Il premier belga era nel mirino dei terroristi

Pubblicato il 31 marzo 2016 da redazione

Charles Michel

Charles Michel

BRUXELLES. – Non si allenta la tensione a Bruxelles dove nuove indiscrezioni rivelano che la cellula terrorista aveva messo gli occhi su un altro obiettivo, oltre ad aeroporto e metropolitana: il palazzo del Governo e la residenza del premier Charles Michel, entrambi molto vicini all’ambasciata americana.

Nel computer sequestrato nel loro covo di Schaerbeek, dove i kamikaze e i loro complici hanno vissuto e fabbricato bombe, sono state trovate foto e piantine dei palazzi del potere, ora tutte anche nelle mani dell’Fbi che aiuterà i belgi a decriptare i file nascosti e i dati negli iPhone dei terroristi.

Intanto la città, in cerca di una sua normalità, assiste al crollo del turismo proprio durante le vacanze pasquali, che terminano domenica: metà delle prenotazioni sono state cancellate, e l’aeroporto principale resta ancora chiuso. Le foto del palazzo del capo del Governo e quelle della sua residenza privata erano nello stesso computer portatile dove è stato trovato il ‘testamento’ del kamikaze di Zaventem, Ibrahim El Bakraoui.

Il sospetto che fosse uno degli obiettivi valutati ha portato immediatamente ad innalzare la protezione degli edifici, confinanti con la sede dell’ambasciata Usa, con la quale sono state condivise le informazioni. Il timore di un altro attacco è sempre vivo, anche perché la cellula belgo-francese è lontana dall’essere annientata. Secondo la Cnn, sarebbero ancora otto le persone ricercate per gli attacchi di Bruxelles e Parigi.

Tre di esse avrebbero legami diretti con Olanda, Svezia e Germania. Due hanno avuto legami con Abaaoud e con Salah Abdeslam che li avrebbe incontrati a Ulm a settembre scorso. Uno sarebbe un belga di origine maliana, Yoni Patrick M., 25 anni, andato in Siria una prima volta ad aprile 2013, tornato in Belgio a giugno, arrestato e rilasciato.

Nel gennaio 2014 sarebbe ritornato in Siria, stavolta con Abaaoud ed il fratello Younes. L’Isis aveva annunciato la sua morte con un messaggio Twitter che sarebbe risultato falso. L’altro sarebbe Naim A,. un siriano di 28 anni, legato all’attentato del 22 marzo a Bruxelles e starebbe usando documenti falsi.

Intanto, per evitare che la tensione monti e che si ripetano gli incidenti di domenica con i neonazi in piazza, il comune di Molenbeek ha vietato la manifestazione convocata domenica nella piazza principale del quartiere dal gruppo francese di estrema destra anti-Islam ‘Génération identitaire’. Le autorità stanno pensando a misure per impedire agli estremisti di raggiungere la città a partire da stazioni ferroviarie e metro.

“Non c’è posto per loro a Molenbeek, viviamo un periodo in cui bisogna testimoniare con raccoglimento e riserbo”, ha detto il sindaco. Se le indagini sono sempre ferme alla ricerca de ‘l’uomo col cappello’ e del possibile complice del kamikaze di Maelbeek, anche sul fronte della sicurezza interna non ci sono progressi.

Il Parlamento belga non riesce ancora a trovare un accordo sulla creazione della commissione d’inchiesta parlamentare annunciata dopo gli attentati per fare luce su possibili sviste o malfunzionamenti del sistema, e rinvia tutto a una nuova riunione venerdì. I capigruppo continuano a litigare sulle basi, cioè quale periodo dovrebbe coprire l’indagine a quali ambiti.

(di Chiara De Felice/ANSA)

Ultima ora

21:30Calcio: Manchester, lutto al braccio e minuto di silenzio

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - Manchester United e Ajax, squadre finaliste di Europa League, hanno osservato un minuto di silenzio prima della partita in corso ora alla Friends Arena di Stoccolma, in onore delle vittime dell'attentato di lunedì sera al concerto di Ariana Grande. Ben prima del termine dell'omaggio, con i giocatori abbracciati in mezzo al campo, il pubblico non ha trattenuto il silenzio e si è unito in un applauso inneggiando alla città colpita dal terrorismo. La squadra di Mourinho gioca con il lutto al braccio.

21:08Calcio: Mourinho, giocheremo senza felicità

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "Mi aspetto una grande partita e mi aspetto che il Manchester United non sia giudicato da questa partita per tutta la stagione: ma soprattutto, giochiamo una finale di Europa League senza la felicità che comporterebbe". Così José Mourinho parla della sfida all'Ajax, tornando ad esprimere il dolore per l'attentato di Manchester. "Di solito, partite così si giocano con la felicità dentro - ha detto il tecnico portoghese pochi minuti prima del fischio d'inizio a Stoccolma - ma questa volta non è così, non può essere così".

21:03Bambino investito da un’auto a Roma, è grave

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - Un bambino di 5 anni è stato investito da un'auto nel pomeriggio a Roma. E' accaduto in via Laodicea, zona San Paolo. Il piccolo è stato trasportato in gravi condizioni dal 118 in ospedale. Sembra fosse in compagnia di uno zio quando è stato travolto. Sul posto per i rilievi la polizia locale. Dalle primissime informazioni, sembra che il bambino sia sbucato all'improvviso tra le auto in sosta per attraversare quando l'auto lo ha investito in una stradina stretta che costeggia un piccolo parco pubblico. Secondo quanto si è appreso, in quel punto non ci sarebbero le strisce pedonali. Il piccolo è stato trasportato in ospedale in codice rosso, ma sembrerebbe non sia in pericolo di vita. La polizia locale sta effettuando accertamenti per ricostruire l'esatta dinamica dell'incidente. Sono state raccolte alcune testimonianze. Sembrerebbe che il bimbo sia un nomade e che quando è stato investito fosse in compagnia di uno zio.

20:58Ddl toghe sporche: Senato approva all’unanimità

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - L'Aula di Palazzo Madama approva il ddl che inasprisce le pene per i magistrati che commettono i reati contro la Pubblica Amministrazione con 178 sì, senza contrari né astenuti. Il provvedimento passa ora all'esame della Camera

20:53Renzi, Rosatellum ha numeri Camera, vediamo se a Senato

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "La mia posizione è il Mattarellum, al Mattarellum dicono di no. Abbiamo presentato il Rosatellum, secondo me alla Camera i numeri potrebbe averli: bisogna che gli altri ci dicano se li ha anche al Senato o no". Lo dice Matteo Renzi, interpellato a margine del Maurizio Costanzo Show. "Vediamo un po', il punto vero è che noi stiamo facendo le cose sul serio per accogliere l'invito del presidente della Repubblica, dopodiché gli italiani valuteranno chi sta dalla parte della soluzione e chi no", aggiunge.

20:49G7: Politico, Trump mantiene incertezze su commercio e clima

(ANSA) - WASHINGTON, 24 MAG - Commercio e clima tengono in sospeso il testo del comunicato finale del G7 di Taormina a causa delle incertezze mantenute sino ad oggi dagli americani. Lo scrive Politico, citando alcuni dirigenti e diplomatici stranieri e uno americano. Finora, secondo Politico, la parte statunitense ha sottoposto punti generici che impediscono di definire con precisione le posizioni che i leader discuteranno venerdì e sabato in Sicilia. Un dirigente americano che ha visto i 'key point' Usa ha riferito che Washington ha accettato di includere solo un linguaggio generico nel 'communique' del G7, come "promuovere la prosperità economica e la crescita globale". E ha anticipato che Trump parlerà "delle pratiche commerciali sleali e di altre questioni globali, come il ruolo dell'innovazione nell'economia, l'uguaglianza delle donne e la sicurezza alimentare". (ANSA).

20:38Blitz Gdf in filiale Unicredit a Olbia, s’indaga per usura

(ANSA) - OLBIA, 24 MAG - La Guardia di finanza di Olbia ha acquisito una serie di documenti in una filiale Unicredit della città gallurese, relativi a finanziamenti erogati alla Cite Commerciale Srl,a seguito del fallimento di quest'ultima. Oggi al direttore della filiale è stato notificato un ordine di esibizione firmato dal Procuratore della Repubblica di Tempio, Domenico Fiordalisi. L'attività, coordinata dal maggiore delle Fiamme gialle Marco Salvagno, è stata disposta nell'ambito di un'inchiesta che ipotizza il reato di usura ai danni della società olbiese. La Cite commerciale srl, che si occupava della vendita di materiale e impianti idraulici, era fallita a causa di debiti per una somma vicina ai 3 milioni di euro maturati con le banche. La Procura di Tempio sta procedendo con le indagini per verificare se i tassi applicati ai prestiti avessero superato i limiti previsti dalla legge. Si parla di interessi sui prestiti che arriverebbero, stando ai conteggi effettuati da un consulente, sino al 18 per cento. (ANSA).

Archivio Ultima ora