Fedi e Porta (Pd): “Sulle pensioni il governo dimostri la propria sensibilità

Pubblicato il 18 marzo 2016 da redazione

pensionati

ROMA- “Non passa giorno senza che Tito Boeri, Presidente dell’Inps, parli della necessità di riformare il sistema pensionistico italiano. Suo cavallo di battaglia è la flessibilità dell’età pensionabile che consentirebbe l’uscita anticipata dal mondo del lavoro con l’effetto di assunzioni di giovani e soprattutto con una riduzione degli importi pensionistici”. Partono da qui le riflessioni di Marco Fedi e Fabio Porta, deputati del Pd eletti all’estero, a commento delle ultime dichiarazioni del presidente dell’Inps. 


“Le pensioni italiane, ha più volte detto Boeri, sono ancora troppo alte ed ingiustificate rispetto ai contributi versati (e probabilmente non ha tutti i torti). Ovviamente – precisano Porta e Fedi – Boeri si è guardato (o dimenticato) dall’accennare al quasi milione di pensioni italiane erogate in convenzione internazionale, di cui quasi 500.000 pagate all’estero. E della miseria degli importi della maggior parte di queste ultime pensioni, rispetto alle prestazioni pagate in Italia”. 


“Una media, – calcolano i due deputati – quella degli importi delle pensioni pagate all’estero che si aggira intorno ai 200 euro mensili ma con decine di migliaia di pensioni di importi irrisori e in molti casi pari a poche decine di euro. Una situazione – spiegano – dovuta ad una ridotta anzianità contributiva accreditata in Italia e ad un meccanismo inadeguato di rivalutazione dei contributi versati in tempi remoti. Nonostante ciò abbiamo dovuto apprendere con nostra somma sorpresa e turbamento che il rischio di una futura manovra penalizzante per i pensionati residenti all’estero è reale”. 


“Infatti – spiegano Fedi e Porta – se verrà dato seguito alle raccomandazioni contenute nel ddl delega sulla povertà recentemente approvato dal Consiglio dei ministri, dove si suggerisce di “razionalizzare” (che in gergo politico significa ridurre) le prestazioni assistenziali e previdenziali erogate dall’Inps all’estero, le pensioni già misere verrebbero praticamente azzerate.
In realtà chi conosce la materia della sicurezza sociale in regime internazionale sa che più che di una razionalizzazione ci sarebbe bisogno di una articolata riforma dell’attuale sistema di tutela socio-previdenziale che regola i diritti pensionistici dei nostri emigranti”.


“Una riforma – auspicano – che razionalizzi per davvero la disarticolata congerie di leggi, di norme, di regolamenti, di pronunce giurisprudenziali, di convenzioni bilaterali e multilaterali, che si sono succeduti negli anni nell’ambito del sistema di tutela dei lavoratori migranti. Una riforma che introduca garanzie, giustizia, certezze e soprattutto importi dignitosi e aggiornati al costo della vita nei vari Paesi.

Noi abbiamo cercato di dare un importante contributo alla realizzazione di questa necessaria riforma, con le nostre proposte di legge, le nostre mozioni e le nostre interrogazioni che vorremmo ora organizzare, con il sostegno e l’esperienza del Comitato degli italiani nel mondo della Camera, in un provvedimento quadro da sottoporre alla valutazione del Governo e del Parlamento e verificare se nella riforma generale proposta dal Presidente dell’Inps Tito Boeri possa avere dignità anche una organica revisione delle regole che disciplinano diritti e doveri previdenziali dei lavoratori migranti, considerato che tale riforma rappresenterebbe uno strumento utile di tutela anche per le migliaia di giovani che hanno iniziato ad emigrare di nuovo e che rivendicano diritti, regole certe, amministrazioni efficienti e competenti”.


Secondo Fedi e Porta “la riforma delle norme nazionali ed internazionali dovrebbe riguardare, tra l’altro, il metodo di calcolo delle pensioni, un minimale mensile più equo, una chiara definizione delle prestazioni esportabili, il campo di applicazione oggettivo e soggettivo delle convenzioni (rischi e soggetti assicurati), la regolamentazione e la tutela dei diritti fiscali e sanitari, l’introduzione di forme di solidarietà previdenziali, la sanatoria degli indebiti non dolosi, verifiche reddituali e dell’esistenza in vita agevoli e tempestive, il potenziamento delle strutture dell’Inps e del Ministero del Lavoro per l’estero, la valorizzazione dei patronati. Su queste questioni – concludono – dovremo avere, quando sarà il momento, la determinazione di sfidare il Governo e costringerlo ad assumersi le proprie responsabilità”.

Ultima ora

16:12Gasolio rubato in Libia: c’era ‘cartello’ di contrabbandieri

(ANSA) - CATANIA, 21 OTT - A Darren Debono, 43 anni, ex difensore della nazionale di calcio maltese (56 presenze tra il 1996 e il 2002), arrestato ieri a Lampedusa con l'accusa di fare parte di di un'associazione per delinquere internazionale dedita al riciclaggio di gasolio libico, militari del Gico del nucleo di polizia tributaria di Catania sono arrivati grazie a utenze telefoniche di suoi familiari. Era ricercato nell'inchiesta 'Dirty Oil' della guardia di finanza di Catania. Nei suoi confronti era pendente un'ordinanza del Gip emessa nei confronti di 9 indagati per il furto di gasolio dalla raffineria di Zawyia poi portato illegalmente in Europa. Il maltese era il punto di contatto con il libico Fahmi Mousa Saleem Ben Khalifa, alias "il Malem" (il capo), al vertice di una milizia armata, ora ricercato. Da intercettazioni emerge un "'cartello' tra contrabbandieri" per gestire a prezzi bassissimi ingenti quantitativi di petrolio trafugato in Libia e commercializzato con la complicità dell'Ad della Maxcom Bunker, Marco Porta.

16:10Rugby: Australia-Nuova Zelanda 23-18 in un test match

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - Ci sono voluti due anni, ma finalmente l'Australia è riuscita a battere di nuovo la Nuova Zelanda, imponendosi 23-18 in un test match valido per la Bledisloe Cup disputato a Brisbane (Australia). Gli All Blacks avevano chiuso il primo tempo in vantaggio 13-12, ma neo secondi 40' hanno subito la rimonta dei Wallabies, che grazie al sostegno dei 45mila tifosi del Suncorp Stadium hanno segnato una meta con l'ala Marika Koroibete e due calci piazzati di Reece Hodge, autore anche della prima meta della sua squadra. Per gli All Blacks, in meta due volte con Waisake Naholo e Rieko Ioane, si tratta della prima sconfitta dopo sette partite.

16:06Catalogna: Madrid prenderà controllo Mossos e Radio-Tv

(ANSA) - MADRID, 21 OTT - Madrid prevede di prendere il controllo fra l'altro dei Mossos d'Esquadra, la polizia regionale catalana, della Radio-Tv pubblica (Tv3 e Radio Catalunya), grazie all'art. 155. Lo precisa il documento con le misure previste dall'esecutivo spagnolo inviato al Senato, che lo approverà probabilmente il 27 ottobre. Il governo spagnolo, attraverso i delegati che nominerà in Catalogna, potrà destituire e sostituire i dirigenti di polizia e radio-tv catalane.

15:58Maltempo: in Toscana codice giallo per temporali e vento

(ANSA) - FIRENZE, 21 OTT - La Sala operativa della protezione civile della Toscana ha emesso un codice giallo per temporali e vento valida da stasera fino alla mezzanotte di domani, domenica 22 ottobre. Il codice giallo per vento (valido dalle 6 di domani mattina fino alla mezzanotte sempre di domani) interessa tutta la regione; quello per temporali forti e rischio idrogeologico del reticolo minore (valido dalla mezzanotte fino alle ore 13 di domani) riguarda invece la zona nord occidentale (Versilia, Lunigiana e bacino del Serchio). Codice giallo poi per mareggiate (dalle 14 fino alla mezzanotte di domani) per la parte centro-settentrionale della costa e per l'Arcipelago. (ANSA).

15:52Migranti:accoglienza diffusa,Minniti a sigla intesa Calabria

(ANSA) - TAVERNA (CATANZARO), 21 OTT - Migliorare il sistema di accoglienza dei richiedenti protezione internazionale attraverso l'adesione dei Comuni alla rete Sprar (Sistema di protezione per i richiedenti asilo rifugiati): è l'obiettivo di un protocollo d'intesa sottoscritto a Villaggio Mancuso di Taverna, alla presenza del ministro dell'Interno Marco Minniti, da Anci, dalle cinque Prefetture e dalla Regione Calabria. L'atto, che è stato siglato dal prefetto di Catanzaro Luisa Latella, nella qualità di coordinatrice delle Prefetture regionali, dal presidente regionale dell'Associazione dei Comuni italiani Gianluca Callipo e dal presidente della Regione Mario Oliverio, rappresenta il passaggio finale di un'attività di sensibilizzazione sulla tematica dell'accoglienza diffusa che ha portato all'adesione di un numero notevole di enti locali, circa 120. "Oggi - ha detto Minniti - facciamo un passo straordinariamente importante nella direzione della cooperazione tra lo Stato nazionale e i poteri locali". (ANSA).

15:51Calcio: Lopez ‘con la Lazio velocità e fiducia’

(ANSA) - CAGLIARI, 21 OTT - "La Lazio è forte ma anche il Cagliari ha un tasso tecnico alto e può far male. Inutile chiudersi in difesa: prima o poi il gol lo prendi. Credo molto in questa squadra, non appena ritroverà fiducia dimostrerà sul campo tutte le sue qualità". Così il neoallenatore del Cagliari, Diego Lopez, alla vigilia del posticipo contro i biancocelesti all'Olimpico. "La formazione ce l'ho in testa, ma preferisco darla ai ragazzi. Non è importante il modulo ma l'atteggiamento: voglio vedere una squadra coraggiosa, compatta, aggressiva non solo quando hanno palla gli altri". Lopez, subentrato in settimana all'esonerato Rastelli, dovrà probabilmente schierare il terzo portiere Crosta perché Cragno è infortunato e Rafael ha ancora dolore al polso. Il brasiliano è comunque convocato: sarà un test domani mattina a stabilire se potrà stare tra i pali.

15:50Calcio: controlli per Belotti, si tenta recupero per l’Inter

(ANSA) - TORINO, 21 OTT - Nuovi controlli per Andrea Belotti, attaccante del Torino e della Nazionale alle prese con un infortunio al ginocchio. Il giocatore si sta recando a Perugia, per un controllo dal professor Giuliano Cerulli, celebre chirurgo ortopedico. Il controllo, spiega il tecnico del Torino, Sinisa Mihajlovic, in conferenza stampa, "per capire se l'infortunio si è cicatrizzato". Il ginocchio, aggiunge, "gli fa ancora un po' male al tatto. Per questo gli ho detto di non toccarlo. Vedremo oggi quello che ci diranno, speriamo di recuperarlo per l'Inter", cosa che consentirebbe all'attaccante anche di essere convocato in Nazionale per gli spareggi Mondiali.

Archivio Ultima ora