L’Avana stregata dai Rolling Stones

Pubblicato il 26 marzo 2016 da redazione

Fans wait for the start of the Rolling Stones concert in Havana, Cuba, Friday March 25, 2016. The Stones are performing in a free concert in Havana Friday, becoming the most famous act to play Cuba since its 1959 revolution. (ANSA/AP Photo/Enric Marti)

Fans wait for the start of the Rolling Stones concert in Havana, Cuba, Friday March 25, 2016. The Stones are performing in a free concert in Havana Friday, becoming the most famous act to play Cuba since its 1959 revolution. (ANSA/AP Photo/Enric Marti)

L’AVANA. – Una notte unica, che rimarrà nella storia, e nella quale il rock si è intrecciato al passato e al futuro di un intero paese. In un mega-concerto gratuito davanti a 400 mila persone, i Rolling Stones hanno stregato l’isola dei Castro e segnato di fatto una sorta di spartiacque sul fronte della musica, e non solo.

“Ciao Avana, e buonasera alla mia gente cubana”: sono bastate queste parole di Mick Jagger per dare inizio ad uno show mai visto finora nel paese, allestito nell’immenso spazio della Ciudad Deportiva, non lontano dal Palacio de la Revolución.

In una serata tiepida che ha anticipato la solita estate torrida cubana, in tanti, giovanissimi e non solo, si sono messi a saltare e ballare appena riconosciuto il classico riff di ‘Jumpin Jack flash’ con il quale la band britannica ha aperto il concerto, forse tra i pochi pezzi – insieme a ‘Satisfaction’ – che i cubani riconoscono fin dai primi accordi. Jagger ha poi dedicato ‘Angie’ a “los cubanos románticos”.

A girl stands on the roof of a house next to the Ciudad Deportiva to get a view of the Rolling Stones concert in Havana, Cuba, Friday March 25, 2016. The Stones are performing in a free concert in Havana Friday, becoming the most famous act to play Cuba since its 1959 revolution. (ANSA/AP Photo/Desmond Boylan)

A girl stands on the roof of a house next to the Ciudad Deportiva to get a view of the Rolling Stones concert in Havana, Cuba, Friday March 25, 2016. The Stones are performing in a free concert in Havana Friday, becoming the most famous act to play Cuba since its 1959 revolution. (ANSA/AP Photo/Desmond Boylan)

“Non so cosa vuol dire, e non capisco l’inglese, ma non importa, suona fantastico”, ha detto all’Ansa una ragazza con addosso una maglietta nella quale spiccava la linguaccia simbolo del gruppo. E ed è spuntata persino qualche immagine con un ‘Che’ Guevara deformato appunto con la lingua rossa emblema della band. “A me questa idea che abbiamo i cubani di mescolare il rock con i nostri ritmi non piace proprio: voglio da una parte il rock puro e dall’altra la salsa pura. Eccomi qua”, commentava d’altro lato Ariel, 19 anni.

A stuzzicare il pubblico ci ha pensato, ovviamente, Jagger, che ha pronunciato qualche frase spezzettata in spagnolo: per esempio, quando ha ricordato che “i tempi stanno cambiando”. Poche parole, chiare a tutti. Per l’occasione, gli Stones hanno portato all’Avana lo show già collaudato nel trionfale tour sudamericano chiusosi pochi giorni fa in Messico.

Sul fronte della tecnologia e la qualità del suono, L’Avana non aveva mai visto uno spettacolo così. E d’altra parte per più di un’intera generazione i cubani non hanno avuto altra scelta che considerare il rock come un sogno proibito. Tanti i turisti, molti dei quali sudamericani, ma anche di alri paesi, tra i quali, nella zona riservata ai vip, Richard Gere e Naomi Campbell.

Thousands gather at the Ciudad Deportiva as the Rolling Stones perform in Havana, Cuba, Friday March 25, 2016. The Stones are performing in a free concert in Havana Friday, becoming the most famous act to play Cuba since its 1959 revolution. (ANSA/AP Photo/Ramon Espinosa)

Thousands gather at the Ciudad Deportiva as the Rolling Stones perform in Havana, Cuba, Friday March 25, 2016. The Stones are performing in a free concert in Havana Friday, becoming the most famous act to play Cuba since its 1959 revolution. (ANSA/AP Photo/Ramon Espinosa)

Tra gli altri pezzi interpretati – 18 in tutto nel concerto che è durato due ore – anche ‘Paint it black’, ‘Midnight rambler’, ‘Miss you’, ‘Ruby Tuesday e ‘You can’t always what you want’, nel quale Jagger ha avuto l’aiuto del coro locale ‘Entrevoces’.

Il concerto di quello che è stato un Venerdì Santo del tutto particolare dell’Avana è coinciso con una bella luna piena. A segnalarlo è stato il sito web ufficiale Cubadebate, il quale ha ricordato “lo strano clima che ha accompagnato invece il recente viaggio di Obama”, il quale ha infatti visitato L’Avana sotto la pioggia: almeno ai tropici, la Casa Bianca non ha evidentemente il potere di Jagger e compagni, che sotto la luna habanera hanno fatto un altro salto verso la leggenda.

Ultima ora

13:53Calcio: Agnelli, Juve assolta in indagine Fifa su Pogba

(ANSA) - TORINO, 24 OTT - L'indagine della Fifa sul trasferimento di Paul Pogba dalla Juventus al Manchester United "si è conclusa senza alcuna implicazione per la Juventus che è stata completamente assolta". Lo ha detto il presidente Andrea Agnelli, in risposta a un azionista. "Per la cessione di Pogba - ha aggiunto l'a.d. bianconero Aldo Mazzia - era previsto un pagamento dilazionato, con ultime rate nell'agosto 2018 e agosto 2019, durante questo esercizio abbiamo ceduto pro soluto il credito a un'istituzione finanziaria e abbiamo ottenuto l'anticipo dell'incasso di 70 milioni, a vantaggio dell'indebitamento finanziario netto alla fine di questa stagione".

13:48Germania: Schaeuble eletto presidente del Bundestag

(ANSA) - BERLINO, 24 OTT - Wolfgang Schaeuble è stato eletto presidente del nuovo Parlamento tedesco. L'ex ministro delle Finanze succede a Norbert Lammert.

13:47Insulti antisemiti: informativa Digos alla Procura Roma

(ANSA) - ROMA, 24 OTT - E' stata depositata in Procura un' informativa della Digos sulla vicenda degli adesivi antisemiti ritrovati nella curva sud del stadio Olimpico di Roma all'indomani della partita Lazio-Cagliari. Lo si apprende da fonti investigative. Gli adesivi, grandi quanto le figurine dei calciatori, sono stati trovati ieri su una vetrata all'interno della curva sud e raffiguravano Anna Frank con la maglietta della Roma. Dopo il ritrovamento è intervenuta la polizia scientifica per i rilievi del caso.

13:44Mondiali: domani al via vendita biglietti per Italia-Svezia

(ANSA) - ROMA, 24 OTT - Inizierà alle ore 15 di domani la vendita dei biglietti per Italia-Svezia, gara di ritorno del play off Mondiale in programma lunedì 13 novembre (ore 20.45) allo stadio 'Giuseppe Meazza' di Milano. Domani pomeriggio prenderà il via anche la vendita dei biglietti del settore riservato ai tifosi italiani per la gara d'andata del play off Mondiale con la Svezia in programma venerdì 10 novembre alla 'Friends Arena' di Solna (ore 20.45). I tagliandi potranno essere acquistati sui siti www.vivoazzurro.it e www.ticketone.it fino ad esaurimento dei posti disponibili e non oltre le ore 15 di venerdì 3 novembre.

13:44Pd: a via seconda settimana treno Renzi da Reggio Calabria

(ANSA) - REGGIO CALABRIA, 24 OTT - Con una visita al Parco lineare Sud di Reggio Calabria, si è aperta la seconda settimana di tour del treno del Partito democratico. Matteo Renzi, segretario Dem, è stato in visita al parco, dove sono in corso lavori di riqualificazione, con il sindaco Giuseppe Falcomatà e parlamentari del Pd tra i quali Stefania Covello. Renzi è poi giunto in stazione, da dove il treno, che oggi toccherà diverse tappe in Calabria, parte per Rosarno. Fuori dalla stazione c'erano ad attenderlo sostenitori, ma anche un gruppetto di contestatori di Fratelli d'Italia e vigili del fuoco precari. (ANSA).

13:40Calcio: Montella, con difficoltà spifferi diventano varchi

(ANSA) - CARNAGO (VARESE), 24 OTT - "La squadra è coesa, Bonucci non ha mai detto di voler fare un passo indietro sulla fascia da capitano ed è giusto così". Vincenzo Montella prova a spazzare i dubbi sulle crepe all'interno dello spogliatoio del suo Milan. "Le difficoltà di Bonucci? Sto facendo training autogeno, potrei far durare molto la risposta - ha sorriso l'allenatore rossonero alla vigilia della trasferta con il Chievo -. Sono nel calcio da tanti anni, fra momenti brutti e felici. Quando va meno bene gli spifferi diventano aperture enormi. Dal primo momento ho detto che leggo tutto, anche fra le righe, so anche da dove provengono determinate cose. La squadra è coesa - ha puntualizzato Montella -, Bonucci dalle mie verifiche non ha mai detto di voler fare un passo indietro sulla fascia di capitano, ed è giusto così perché è stata una mia scelta. Ci ho messo un po' di tempo ma è stata una scelta ponderata. Il resto sono discorsi disturbatori".

13:40Di Maio, confronto Boschi? Sì,insieme a risparmiatori

(ANSA) - CATANIA, 24 OTT - "Non ho alcun problema a partecipare a un confronto con Maria Elena Boschi: dopo il 5 novembre perché adesso sono impegnato in Sicilia a mandare a casa gli impresentabili di Musumeci e di Micari; il confronto sia magari all'americana, in una piazza davanti a Banca Etruria con i risparmiatori, così avrà modo di dire anche a loro la verità". L'ha detto il vicepresidente della Camera e candidato premiar del M5S Luigi Di Maio, a Catania, a margine di una sua visita nell'istituto di Fisica nucleare.

Archivio Ultima ora