Troppi nudi, dopo esposto artista mette ‘mutande’ a quadri

(ANSA) – LEVANTO (LA SPEZIA), 23 MAR – Tre quadri di nudo esposti in una galleria d’arte vengono considerati troppo osé da alcuni zelanti abitanti di Levanto (Spezia). Parte l’esposto e la pittrice spagnola Rosanna Avery è costretta non solo a rimuoverli dalla vetrina dell’atelier ma, dopo la sollecitazione dei Carabinieri attivati dall’esposto, innervosita dalla incomprensibile censura, fa un gesto degno dei ‘braghettoni’ che celarono le parti intime dei personaggi della Cappella Sistina ritratti da Michelangelo e copre i suoi nudi con delle mutande di carta. Ovviamente indispettita espone i quadri ‘mutandati’ accompagnandoli con messaggi diretti a chi ha trovato osceni quei quadri e invitando gli autori dell’esposto a manifestarsi e cercarsi un legale. La Avery, secondo quanto riportato dal Secolo XIX, ha scritto anche al Prefetto della Spezia appellandosi all’articolo 21 della Costituzione. La segnalazione risale alla scorsa estate ma, con la nuova stagione turistica alle porte nel piccolo borgo, la donna ha architettato questa singolare protesta. I quadri ‘mutandati’rappresentano la caduta di Icaro e due nudi di donna. (ANSA).

Condividi: