Il terrore non si ferma, a Bruxelles 34 morti

Pubblicato il 22 marzo 2016 da redazione

belgio

ROMA. – Il terrorismo non si ferma in Europa e a pochi giorni dall’arresto della primula rossa degli attacchi al Bataclan di Parigi porta l’attacco al cuore del continente, a un passo dai palazzi delle istituzioni europee. E’ ora di 34 morti e 130 feriti, secondo fonti giornalistiche, il bilancio di due attacchi in sequenza portati nella hall dell’ aeroporto di Bruxelles prima e nella stazione della metropolitana Maalbeek della città belga dopo, poco lontano dalla sede della Commissione europea.

E poche ore dopo, a quanto riferisce l’agenzia russa Tass, ecco la rivendicazione dell’Isis, che secondo fonti giornalistiche minaccia inoltre altri attentati nel vecchio continente. Gli attacchi di oggi fanno subito scattare l’allerta in tutte le capitali, mentre il Belgio chiude le frontiere e interrompe i collegamenti ferroviari, schierando anche i militari nelle strade: le autorità parlano di attacchi terroristici, e si ha conferma di almeno un kamikaze in azione all’aeroporto di Zaventem: secondo fonti Usa, l’ordigno potrebbe essere stato messo in una valigia.

Nello scalo si registrano scene di panico fra i passeggeri, molti dei quali sono evacuati sulla pista per ragioni di sicurezza: trovato anche un kalashnikov ed un giubbotto inesploso. E la Polizia è ancora in allarme, perché si teme che all’interno dello scalo possano esserci ancora dei terroristi o loro fiancheggiatori.

Scene di disastro e disperazione delle persone ferite anche alla fermata della metropolitana colpita nell’attacco, con immagini shock del vagone sventrato, in brandelli le porte del convoglio e gli interni, e alcune persone ancora bloccate all’interno della stazione. E sulle strade traffico impazzito, mentre si susseguono gli arrivi dei mezzi di soccorso – fatti arrivare anche da Anversa – e quelli della sicurezza.

E mentre la polizia ferma e perquisisce nelle strade chiunque susciti un minimo di sospetto e fa esplodere un veicolo sospetto, esperti antiterrorismo riferiscono alla tv che è in corso una vasta caccia all’uomo su 5 sospetti individuati dalle immagini della videosorveglianza.

L’Europa si mobilita, praticamente tutti i leader intervengono per mostrare solidarietà ai belgi, e vengono innalzate le misure di sicurezza anche negli aeroporti italiani, mentre nella capitale belga si susseguono gli allarmi, ed uno interessa anche il Palazzo Reale. Le autorità belghe temono inoltre che altri attacchi possano essere lanciati a Bruxelles o nel resto del Paese. Per ragioni di sicurezza sono state evacuate l’università di ULB a Bruxelles e la centrale nucleare di Liegi.

I social network si attivano per essere d’aiuto a chi voglia far girare informazioni sui propri cari che possano essere stati coinvolti dagli attentati. Come è accaduto nei giorni successivi alle strage di Parigi, la Procura ha chiesto ai media di non pubblicare alcuna informazione sulle perquisizioni in corso. La macchina della solidarietà vede anche il comune di Parigi decidere di illuminare stasera la Tour Eiffel con i tre colori del Belgio.

Testimonianze arrivano anche da cittadini italiani che lavorano in prossimità delle o nelle istituzioni europee, mentre i vertici istituzionali italiani manifestano solidarietà al Belgio, e il capo dello Stato Mattarella invita ad affrontare la sfida al terrorismo con una comune strategia, perché è in gioco libertà e il futuro della convivenza umana.

Ultima ora

14:10Tennis: Vinci subito eliminata a Parigi

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - Roberta Vinci è stata subito eliminata dal torneo parigino del Roland Garros, cominciato questa mattina. La 34enne tarantina ha ceduto in tre set (6-3, 3-6, 6-2) alla portoricana Monica Puig, oro olimpico ai Giochi di Rio 2016. La sfida tra l'italiana n.33 Wta e la n.41 del ranking mondiale è durata dopo due ore e 50 minuti, con una breve interruzione per la pioggia. Al Roland Garros, secondo slam della stagione, la Vinci non è mai andata oltre gli ottavi e negli ultimi tre anni era uscita sempre al primo turno.

13:58L. elettorale: Salvini, ok qualsiasi legge purché si voti

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - "Da dicembre diciamo a Renzi di portare in Parlamento qualsiasi legge e la votiamo, portano il tedesco? Va bene il tedesco. Per noi va bene qualsiasi legge perchè confidiamo nella capacità degli elettori di saper scegliere. Ma bisogna andare al voto al più presto, già abbiamo perso troppo tempo e nel frattempo la disoccupazione è cresciuta e l'immigrazione è diventata una calamità naturale una invasione che deve essere bloccata". Così il leader leghista Matteo Salvini all'Intervista di Maria Latella su SkyTg24.

13:57Voucher: Orlando, tema non aprirà crisi ma spero riflessione

(ANSA) - LA SPEZIA, 28 MAG - "Mi auguro di no". Così il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha risposto ha chi ha chiesto se il voto di Forza Italia con il Pd in commissione sui voucher potesse rappresentare un segnale per un patto tra Renzi e Berlusconi, il cosiddetto Renzusconi. Orlando ha escluso che sui voucher si possa aprire una crisi di Governo dopo che i deputati vicini al guardasigilli non hanno partecipato al voto. Alla domanda se sui voucher gli orlandiani potrebbero spaccare il Pd, il ministro ha risposto: "Mi porrò sulla questione come mi sono sempre posto. Io espongo le mie posizioni e poi mi attengo alle decisioni del partito. In un partito si deve stare così. Ma senza rinunciare a esprimere il proprio punto di vista".

13:56L. elettorale: Cicchitto, Renzi vuole liberarsi di Gentiloni

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - "Non è esatto quello che nell'intervista al Messaggero afferma il presidente Renzi e cioè che vuole attuare direttive del presidente della Repubblica. Anche i sampietrini sanno a Roma che il suo obiettivo principale è quello di liberarsi del governo Gentiloni senza lasciare impronte digitali troppo marcate e per ottenere questo risultato è disponibile a qualunque legge elettorale: tedesca, francese, spagnola o russa che sia". Così Fabrizio Cicchitto (Ap), presidente della Commissione Esteri della Camera.

13:56Gerusalemme avrà una funivia per la Città vecchia

(ANSAmed) - TEL AVIV, 28 MAG - Gerusalemme avrà presto una funivia in grado di scaricare migliaia di escursionisti all' ingresso meridionale della Città Vecchia: la cosiddetta porta dell'Immondizia, che è la più vicina al Muro del Pianto. Lo ha annunciato oggi il premier Benyamin Netanyahu nel corso di una seduta di governo tenuta in via eccezionale in un'aula sotterranea vicino al Muro del Pianto, nel 50.mo anniversario della guerra dei sei giorni. Nel corso della seduta Netanyahu ha promesso che il suo governo farà investimenti ingenti a Gerusalemme e fra i vari progetti realizzerà anche quello di una funivia che partirà dall'edificio della antica stazione ferroviaria, sulla Hebron Road. I vagoni - secondo il sito del municipio di Gerusalemme - saranno in grado di trasportare quattromila persone all'ora. Il tragitto di 2,3 chilometri - che passerà sopra la vallata Ben Hinom e oltrepasserà il Monte Sion - durerà 5 minuti. ''Il primo viaggiatore sarò io stesso'' ha promesso Netanyahu.

13:55Egitto: Papa, Dio converta il cuore dei terroristi

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 28 MAG - Il Papa prega, nel Regina Coeli, per le vittime in Egitto: "Desidero esprimere nuovamente la mia vicinanza al caro fratello papa Tawadros II e a tutta la nazione egiziana, che due giorni fa ha subito un altro atto di feroce violenza. Le vittime, tra cui anche bambini, sono fedeli che si recavano a un santuario a pregare, e sono stati uccisi dopo che si erano rifiutati di rinnegare la loro fede cristiana. Il Signore accolga nella sua pace questi coraggiosi testimoni, e converta i cuori dei terroristi". Dopo il pensiero ai cristiani copti in Egitto, "preghiamo anche per le vittime dell'orribile attentato di lunedì scorso a Manchester, dove tante giovani vite sono state crudelmente spezzate. Sono vicino ai familiari e a quanti ne piangono la scomparsa" ha detto il Papa.

13:53Tennis: Roland Garros al via, ritorno vincente per Kvitova

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - Ritorno al tennis con vittoria e qualche momento di commozione per la ceca Petra Kvitova, che oggi ha aperto il torneo del Roland Garros disputando il suo primo match dopo sei mesi di assenza per l'aggressione subita a dicembre da un rapinatore nella sua casa di Prostejov. La due volte campionessa di Wimbledon ha sconfitto in due set, per 6-3 6-2, la statunitense Julia Boserup, n.86 del ranking, diventando la prima qualificata al secondo turno del torneo parigino, secondo slam della stagione.

Archivio Ultima ora