Il nuovo Cgie debutta alla Farnesina

Pubblicato il 22 marzo 2016 da redazione

Il Ministro Gentiloni durante il Consiglio Generale degli Italiani all’Estero (CGIE) alla Farnesina

Il Ministro Gentiloni durante il Consiglio Generale degli Italiani all’Estero (CGIE) alla Farnesina

ROMA – Volti nuovi e conosciuti dell’emigrazione italiana. Facce di una stessa medaglia riunite come da tradizione in Sala Conferenze Internazionali alla Farnesina. Ha debuttato, tra abbracci e strette di mano, il nuovo Consiglio Generale degli Italiani all’Estero, convocato in assemblea plenaria sino a venerdì al Ministero degli Affari Esteri.

“Master of cerimonies”, come lui stesso si è definito, il nuovo segretario esecutivo, il consigliere d’ambasciata Fabrizio Inserra, che si è presentato alla platea ed ha chiamato a presiedere l’assemblea Vittorio Pessina (FI) in qualità di consigliere più anziano.

L’inno nazionale e poi ha preso la parola Cristina Ravaglia, direttore generale per le politiche migratorie e gli italiani all’estero, che ha rivolto il proprio “grande augurio di buon lavoro” al Cgie ed ha voluto rivolgere un pensiero alle sette studentesse italiane che, insieme ad altri sei loro colleghi Erasmus, hanno perso la vita in Catalogna.

– Anche loro erano italiane all’estero. Potevano essere nostre figlie. Fa piacere vedere oggi un Cgie rinnovato – ha detto poi Ravaglia rivolgendosi ai consiglieri – volti amici e volti nuovi – ha continuato – rappresentanti di una emigrazione che oggi vuole dire tante cose: dalla vecchia emigrazione agli studenti Erasmus ai ricercatori a chi continua a cercar fortuna all’estero.

Contiamo molto sulla vostra collaborazione – è stato il messaggio di Ravaglia ai membri del nuovo Cgie -; una collaborazione – ha auspicato – dialettica e costruttiva, perché, se pure Cgie ed Amministrazione rappresentano spesso posizioni differenti, l’auspicio è che lavorino insieme con grande lealtà e chiarezza in favore delle nostre collettività all’estero, che – ha tenuto ha precisare Ravaglia – sono una ricchezza per il nostro Paese, un plus del quale dobbiamo approfittare, perché non vi è miglior volano per la cultura e l’economia italiane nel mondo.

Invocando un “senso di profondo rispetto” per le nostre comunità, il direttore generale Ravaglia ha infine confermato che il ministro Paolo Gentiloni inaugurerà formalmente la sessione, in qualità di presidente del Cgie. Intanto ieri si sono riunite le tre Commissioni continentali e quella di nomina governativa.

La candidatura di Schiavone era stata l’unica avanzata dopo le riunioni delle Commissioni continentali e, presenti 62 votanti su 63 aventi diritto – assente il consigliere Francesco Lorusso -, ha ottenuto 36 voti; 22 sono state le schede bianche

Ultima ora

08:35Libia: assalto carcere Tripoli, giallo su prigionieri

(ANSA) - ROMA, 27 MAG - Una milizia armata fedele al governo di unione nazionale del premier Fayez al Sarraj (le brigate rivoluzionarie di Tripoli di Haitem Tajouri) ha assaltato ieri sera e preso il controllo del carcere di Al Hadaba, a Tripoli. Lo riferiscono i media libici. Nella struttura sono reclusi diversi esponenti dell'ex regime, compresi Saadi Gheddafi - figlio del defunto rais Muammar - e l'ex capo degli 007 Abdallah al Senoussi. Secondo diverse fonti, i prigionieri sono stati trasferiti in un "luogo sicuro".

08:32Mo: finito sciopero fame detenuti palestinesi

(ANSAmed) - TEL AVIV, 27 MAG - Dopo oltre 40 giorni e' terminato oggi lo sciopero della fame dei membri di al-Fatah detenuti in Israele indetto dal loro dirigente Marwan Barghouti. Lo rende noto il servizio carcerario israeliano. Secondo i media nella notte e' stato raggiunto un accordo fra Israele, Anp e la Croce rossa che prevede ''benefici di carattere umanitario'' per i palestinesi detenuti in Israele. Questo sviluppo e' giunto in concomitanza con l'inizio del digiuno del Ramadan.

06:53Usa: morto Brezinski, consigliere sicurezza di Jimmy Carter

WASHINGTON - E' morto Zbigniew Brzezinski, consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti durante la presidenza di Jimmy Carter. La notizia e' stata data dalla figlia Mika, conduttrice televisiva nel programma mattutino 'Morning Joe' dell'emittente MsNbc. Brzezinski aveva 89 anni.

04:29Usa: retromarcia Casa Bianca, pubblichera’ permessi lobbisti

NEW YORK - La Casa Bianca fa un passo indietro e decide che pubblichera' le dispense e i permessi concessi ad alcuni ex lobbisti per lavorare nell'amministrazione. Le esenzioni e i permessi sono necessari per coloro che vogliono lavorare a politiche governative che li vedevano direttamente coinvolti nel settore privato come lobbisti o legali di settore. Le deroghe sono emesse da ogni singola agenzia governativa e dalla Casa Bianca caso per caso, e consentono a chi le ottiene di ignorare le politiche etiche.

04:26Russiagate: Reuters, spuntano 3 nuove telefonate Kushner

NEW YORK - Jared Kushner, uno dei piu' stretti consiglieri di Donald Trump e marito di Ivanka, avrebbe avuto piu' contatti di quanto finora noto con l'ambasciatore russo negli Stati Uniti, Sergei Kislyak. Lo riporta la Reuters citando alcune fonti, secondo le quali Kushner avrebbe avuto almeno tre telefonate, finora non note, con Kislyak fra l'aprile e il novembre 2016. Kushner, afferma il suo legale Jamie Gorelick, non ricorda le telefonate.

04:23G7: nessuna conferenza stampa in programma per Trump

NEW YORK - Nessuna conferenza stampa in programma per il presidente Donald Trump al termine del G7. Secondo le indicazioni offerte dalla Casa Bianca, il presidente americano partecipa ai lavori del G7, con il primo appuntamento alle 9,15 del mattino italiane di sabato. Alle 11,45 Trump partecipa al pranzo del G7 e alla sessione di lavoro. Poi il programma presidenziale passa subito all'appuntamento delle 17,15 a Sigonella, dove Trump rilascera' una dichiarazione davanti alle forze militari americane. Alle 17,54 e' prevista la partenza con direzione Washington.

04:21Russiagate: Senato chiede documenti a campagna Trump da 2015

NEW YORK - La commissione di intelligence del Senato, alla quale fa capo l'indagine sulla possibile interferenza della Russia alle elezioni del 2016, ha chiesto alla campagna di Donald Trump di raccogliere e presentare tutti i documenti, le email e le telefonate con la Russia a partire dal 2015, da quando Trump ha lanciato la sua campagna elettorale. Lo riporta il Washington Post citando alcune fonti.

Archivio Ultima ora