Inchiesta petrolio:Calderoli,Renzi si dimetta e rida di meno

(ANSA) – ROMA, 4 APR – “Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, diversi ministri si sono adoperati per far approvare l’emendamento che dava il via libera al progetto Tempa Rossa e alcuni di loro hanno avuto rapporti diretti con i vertici della Total”. Così afferma Giuseppe Cobianchi, dirigente dell’azienda petrolifera, al telefono col compagno dell’ex ministro Guidi”. Lo scrive su Facebook Roberto Calderoli, vicepresidente del Senato. “Non sarebbe quindi coinvolta in questa vicenda – prosegue – solo la Boschi: in qualsiasi altro Stato del mondo un Governo così compromesso avrebbe dato in massa le dimissioni, mentre Renzi afferma invece di “schiantarsi dalle risate”… Come se non bastassero gli altri scandali che hanno colpito questo esecutivo non eletto, a partire dalla vergogna relativa alle banche per finire con il business dell’immigrazione: ora la misura è colma, non ci si accanisca oltre e si lasci finalmente spazio a libere e democratiche elezioni politiche!”.

Condividi: