Roma-Inter finisce 1-1. Apre Perisic, pareggia Nainggolan

Pubblicato il 19 marzo 2016 da redazione

Perisic festeggia il gol del momentaneo vantaggio dell'Inter

Perisic festeggia il gol del momentaneo vantaggio dell’Inter

ROMA – Per la sfida dell’Olimpico l’Inter deve fare a meno in avanti di Icardi e Jovetic, oltre che di Palacio squalificato. Poco prima del riscaldamento arriva il forfeit anche di Kondogbia. Mister Mancini sceglie allora Biabiany e Perisic in fascia, con Ljajic ad agire tra le linee alle spalle di Eder. Linea difensiva confermata: davanti ad Handanovic si schierano D’Ambrosio, Miranda, Murillo e Nagatomo.

La prima conclusione è dei giallorossi: al 3′ Salah viene servito sulla corsa in posizione regolare, l’egiziano rientra e serve al limite Pjanic, sullo sviluppo dell’azione EL Shaarawy appoggia per la conclusione di prima di Perotti, alta sulla traversa.

La reazione dell’Inter è un cross di Biabiany che trova sul secondo palo Perisic, la cui conclusione al volo è respinta dalla schiena di Florenzi. Al 9′ El Shaarawy attacca la profondità e crossa teso per un compagno, Nagatomo anticipa Salah in corner. Al 18′ la migliore occasione dei nerazzurri: Biabiany serve Ljajic, il serbo finta la conclusione e serve sulla sinistra Perisic, che di prima prova un tiro-cross sul quale la Roma si salva in mischia con Manolas.

Cresce la pressione dei nerazzurri, che ci provano ancora 5′ dopo con una conclusione dalla distanza di Ljajic, che però non impensierisce Szczesny.

Le migliori azioni nascono sempre dalla sinistra: al 28′ ancora Perisic punta Florenzi, rientra e prova il destro a giro, alto di poco. A cavallo della mezz’ora botta e risposta nel giro di due minuti: prima Nainggolan prova la conclusione dai 20 metri, smorzata da Miranda, sul ribaltamento è Ljajic ad innescare Brozovic, ma il croato scivola al momento della conclusione dal limite.

Al 35′ controllo volante di sinistro e conclusione con il destro di Salah che supera Handanovic, ma Orsato aveva già fermato tutto per una posizione di fuorigioco dell’attaccante egiziano. A 5′ dalla fine fiammata Roma con El Shaarawy che riceve palla da Salah e prova la conclusione al volo con il destro, sulla quale Handanovic è bravissimo a distendersi sulla propria sinistra.

Nell’unico minutio di recupero l’unica occasione potenziale capita sui piedi di Salah, che però sbaglia la misura del cross e sul pallone che scivola in fallo laterale, Orsato fischia la fine del primo tempo.

Rientrano in campo gli stessi 22 del primo tempo. Pochi secondi e il solito El Shaarawy prova a sorprendere Handanovic della distanza, ma il portiere sloveno è attento e blocca a terra. Al 5′ contropiede Inter con Perisic, che si fa tutto il campo ma non trova Eder a centro area.

Al 53′ l’Inter passa in vantaggio: i nerazzurri pressano alto e recuperano palla con Medel e Ljajic, che verticalizza per Brozovic. Il croato di prima serve sulla corsa Perisic, che controlla e dal limite dell’area, con il sinistro, incrocia sul palo lontano trafiggendo Szczesny.

Spalletti cambia subito, inserendo Dzeko per Kaita e passando al 4-3-3. Al quarto d’ora Pjanic si guadagna una punizione dal limite, deviata provvidenzialmente da Brozovic in barriera. Al 22′ ancora Roma: Dzeko protegge palla e allarga per Perotti, che di prima trova ancora l’attaccante bosniaco a centro area, che svetta sui difensori nerazzurri ma trova la risposta di Handanovic.

Il pressing dei giallorossi non accenna a diminuire e due minuti dopo ancora Dzeko ha sul destro il pallone del pareggio, ma conclude altissimo.

Dopo il vantaggio interista cresce la Roma: su un disimpegno errato di Perisic il pallone arriva a el Shaarawy che non ci pensa un attimo e conclude di prima verso la porta di Handanovic, ma il suo destro finisce sull’esterno della rete.

L’Inter prova ad allentare la pressione con un’azione manovrata che porta Perisic al cross, sul quale Szczesny anticipa Eder. È però un fuoco di paglia perché la pressione della Roma non accenna a diminuire: nel giro cinque minuti, dall’ 80esimo all’ 85esimo ci provano prima Salah col sinistro, respinto di piede da Handanovic, poi in mischia Nagatomo salva sulla riga e alla terza occasione arriva il pari della Roma.

Dzeko ‘buca’ con il destro il pallone, che in qualche modo arriva all’accorrente Nainggolan: il belga calcia in spaccata e trova lo spiraglio giusto per l’1-1. Nei 3′ di recupero l’ultima occasione è una conclusione dalla distanza ancora di Nainggolan che Handanovic lascia sfilare a fil di palo.

Finisce dunque in parità la sfida dell’Olimpico, con i nerazzurri che salgono a quota 55 in classifica.

(www.inter.it)

Ultima ora

20:54Angela Celentano: cugina Rosa ascoltata per tre ore dal pm

(ANSA) - TORRE ANNUNZIATA (NAPOLI), 27 MAR - È durato più di tre ore l'interrogatorio di Rosa Celentano, la cugina di Angela, la bambina scomparsa all'età di 3 anni, nell'agosto del 1996, mentre si trovava in gita con la famiglia sul Monte Faito, nel Napoletano. La ragazza, all'epoca dei fatti tredicenne, aveva raccontato nei giorni della scomparsa di Angela di avere sognato - 24 ore prima - che sconosciuti avevano rapito la bambina. Rosa Celentano è stata ascoltata in qualità di persona informata dei fatti dal sostituto della Procura di Torre Annunziata, Sergio Raimondi. Sul contenuto del lungo confronto gli inquirenti mantengono il più stretto riserbo. Rosa è stata accompagnata dall'avvocato dei genitori di Angela Celentano, Luigi Ferrandino: "La Procura - dice il legale - vuole ripercorrere tutte le tappe della vicenda, alla luce delle novità emerse sul caso della scomparsa di Angela, tenendo conto anche delle sopravvenute tecniche investigative rispetto ai giorni seguenti la sparizione della bambina".(ANSA).

20:46Migranti: Austria verso disdetta piano ricollocamenti

(ANSA) - BOLZANO, 27 MAR - Vienna potrebbe varare già domani il ritiro dal piano di ricollocamenti deciso dalla Ue. La proposta del ministro della Difesa Hanz Doskozil (socialdemocratici) è stata accolta dal ministro degli interni Wolfgag Sobotka (popolari). Secondo il ministro della Difesa, l'Austria ha "più che rispettato" gli obblighi europei.

20:39Trump: congresso nega credenziali stampa a Breibart

(ANSA) - NEW YORK, 27 MAR - Il Congresso americano nega le credenziali stampa a Breibart News, il sito ultraconservatore guidato per anni da Steve Bannon, lo stratega della Casa Bianca. La richiesta di Breibart e' stata negata ''fino a che non ci saranno risposte'' sui rapporti fra la pubblicazione e Bannon. Lo riporta il New York Post. L'amministratore delegato e presidente di Breibart, Larry Solov, aveva presentato la richiesta di accredito permanente, accompagnata da una lettera in cui precisava che Bannon non ricopre alcun ruolo da novembre 2016. Ma la commissione chiamata a concedere le credenziali ha espresso dubbi e chiesto ulteriori chiarimenti visto che non ci sono prove che Bannon abbia tagliato tutti i rapporti.

20:34Massacrato da branco, 9 in Procura di Frosinone

(ANSA) - ROMA, 27 MAR - Si è concluso nel pomeriggio il sopralluogo nella discoteca dove sarebbe avvenuta la lite che ha scatenato successivamente il pestaggio di Emanuele Morganti, morto per le lesioni riportate. Presente al sopralluogo, utile per cercare riscontri ai racconti degli indagati e dei testimoni, il procuratore capo della Procura della Repubblica di Frosinone Giuseppe De Falco e il comandante dei carabinieri della Compagnia di Alatri Antonio Contente. Successivamente i nove indagati sono stati convocati in Procura.

20:29Trump, ‘via fondi federali a ‘città santuario’

(ANSA) - WASHINGTON, 27 MAR - Gli Stati e le città santuario che continueranno a difendere gli immigrati clandestini violando le leggi sull'immigrazione potranno vedersi trattenere o cancellare alcuni fondi federali: lo ha annunciato l'attorney general Jeff Sessions.

20:29Calcio: Roma, Pallotta al lavoro a Londra

(ANSA) - ROMA, 27 MAR - Da Roma a Londra per continuare a programmare società e squadra del futuro: James Pallotta prosegue nella City gli incontri con il suo management, da Baldini a Baldissoni, passando per l'attuale ds Massara e il comparto commerciale. Secondo voci di mercato, smentite però da Trigoria, il presidente della Roma avrebbe incontrato anche quello che dovrebbe essere il nuovo direttore sportivo, lo spagnolo Monchi, per fargli sottoscrivere un contratto triennale. La trattativa fra le parti sembra ormai agli sgoccioli, tanto che il quotidiano "Mundo Deportivo" riporta la posizione del club citando un qualificato dirigente romanista: "Manca solo la firma. Monchi è tremendamente eccitato per la sfida".

20:07Calcio: ds Barcellona, “Dybala? Pronti ad ogni occasione”

(ANSA) - ROMA, 27 MAR - "Il Barcellona è attento a ogni movimento di mercato, specialmente a quelli che riguardano giocatori bravi che possano interessare anche altri club". Il ds del Barcellona, Robert Fernandez, usa un giro di parole per confermare l'interesse del club per lo juventino Paulo Dybala in un'intervista concessa a Mundo Deportivo. "E' un buon giocatore, non posso dire altro. E' chiaro che saremo pronti a sfruttare ogni situazione, sempre tenendo conto di quel cha abbiamo qui in casa". Fernandez ha anche parlato di Verratti, che potrebbe lasciare il Psg: "Questi giocatori sono sempre una questione di denaro. E a parte pagarlo quanto chiedono, poi è il club che non te lo vende. Vi ricordate quel che successe con Thiago Silva? Il Psg non volle trattare con il Barcellona".

Archivio Ultima ora