L’On. Merlo in Venezuela: “Torno in Italia preoccupato”

Pubblicato il 18 marzo 2016 da redazione

video_merlo

CARACAS – La classica toccata e fuga. Nessun incontro a porte aperte con la nostra Collettività, forse per evitare di affrontare, in un dibattito franco e schietto, i connazionali, giovani e anziani, che soffrono le conseguenze di una crisi economica e sociale devastante.

Solo una riunione ristretta, in una saletta di un Hotel molto “in” della capitale, il “Renaissance”, con pochi connazionali, alcuni membri del Comites – i soliti -, vari mestieranti dell’emigrazione e gli integranti del Maie; una breve visita in Consolato, dove è stato ricevuto dal Console Generale d’Italia, Mauro Lorenzini; e incontri con i deputati William Barrientos e Carlo Prosperi.

Il breve soggiorno dell’On. Ricardo Merlo, deputato eletto nella circoscrizione America Meridionale, è durato meno di due giorni ed è trascorso per lo più dentro l’accogliente spazio dell’Hotel, accompagnato dai rappresentanti del suo partito in Venezuela. Poco, troppo poco anche per un politico navigato, come l’on. Merlo, non tanto o non soltanto per capire l’odierno “realismo magico” del Venezuela e le difficoltà che deve affrontare la Comunità ma soprattutto per cercare di tratteggiare una strategia che, al di là delle promesse pre-elettorali, riesca davvero a offrire qualche soluzione concreta, anche piccola, ai nostri problemi.

In particolare quelli che deve affrontare la comunità meno abbiente, oggi purtroppo sempre più numerosa, ma che non era quella presente all’incontro quasi “privato” del parlamentare con pochi industriali svoltosi nel “Renaissance”.

– Torno a Roma molto preoccupato – ha dichiarato l’on. Merlo alla “Voce” -. Negli incontri sostenuti, mi sono state trasmesse le ansie dei nostri pensionati e i timori dei connazionali per l’insicurezza. Mi è stato detto che ormai nel Paese mancano medicine, generi alimentari e, addirittura, la carta igienica. E’ probabile che prossimamente non ci sia neanche l’acqua. A Roma informerò il Parlamento, il Governo e, in particolare, il Ministero degli Affari Esteri. Secondo me bisogna dichiarare l’emergenza della Comunità italiana in Venezuela.

L’on. Merlo è convinto che con la dichiarazione dell’emergenza “potrebbero essere destinati più fondi al nostro Consolato e questo, a sua volta, potrebbe dirottarli verso l’assistenza sociale”.

– Mi è stato raccontato – ha proseguito – che vi sono 700 assistiti in Consolato che prendevano 40mila bolìvares e che ora ne ricevono solo 15mila. C’è chi non riesce a trovare le medicine e chi chiede denaro per mangiare. E’ una situazione preoccupante. L’italiano ne deve prendere coscienza.

Sottolinea che la realtà che vive il Paese è insostenibile.
– Non si può andare avanti così – ha affermato -. Ci deve essere un cambio; in un futuro prossimo, non sappiamo quando, sicuramente ci sarà.

Poi, senza far cenno a quanto già è stato fatto dai colleghi parlamentari che l’hanno preceduto in questi anni – il caso, ad esempio, dell’on. Fabio Porta, che in Venezuela è di casa, o della delegazione del Comitato per le Questioni per gli Italiani all’Estero, presieduto dal senatore Claudio Micheloni -, l’on. Merlo ha assicurato che prenderà a cuore il caso delle pensioni in Venezuela e ha affermato:

– Il governo del Presidente Maduro deve rispettare le pensioni italiane. Deve rispettare la comunità italiana.
Ha quindi commentato che è necessario chiedere al governo venezuelano l’autorizzazione che permetta ai connazionali di ricevere la pensione in bolìvares o in euro, se così lo desiderano.

– In Argentina è stato autorizzato con una semplice circolare – ha ricordato -. Non sarà facile. Dobbiamo insistere, anche se ci sarà detto che è impossibile.

Purtroppo, però, le radici del problema dei “pensionati in convenzione” derivano dal calcolo che realizza l’Inps in Italia e non dal Venezuela

Per concludere, l’on. Merlo ha informato che chiederà sia ripristinata la presenza di un esperto antisequestro, inspiegabilmente richiamato in sede in seguito a suggerimento del precedente ambasciatore, Paolo Serpi.

Ultima ora

16:18Salvini, a Verona il 25 aprile invito anche presidente Anpi

(ANSA) - VERONA, 24 MAR - "Come si fa a festeggiare la Liberazione e il diritto alla libertà di pensiero e di parola chiedendo d qualcuno di non manifestare?". Il segretario federale della Lega Nord, Matteo Salvini, ha replicato così al presidente dell'Anpi che ha chiesto al prefetto e al questore di Verona di vietare la manifestazione sulla sicurezza annunciata dalla Lega Nord per il 25 aprile a Verona. "Noi saremo a Verona rispettosamente - ha sottolineato -, la Festa della Liberazione è una festa per tutti, e da tutti i fascismi, i comunismi e i totalitarismi. Quindi portiamo rispetto e chiediamo rispetto". "Noi - ha aggiunto - ci saremo pacificamente, a volto scoperto. Anzi, se qualcuno che è stato al corteo del 25 aprile poi volesse venire anche alla nostra manifestazione, che parla di libertà e di sicurezza, sarà il benvenuto". "Perciò invito anche il presidente dell'Anpi e venire a sentire le proposte della Lega" ha concluso Salvini.

16:16Pd: Emiliano, guardo con interesse a M5s, metà voti nostri

(ANSA) - CATANIA, 24 MAR - "Renzi ha fatto sentire tutti estranei: è finita l'epoca della rottamazione, una parola che non mi è mai piaciuta. Piuttosto guardo con interesse ai Cinque Stelle perché metà dei loro elettori erano nostri. Oggi inizia l'epoca della ricostruzione, dell'amicizia e dell'armonia. Una sfida che parte dal Sud e che per 'ripartire insieme' serve puntare su diritti e sul lavoro". Lo afferma Michele Emiliano.

16:12Roma: Di Battista, Raggi? Via anche per consiglio del medico

(ANSA) - ROMA, 24 MAR - Il sindaco di Roma, Virginia Raggi, "si è presa alcuni giorni, credo glielo abbia consigliato anche il medico, dopo tanti mesi di lavoro quindi non ha nulla a che vedere con un commissariamento come dite voi: il sindaco di Roma è Virginia, e credo che le cose stiamo andando molto meglio". Così Alessandro Di Battista ha risposto a una domanda al termine di una conferenza stampa al Pirellone, la sede del Consiglio regionale della Lombardia, a sostegno dei lavoratori dell'ex Alfa di Arese. Il deputato M5S ha risposto alla domanda sull'assenza della Raggi da Roma solo al termine dell'incontro, dopo un lungo confronto coi giornalisti presenti sull'opportunità di formulare la domanda come primo argomento al suo arrivo.

16:11Omicidio Vasto: 30 anni a Fabio Di Lello

(ANSA) - LANCIANO (CHIETI), 24 MAR - Condannato a 30 anni dalla Corte d'Assise, a Lanciano, Fabio Di Lello, 34 anni, di Vasto (Chieti), riconosciuto colpevole dell'omicidio volontario premeditato di Italo D'Elisa (22), avvenuto lo scorso primo febbraio davanti ad un bar di Vasto (Chieti). L'imputato sparò contro il giovane tre colpi di pistola calibro 9, secondo l'accusa per vendicare l'investimento mortale di sua moglie, Roberta Smargiassi, da parte della vittima, la scorsa estate. L'accusa aveva chiesto l'ergastolo. La condanna a 30 anni è per effetto dello sconto di pena previsto dal rito abbreviato. La Corte ha inoltre stabilito una provvisionale di 40 mila euro per il padre, la madre e il fratello della vittima.

16:09Calcio: Uefa, Dele Alli squalificato per tre giornate

(ANSA) - NYON, 24, MAR - Dele Alli, il talentuoso centrocampista del Tottenham, è stato squalificato per tre turni dall'Uefa: la squalifica arriva dopo l'espulsione rimediata il mese scorso nella gara di Europa League contro il Gent. Alli sconterà lo stop nella prossime stagione, essendo gli Spurs stati eliminati dalla squadra belga. Alli in questa stagione ha finora realizzato 17 gol tra premier e coppe.

15:58Villorba Corse presenta con Dallara prototipo per Le Mans

(ANSA) - ROMA, 24 MAR - Ci sarà anche Giampaolo Dallara sabato 25 marzo alle 17.30 in "Piazza dei Miracoli" a Pisa a presentare la P217 insieme a Cetilar Villorba Corse, il team tutto italiano che porterà il prototipo di classe LMP2 alla 24 Ore di Le Mans. La scuderia veneta diretta da Raimondo Amadio svelerà la Dallara e la squadra che affronteranno la leggendaria corsa endurance francese il 17-18 giugno e tutto il campionato European Le Mans Series 2017. A togliere i veli al nuovo prototipo di classe LMP2 in livrea Cetilar e a presentare il programma sportivo che da "Road to Le Mans" è diventato quest'anno "Italian Spirit of Le Mans" saranno pure i piloti titolari di questa grande avventura tutta tricolore: l'emiliano Andrea Belicchi, il trevigiano Giorgio Sernagiotto e il pisano Roberto Lacorte, che farà gli onori di casa. Nell'ambito della Cerimonia di Presentazione, davvero unica con sullo sfondo la Torre Pendente e nell'ambito delle celebrazioni del Capodanno Pisano.

15:56Ap: Alfano, presto proposte su fisco all’americana e sanità

(ANSA) - ROMA, 24 MAR - In cantiere per il futuro abbiamo due grandi iniziative, una sul fisco all'americana e una sui ticket sulla sanità". Lo afferma il leader di Ap Angelino Alfano illustrando, in una conferenza stampa alla sede del partito, i prossimi appuntamenti del neonato soggetto centrista. "Serve fare come negli Stati Uniti, si dovranno scaricare tutte le spese o la maggior parte di esse ma nello stesso tempo tutti devono pagare le tasse", spiega il ministro degli Esteri. "Presenteremo un programma che riguarda le categorie più significative per la tenuta del Paese", aggiunge Alfano

Archivio Ultima ora