Moschee: Maroni, ho battuto Renzi 6-2, legge resta in vigore

(ANSA) – MILANO, 30 MAR – Sulle moschee, “la partita Maroni-Renzi finisce 6 a 2 per me: il presidente del consiglio aveva fatto ricorso su 8 punti, 6 sono stati dichiarati inammissibili o manifestamente inammissibili” dalla Corte Costituzionale: l’ha detto il presidente della Lombardia, Roberto Maroni, parlando del pronunciamento della Consulta sulla legge regionale cosiddetta anti-moschee. “Se c’è qualcuno che non conosce la Costituzione, non è il presidente della Regine Lombardia”, ha aggiunto Maroni durante la conferenza stampa dopo-Giunta. “La legge della Regione – ha concluso – non è stata dichiarata incostituzionale, se non in due punti secondari che modificheremo nella prossima giunta, quindi c’è e rimane in vigore”.

Condividi: