospiti che hanno recuperato un doppio svantaggio tra primo e secondo tempo. Nel terzo periodo il Rittner ha conservato la rete di vantaggio di Alex Frei e così ha vinto il secondo scudetto consecutivo, il terzo in quattro anni. Il Rittner Sport, club che ha sede a Renon, comune di quasi 8.000 abitanti della provincia di Bolzano, e l'Asiago erano arrivate alla sfida per l'83/o scudetto della storia dell'hockey ghiaccio italiano battendo nelle semifinali scudetto rispettivamente il Cortina Hafro (5-2) e il Val Pusteria (3-1).

00:38Basket: serie A, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - Risultati della prima giornata di ritorno del campionato di serie A di basket: Dolomiti Energia Trentino - Enel Brindisi 84-48 The Flexx Pistoia - Vanoli Cremona 64-59 Openjobmetis Varese - Banco di Sardegna Sassari 76-83 Umana Reyer Venezia - Red October Cantù 93-72 Germani Brescia - Consultinvest Pesaro 99-68 EA7 Armani Milano - Betaland Capo d'Orlando 90-74 Grissin Bon Reggio E. - Pasta Reggia Caserta 85-86 Fiat Torino - Sidigas Avellino 84-79 - Classifica: Milano 28; Venezia 24; Avellino 22; Reggio Emilia e Sassari 18; Caserta, Capo d'Orlando, Brescia, Torino e Pistoia 16; Trentino e Brindisi 14; Cantù 12; Pesaro 10; Cremona e Varese 8.

00:22Calcio: Roma-Cagliari 1-0, giallorossi di nuovo a -1 da Juve

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - La Roma ha battuto il Cagliari per 1-0 nel posticipo serale della 21/a giornata. A decidere il match è stata una rete di Dzeko al 10' della ripresa. Per i giallorossi, ora di nuovo a -1 dalla Juventus capolista, è la 13/a vittoria consecutiva all'Olimpico, un record per le partite in casa. Nel finale nel Cagliari, che rimane a 26 punti in classifica, rosso diretto a Joao Pedro, entrato al 21' st, per un brutto fallo su Strootman.

Archivio Ultima ora