Bimbo morto dopo dimissioni ospedale: oggi autopsia

(ANSA) – COMO, 2 APR – Potrebbe essere stata provocata da un’infezione la morte di Liam, il bimbo di 4 mesi di Grandate spirato nella notte tra mercoledì e giovedì scorsi all’ospedale Sant’Anna di Como, dove era stato visitato nel pomeriggio dalla pediatra che lo aveva rimandato a casa. E’ quanto emergerebbe dall’autopsia disposta dalla procura di Como ed effettuata questo pomeriggio. All’esame autoptico hanno partecipato i consulenti di parte della famiglia e della pediatra. L’indagine della magistratura è stata avviata per stabilire eventuali responsabilità visto appunto che il bimbo, da qualche giorno in preda a febbre alta, mercoledì pomeriggio era stato portato in ospedale ma in serata era stato dimesso, con la prescrizione di una cura antibiotica. Soltanto alcune ore dopo le condizioni del bambino sono peggiorate repentinamente e a nulla è valso il trasferimento al pronto soccorso. “Non potevano trattenerlo qualche ora in più?”, si chiede lo zio Toni. “Noi vogliamo soltanto chiarezza, non certo vendetta”.

Condividi: