Scherma: i campioni del futuro e il sogno dei Giochi in casa

(ANSA) – ROMA, 17 MAR – La scherma sogna le Olimpiadi in casa e, in vista dei Campionati del mondo di aprile, si è tenuta l’iniziativa della Fis “Generazione 2024” per presentare i futuri campioni. “In 5-6 anni si può organizzare un’Olimpiade, ma non si fanno gli atleti – ha detto il presidente della Federazione Giorgio Scarso – Il nostro lavoro si proietta non solo al 2020 o al 2024, ma ancora più avanti”. “Se ci presentiamo il più possibile forti, credibili, autorevoli e vincenti in alcuni sport, sicuramente questo aiuta la candidatura olimpica”, ha sottolineato il presidente del Coni Giovanni Malagò. La coordinatrice del Comitato per Roma 2024 Diana Bianchedi ha ricordato i suoi primi due bronzi da giovanissima nel ’96: “Una grande forza che ha la Fis è quella di puntare e credere nel famoso gran premio giovanissimi, pieno di bambini che si innamorano da subito di questa disciplina. Quando ho preso la divisa, ricordo l’emozione che provai. Ora tiferemo per questi ragazzi e lavoreremo per regalargli l’Olimpiade in casa”.

Condividi: