Alta tensione tra Usa e Russia. Soffiano venti di guerra fredda

Pubblicato il 30 marzo 2016 da redazione

President Barack Obama participates in a bilateral meeting with Russia’s President Vladimir Putin during the G20 Summit, Monday, June 18, 2012, in Los Cabos, Mexico. (AP Photo/Carolyn Kaster)

President Barack Obama participates in a bilateral meeting with Russia’s President Vladimir Putin during the G20 Summit, Monday, June 18, 2012, in Los Cabos, Mexico. (AP Photo/Carolyn Kaster)

MOSCA. – Tra Mosca e Washington tornano a soffiare gelidi i venti della guerra fredda. All’annuncio degli Usa di voler schierare stabilmente una brigata corazzata lungo il confine est della Nato per prevenire ogni tipo di aggressione da parte della Russia, Mosca ha reagito digrignando i denti e minacciando “una risposta assolutamente asimmetrica” ed “efficace”.

Nonostante i passi avanti fatti in Siria, e le promesse di maggiore cooperazione contro i terroristi in Libia e nello Yemen, Cremlino e Casa Bianca si comportano ancora da avversari. E si sfidano. Il piano di rafforzamento in Europa orientale presentato dal Pentagono dovrebbe partire tra meno di un anno, nel febbraio del 2017, e prevede il dispiegamento di una brigata corazzata forte di circa 4.200 militari, carri armati e mezzi blindati, tra sei paesi della Nato: Lituania, Estonia, Lettonia, Polonia, Romania e Bulgaria.

Con questa nuova unità, l’esercito americano disporrà in tutto di tre brigate in Europa, che in caso di conflitto – assicura il ministero della Difesa di Washington – potranno costituire rapidamente una divisione perfettamente equipaggiata. E questa è comunque solo una parte delle truppe a stelle e strisce presenti nel Vecchio continente, che contano in totale su circa 65.000 soldati.

Mosca in ogni caso ha avvertito che non starà a guardare. “Non siamo osservatori passivi”, ha dichiarato il rappresentante della Russia presso la Nato, Aleksandr Grushko, assicurando che Mosca realizzerà gradualmente “tutte le misure militari necessarie per compensare questo rafforzamento non giustificato da nulla”.

A deteriorare le relazioni tra Russia e Occidente è stata la crisi ucraina, con l’annessione della Crimea da parte di Mosca nel marzo di due anni fa e il presunto sostegno militare della Russia ai separatisti del Donbass. Ed è a questo che ha fatto riferimento il vice segretario alla Difesa Usa, Robert Work, per giustificare la scelta americana di flettere i muscoli in Europa: il piano – ha affermato – serve a tranquillizzare i paesi dell’est preoccupati da “una Russia aggressiva”.

Le tensioni tra Mosca e Washington sono evidenti. L’ennesima prova è il boicottaggio da parte di Vladimir Putin del summit sulla Sicurezza nucleare in agenda a Washington in questi giorni. Nessun passo indietro per il Cremlino: la decisione di non partecipare al vertice americano è confermata. Il motivo? “Abbiamo riscontrato una mancanza di interazione nell’elaborazione preliminare dei temi e degli argomenti del vertice”, spiega il portavoce del presidente russo.

Dietro però, secondo alcuni esperti, potrebbero esserci motivazioni più prettamente politiche: “La Russia tratterà gli Usa da pari a pari dove sa di essere utile, ma non andrà a Washington a baciare l’anello al presidente Obama”, afferma il direttore del Programma Russia ed Eurasia del Carnegie Center, Eugene Rumer, ai microfoni di Fox News. Il Cremlino non vuole insomma lasciare l’iniziativa alla Casa Bianca. E non andando al Vertice, nega agli americani padroni di casa la partecipazione di una delle maggiori potenze nucleari a un summit che ha come tema la sicurezza atomica. Un grave smacco per Washington.

“La Russia si sta isolando da sola”: è stato il commento di Ben Rhodes, uno più stretti collaboratori di Barack Obama. Ma il ministero degli Esteri russo denuncia “un tentativo di imporre alle organizzazioni internazionali il punto di vista di un limitato gruppo di Stati” nel campo della sicurezza nucleare.

L’assenza di Putin al quarto Nuclear Security Summit non sorprende più di tanto. Del resto, all’ultimo Vertice, svoltosi due anni fa all’Aja nel pieno della crisi ucraina, il leader della Casa Bianca diede un vero e proprio schiaffo diplomatico a Putin: “La Russia – disse – è una potenza regionale che minaccia alcuni dei suoi immediati vicini, non per la sua forza ma per la sua debolezza”. Parole che il presidente russo difficilmente ha dimenticato.

(di Giuseppe Agliastro/ANSA)

Ultima ora

19:43Ussita, viaggio fra macerie e speranze ‘congelate’

(ANSA) - USSITA (MACERATA), 21 GEN - Macerie, neve e desolazione: quella che arriva da Ussita è la cartolina di un paese distrutto. E il viaggio che parte da fondovalle per arrivare sulle vette di Frontignano, passando per le frazioni di Casali, Sorbo, Calcara e Tempori, diventa un lungo elenco di case, stalle e alberghi da demolire e frazioni sepolte sotto un metro e oltre di neve e ghiaccio che rischia di congelare anche le speranze di chi qui vorrebbe ricostruire un futuro. "Se in primavera non riportiamo la gente a vivere in questa vallata, Ussita sarà finita. Gli ultimi terremoti di mercoledì scorso e tutta questa neve ci hanno messo definitivamente in ginocchio e oggi c'è in noi solo un sentimento di grande preoccupazione", dice all'Ansa il sindaco, Marco Rinaldi, mentre è alla guida del fuoristrada 4X4 intento a raggiungere le zone più difficili del territorio. Oggi a Ussita vivono in 11: 6 allevatori e 5 tra personale del Municipio e volontari, tutti gli altri 450 residenti si sono trasferiti negli alberghi del mare.

19:25Donna di 53 anni trovata mummificata in casa a Modena

(ANSA) - MODENA, 21 GEN - Una donna di 53 anni, T.C., è stata trovata morta in casa in centro storico a Modena e il suo corpo era mummificato. Nessuno l'ha cercata per molti mesi, forse anche un anno. Gli agenti della Polizia Municipale, con l'aiuto di un fabbro, hanno forzato venerdì la porta di casa in via Stella 5, regolarmente chiusa. Sono stati i servizi sociali a sollecitare l'intervento dei vigili urbani, dopo segnalazioni dei servizi sanitari che la seguivano, perché lei da molto tempo non si era più fatta vedere. Riceveva aiuti economici, ma da tempo rifiutava ogni contatto, anche telefonico, e visite domiciliari. Il suo corpo è apparso mummificato, trovato a terra seminudo di fianco al letto, pochi stracci ormai attaccati alla pelle. Tutto attorno pareva in ordine. Nella palazzina di sei appartamenti, nessuno dei vicini ne sapeva nulla. Ora si stanno cercando eventuali parenti. (ANSA).

19:24Pci: due cortei ne ricordano la nascita a Livorno

(ANSA) - LIVORNO, 21 GEN - Due cortei a Livorno per celebrare il 96/o anniversario della la nascita del Partito comunista d'Italia, fondato nella città toscana il 21 gennaio del 1921 dalla scissione del congresso socialista che si tenne al teatro Goldoni. Il primo corteo, organizzato dal nuovo Pci si è ritrovato al teatro San Marco, luogo simbolo in cui il vecchio partito nacque. Circa trecento i partecipanti arrivati da tutta Italia. Presente anche il segretario nazionale del Pci Mauro Alboresi che ha tenuto poi un comizio in piazza Attias:. "Vogliano ridare voce al mondo del lavoro e alle masse popolari che ne sono state private". L'altro corteo, organizzato dal Centro politico 1921 di Livorno e al quale ha aderito anche Rifondazione comunista, è partito dal Teatro Goldoni, facendo il percorso inverso, fino ad arrivare al teatro San Marco. In mattinata al cimitero comunale sia Pci che Rifondazione hanno reso omaggio con la deposizione di fiori sulle tombe ai compagni di partito scomparsi.

19:23Tampona e trascina guidatore su cofano,trovato pirata strada

(ANSA) - VERONA, 21 GEN - Ha un nome il pirata della strada che l'8 gennaio scorso a Verona, dopo aver tamponato un'autovettura, era ripartito trascinando e scagliando a terra il conducente investito, che si era messo sul cofano per fermarlo. Lo ha rintracciato, e denunciato alla magistratura, la polizia municipale di Verona: si tratta di un calabrese di 38 anni, non residente a Verona. La vittima, un avvocato veronese 38enne, era stato trascinato dalla Audi A3 dell'uomo per alcuni metri, fortunatamente senza gravi conseguenze. La scena dell'incidente e il successivo allontanamento dell'Audi era stata quasi interamente ripresa dal sistema di videosorveglianza cittadino. Incrociando i dati resi dai testimoni su alcuni numeri della targa, e altre informazioni acquisite su data base della motorizzazione, i vigili sono arrivati all'identificazione del proprietario dell'Audi - una persona residente in Germania - e da questo alla persona che attualmente l'aveva in utilizzo, riconosciuto dalla vittima come il pirata che l'aveva investito.

19:05Protezione civile Marche, rischio valanghe

(ANSA) - ANCONA, 21 GEN - Il Centro Funzionale Multirischi della Protezione civile delle Marche ha diramato una raccomandazione a Comuni e enti locali a ''prestare la massima attenzione al possibile innesco di fenomeni valanghivi anche di piccole dimensioni non solo nelle aree già conosciute e/o perimetrate nel Piano di assetto idrogeologico, ma anche su tutti i versanti con forti accumuli di neve lungo le scarpate delle reti viarie''. Aggiornamenti su www.regione.marche.it/Regione-Utile/Protezione-Civile/Previsione -e-MonitoraggioBollettini.

19:01In piazza contro Trump, ‘marciamo uniti per prossimi 4 anni’

(ANSA) - WASHINGTON, 21 GEN - "Siamo tutti sotto attacco e solo noi possiamo proteggerci a vicenda. Restiamo uniti, marciamo insieme, per i prossimi quattro anni". Questo l'appello lanciato dall'attrice America Ferrera aprendo a Washington la manifestazione di protesta contro il neo presidente Donald Trump che vede già in piazza migliaia di persone pronte a marciare lungo il National Mall nella capitale. Una mobilitazione cui aderiscono molte personalita', volti noti dello spettacolo, artisti, tra cui Scarlett Johansson, Ashley Judd e Michael Moore.

18:54Calcio: Serie B, sconfitte Verona, Frosinone e Benevento

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - Risultati degli incontri della 22/a giornata del campionato di calcio di serie B (domani alle 17.30 Salernitana-Spezia; lunedì alle 20.30 Perugia-Cesena). Ascoli-Pro Vercelli rinviata; Brescia-Avellino 0-2; Carpi-Vicenza 0-0; Cittadella-Bari 2-0; Latina-Verona 2-0; Pisa-Ternana 1-0; Spal-Benevento 2-0; Trapani-Novara 2-1; V.Entella-Frosinone 2-1. Classifica: Verona 41; Spal 39; Frosinone 38; Cittadella 37; Benevento 36; Carpi 33; Entella 32; Perugia 30; Bari 29; Spezia e Novara 28; Ascoli e Brescia 27; Latina e Vicenza 26; Salernitana, Pisa, Pro Vercelli e Avellino 24; Cesena 22; Ternana 20; Trapani 16.

Archivio Ultima ora