Salvini vola in Israele,agenda fitta con visita a Yad Vashem

Pubblicato il 27 marzo 2016 da ansa

(ANSA) – ROMA, 27 MAR – Prima visita in Israele per Matteo Salvini che guiderà una delegazione della Lega Nord nello stato ebraico per tre giorni, dal 29 al 31 marzo. Intensa l’agenda della missione estera di Salvini che avrà una serie di incontri politici a Gerusalemme, visiterà lo Yad Vashem, il museo dedicato al ricordo dell’olocausto e si sposterà al confine con l’Egitto per conoscere il funzionamento del valico di frontiera con la striscia di Gaza di Kerem Shalom.

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

19:59Calcio: Messi squalificato, l’Argentina farà ricorso

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - La Federcalcio argentina presenterà ricorso contro la squalifica per 4 partite inflitta dalla Fifa a Lionel Messi, in seguito alle sue intemperanze verbali contro un guardalinee durante il match di qualificazioni mondiali contro il Cile, giovedì scorso. Lo ha confermato Jorge Miadosqui, dirigente della Federazione, a poche ore dalla gara dell'Albiceleste in Bolivia, sempre valevole per il girone sudamericano. E nella quale il posto del numero 10 sarà preso da Angel Correa. In seguito alla squalifica, la "Pulce" dovrebbe saltare la partita odierna e quelle successive contro Uruguay, Venezuela e Perù, oltre a pagare una multa di 10mila franchi svizzeri. Tornando disponibile solo per l'ultima gara contro l'Ecuador, ad ottobre.

19:55Incidente A1-A14, 16 in ospedale,nessuno in pericolo di vita

(ANSA) - BOLOGNA, 28 MAR - Non c'è nessuno in pericolo di vita dopo l'incidente tra un pullman e un tir sul raccordo autostradale bolognese A1-A14. Secondo quanto riferito dall'Ausl di Bologna, diversamente da quanto si era appreso in un primo momento, sono 43 le persone le persone coinvolte, di cui 27 incolumi. Sedici i feriti trasportati in ospedale, otto al Maggiore di cui due in condizioni di media gravità, gli altri con un codice più lieve. Gli altri otto sono stati portati al policlinico Sant'Orsola, anche questi in codici di lieve entità. Sono intervenute un'automedica, cinque ambulanze e un mezzo di coordinamento del 118. (ANSA).

19:54Brexit: May, ‘no a negoziati con Scozia su referendum’

(ANSA) - LONDRA, 28 MAR - "Non apriremo i negoziati sulla proposta della Scozia". Risponde picche la premier britannica Theresa May, tramite un suo portavoce, dopo l'approvazione da parte del Parlamento di Edimburgo di una mozione che chiede un nuovo referendum sull'indipendenza della Scozia dal Regno Unito. "Ora non è il momento giusto", ha ribadito il primo ministro, riferendosi all'inizio dei negoziati sulla Brexit.

19:48Calcio: Totti 24 anni dopo “ero proprio ragazzetto sbarbato”

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - "24 anni fa l'esordio in Serie A... ero proprio un ragazzetto sbarbato! Grazie mille per il vostro affetto!". Con questo tweet, accompagnato da una foto d'epoca, il capitano della Roma Francesco Totti ricorda l'anniversario della sua prima partita nella massima serie e ringrazia tutti i fan. La società giallorossa celebra il suo n.10 pubblicando sul sito un video con una rassegna di "24 traguardi raggiunti dal capitano e altrettanti eventi avvenuti al di fuori del calcio", oltre a un'intervista a Ruggero Rizzitelli - l'attaccante che fu sostituito proprio dal 16enne Totti all'87' della partita Brescia-Roma - molte fotografie e video e un quiz per testare il grado di 'tottismo' dei tifosi.

19:20Calcio: Sabatini, Monchi ottima scelta per la Roma

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - "Oggi è una giornata per me infausta, è quasi stato reso ufficiale il nome del prossimo ds della Roma. Non c'è ancora ufficialità, ma è Monchi. E' un uomo straordinario, la Roma ha fatto un'ottima scelta". Così Walter Sabatini nel corso di un incontro all'Università Roma Tre. L'ex ds giallorosso si è soffermato anche sulla posizione di Luciano Spalletti. "Spero resti, sarebbe una perdita enorme - le parole di Sabatini - Spalletti ha tentato e sta tentando di portare dentro alla Roma la mentalità vincente. Da quando è arrivato non ha mai detto una cosa inutile, ha dovuto dire cose impegnative, andando a volte in rotta di collisione con Totti. Ho visto fargli fare giocate non riproducibili. Spalletti, colpendo Totti in alcune circostanze, lo ha fatto per portare dentro la Roma quell'idea di forgiare una squadra forte. Sta cercando di fare qualcosa di poderoso. Merita di vincere con la Roma, e sarebbe l'unico in grado di farlo. Se potrebbe andare alla Juventus? Lo auguro alla Juve, ma spero voglia restare".

19:18Card. Pell, restano sfide ma trasparenza finanze c’è

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 28 MAR - La riforma delle finanze vaticane ha fatto progressi "sostanziali". "Ci sono delle sfide che qua e là rimangono, ma il mondo è cambiato, di fatto la trasparenza c'è". E' soddisfatto il card. George Pell, a capo della Segreteria per l'Economia vaticana, chiamato per contrastare l'opacità e in qualche caso il non corretto utilizzo delle risorse in Curia. Un lavoro che vede il concretizzarsi ora di "progressi". "I nostri conti sono accurati e i controlli sono adeguati. Utilizziamo mezzi moderni", ha riferito oggi il cardinale. Papa Francesco accompagna questo processo: "Vedo il Papa più o meno ogni due settimane - riferisce il cardinale -, apprezza il nostro lavoro e capisce anche le nostre difficoltà". Il cardinale lascia poi intuire che il suo lavoro proseguirà. Alla domanda se manterrà questo impegno (Pell ha già compiuto 75 anni, l'età che nella Chiesa segna la possibile fine degli incarichi di governo), ha infatti risposto: "Per qualche tempo ancora credo proprio di sì".

19:18Calcio: club europei all’attacco, no al Mondiale 48 squadre

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - Torna a tuonare contro la Fifa e la sua scelta di varare un Mondiale a 48 squadre nel 2026 il presidente del Bayern Monaco, nonché numero 1 dell'Associazione dei club europei (Eca), Karl Heinz Rummenigge. "E' chiaro che la federcalcio internazionale sa che a noi non piace per nulla il fatto di aumentare del 50% il numero dei partecipanti al Mondiale - ha detto l'ex campione tedesco al termine della riunione dell'associazione ad Atene -. E' un fatto. Sulla questione il processo decisionale e la trasparenza dal nostro punto di vista sono inaccettabili". Non basta, Rummenigge insiste: "Loro usano i nostri giocatori, i nostri dipendenti, in favore della coppa del Mondo. Abbiamo tutto il diritto di trovare una soluzione". Anche l'Uefa è nel mirino dei club europei - sono 220 quelli rappresentati dall'Eca, ma a lamentarsi della situazione sono soprattutto i big -, che chiedono di ridurre il numero degli incontri internazionali.

Archivio Ultima ora