Roma-Inter finisce 1-1. Apre Perisic, pareggia Nainggolan

Pubblicato il 19 marzo 2016 da redazione

Perisic festeggia il gol del momentaneo vantaggio dell'Inter

Perisic festeggia il gol del momentaneo vantaggio dell’Inter

ROMA – Per la sfida dell’Olimpico l’Inter deve fare a meno in avanti di Icardi e Jovetic, oltre che di Palacio squalificato. Poco prima del riscaldamento arriva il forfeit anche di Kondogbia. Mister Mancini sceglie allora Biabiany e Perisic in fascia, con Ljajic ad agire tra le linee alle spalle di Eder. Linea difensiva confermata: davanti ad Handanovic si schierano D’Ambrosio, Miranda, Murillo e Nagatomo.

La prima conclusione è dei giallorossi: al 3′ Salah viene servito sulla corsa in posizione regolare, l’egiziano rientra e serve al limite Pjanic, sullo sviluppo dell’azione EL Shaarawy appoggia per la conclusione di prima di Perotti, alta sulla traversa.

La reazione dell’Inter è un cross di Biabiany che trova sul secondo palo Perisic, la cui conclusione al volo è respinta dalla schiena di Florenzi. Al 9′ El Shaarawy attacca la profondità e crossa teso per un compagno, Nagatomo anticipa Salah in corner. Al 18′ la migliore occasione dei nerazzurri: Biabiany serve Ljajic, il serbo finta la conclusione e serve sulla sinistra Perisic, che di prima prova un tiro-cross sul quale la Roma si salva in mischia con Manolas.

Cresce la pressione dei nerazzurri, che ci provano ancora 5′ dopo con una conclusione dalla distanza di Ljajic, che però non impensierisce Szczesny.

Le migliori azioni nascono sempre dalla sinistra: al 28′ ancora Perisic punta Florenzi, rientra e prova il destro a giro, alto di poco. A cavallo della mezz’ora botta e risposta nel giro di due minuti: prima Nainggolan prova la conclusione dai 20 metri, smorzata da Miranda, sul ribaltamento è Ljajic ad innescare Brozovic, ma il croato scivola al momento della conclusione dal limite.

Al 35′ controllo volante di sinistro e conclusione con il destro di Salah che supera Handanovic, ma Orsato aveva già fermato tutto per una posizione di fuorigioco dell’attaccante egiziano. A 5′ dalla fine fiammata Roma con El Shaarawy che riceve palla da Salah e prova la conclusione al volo con il destro, sulla quale Handanovic è bravissimo a distendersi sulla propria sinistra.

Nell’unico minutio di recupero l’unica occasione potenziale capita sui piedi di Salah, che però sbaglia la misura del cross e sul pallone che scivola in fallo laterale, Orsato fischia la fine del primo tempo.

Rientrano in campo gli stessi 22 del primo tempo. Pochi secondi e il solito El Shaarawy prova a sorprendere Handanovic della distanza, ma il portiere sloveno è attento e blocca a terra. Al 5′ contropiede Inter con Perisic, che si fa tutto il campo ma non trova Eder a centro area.

Al 53′ l’Inter passa in vantaggio: i nerazzurri pressano alto e recuperano palla con Medel e Ljajic, che verticalizza per Brozovic. Il croato di prima serve sulla corsa Perisic, che controlla e dal limite dell’area, con il sinistro, incrocia sul palo lontano trafiggendo Szczesny.

Spalletti cambia subito, inserendo Dzeko per Kaita e passando al 4-3-3. Al quarto d’ora Pjanic si guadagna una punizione dal limite, deviata provvidenzialmente da Brozovic in barriera. Al 22′ ancora Roma: Dzeko protegge palla e allarga per Perotti, che di prima trova ancora l’attaccante bosniaco a centro area, che svetta sui difensori nerazzurri ma trova la risposta di Handanovic.

Il pressing dei giallorossi non accenna a diminuire e due minuti dopo ancora Dzeko ha sul destro il pallone del pareggio, ma conclude altissimo.

Dopo il vantaggio interista cresce la Roma: su un disimpegno errato di Perisic il pallone arriva a el Shaarawy che non ci pensa un attimo e conclude di prima verso la porta di Handanovic, ma il suo destro finisce sull’esterno della rete.

L’Inter prova ad allentare la pressione con un’azione manovrata che porta Perisic al cross, sul quale Szczesny anticipa Eder. È però un fuoco di paglia perché la pressione della Roma non accenna a diminuire: nel giro cinque minuti, dall’ 80esimo all’ 85esimo ci provano prima Salah col sinistro, respinto di piede da Handanovic, poi in mischia Nagatomo salva sulla riga e alla terza occasione arriva il pari della Roma.

Dzeko ‘buca’ con il destro il pallone, che in qualche modo arriva all’accorrente Nainggolan: il belga calcia in spaccata e trova lo spiraglio giusto per l’1-1. Nei 3′ di recupero l’ultima occasione è una conclusione dalla distanza ancora di Nainggolan che Handanovic lascia sfilare a fil di palo.

Finisce dunque in parità la sfida dell’Olimpico, con i nerazzurri che salgono a quota 55 in classifica.

(www.inter.it)

Ultima ora

15:52Champions: Malagò, poteva andare peggio

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - "I sorteggi di Champions? Ora gli allenatori (Allegri e Di Francesco, ndr) diranno, come è giusto che sia, che serve la massima cautela, ma mi sembra che poteva andare peggio. Non ci si può lamentare". Lo dice il presidente del Coni, Giovanni Malagò, a margine della presentazione della partnership di Coni e Comitato Paralimpico con la Toyota avvenuta a Roma, commentando i sorteggi degli ottavi di finale di Champions League, che vedono la Juventus affrontare gli inglesi del Tottenham e la Roma gli ucraini dello Shakhtar Donetsk.

15:49Champions: la carica di Di Francesco

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - "Lo Shakhtar Donetsk è una squadra forte, che ha saputo qualificarsi attraverso un girone molto difficile. Noi abbiamo lottato per guadagnarci questi ottavi, ce la metteremo tutta per continuare il nostro cammino. Forza Roma!". Questo il commento, via Twitter, del tecnico Eusebio Di Francesco dopo l'accoppiamento negli ottavi di Champions League tra la Roma e la formazione ucraina. La Roma in passato ha incrociato già lo Shakhtar nella massima competizione europea. Nel 2006 le due squadre si affrontarono nella fase a gironi (vittoria dei giallorossi per 4-0 all'Olimpico e sconfitta per 1-0 a Donetsk), mentre nel 2011 si sfidarono negli ottavi con due sconfitte per la Roma (2-3 e 3-0) e conseguente eliminazione.

15:44++ New York, esplosione a stazione bus Manhattan ++

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - Un'esplosione è avvenuta a Port Authority, la stazione centrale dei bus a New York. La polizia e i vigili del fuoco sono sul posto, secondo i media americani, che riferiscono di scene di panico.

15:43Europa League: il quadro dei 16/i di finale

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - Il quadro dei sedicesimi di finale di Europa League dopo il sorteggio di Nyon (andata 15 febbraio 2018, ritorno 22 febbraio): Borussia Dortmund-Atalanta; Nizza-Lokomotiv Mosca; Copenaghen-Atletico Madrid; Spartak Mosca-Athletic Bilbao; Aek Atene-Dinamo Kiev; Celtic-Zenit San Pietroburgo; Napoli-Lipsia; Stella Rossa-Cska Mosca; Lione-Villarreal; Real Sociedad-Salisburgo; Partizan-Viktoria Plzen; Steaua Bucarest-Lazio; Ludogorets-Milan; Astana-Sporting Lisbona; Ostersunds-Arsenal; Sporting Braga-Marsiglia.

15:42Avvelenati tallio: killer ha usato acqua minerale

(ANSA)- MONZA, 11 DIC - Avrebbe utilizzato l'acqua minerale per avvelenare i suoi familiari Mattia Del Zotto, il 27 enne di Nova Milanese (Monza), reo confesso di aver ucciso volontariamente i nonni paterni e una zia e di aver tentato di uccidete i nonni materni, due zii e la badante, perché "soggetti impuri". È quanto emerso stamane dall'interrogatorio di garanzia reso dal giovane al Gip Federica Centonze sabato mattina in carcere a Monza. Le indagini della Procura di Monza si concentrano quindi sulle bottiglie a cui il giovane aveva accesso nella cantina comune della palazzina dove vive tutta la sua famiglia a Nova. Il veleno, senza sapore o odore, potrebbe essere inoltre stato inserito dal giovane anche in alcuni integratori destinati ai nonni materni e ad un infuso alle ortiche.

15:19Violenza sessuale: aggrediva minorenni, va ai domiciliari

(ANSA) - MILANO, 11 DIC - Un uomo di 50 anni, con una vecchia condanna per reati sessuali, è stato arrestato dai carabinieri di Milano con l'accusa di violenza e atti sessuali su minori nei confronti di tre ragazzine di 7, 12 e 13 anni. L'uomo, secondo quanto spiegato, le individuava a caso, per strada, e le seguiva negli androni quando rientravano a casa da scuola. Le avvicinava fulmineamente, le palpeggiava e scappava. I carabinieri lo hanno individuato dopo sei mesi di indagine dal primo caso, avvenuto ad aprile (gli altri due a maggio e ad agosto) e dopo altri sei mesi l'autorità giudiziaria ha emesso un'ordinanza che ha posto l'uomo, impiegato amministrativo, sposato e con figli, ai domiciliari. Al vaglio degli investigatori dell'Arma, però, ci sarebbero in totale una ventina di episodi. A indagare sui casi sono stati i carabinieri della stazione San Cristoforo, che incrociando telecamere e tabulati sono arrivati a uno scooter, guidato dall'uomo poi raggiunto dall'ordinanza mentre si trovava a lavoro.

15:17Maltempo: Umbria, tanti interventi per problemi vento

(ANSA) - PERUGIA, 11 DIC - Sono oltre un centinaio gli interventi nei quali sono impegnati i vigili del fuoco in quasi tutta l'Umbria a causa dei danni provocati dal forte vento. Al momento non vengono comunque segnalati problemi particolari. In provincia di Perugia gli interventi, più di un centinaio, riguardano rami e alberi caduti, danni ai tetti, ai cartelloni pubblicitari divelti dal vento ma anche a pali della luce. I vigili del fuoco del comando provinciale sono impegnati con tutte le squadre disponibili. Situazione analoga in provincia di Terni dove sono decine gli interventi, soprattutto a Terni e in periferia. (ANSA).

Archivio Ultima ora