Scandalo petrolio: i pm a Roma sentono la ministra Boschi

Pubblicato il 04 aprile 2016 da redazione

Tempa Rossa is an Italian onshore oil field located in the Gorgoglione concession, in the Basilicata region.

Tempa Rossa is an Italian onshore oil field located in the Gorgoglione concession, in the Basilicata region.

POTENZA. – Dopo la bufera giudiziaria causata dall’inchiesta di Potenza sulle estrazioni petrolifere in Basilicata, l’attività investigativa si è spostata a Roma dove i pm lucani – prima dell’inizio degli interrogatori di garanzia, previsti nel Tribunale di Potenza – hanno sentito per circa due ore, come persona informata sui fatti, la ministra per i Rapporti con il Parlamento, Maria Elena Boschi.

Contemporaneamente, alla direzione nazionale del Pd il premier Matteo Renzi concedeva ampio spazio della sua relazione proprio all’inchiesta lucana. “Ci sono indagini della magistratura a Potenza con la cadenza delle Olimpiadi”, ogni quattro anni, “e non si è mai arrivati a sentenza”, ha detto.

Che il ciclone andasse verso Roma, lo si era intuito quando Renzi – intervistato da Lucia Annunziata a “In 1/2ora” – ha dato la sua disponibilità ad essere ascoltato dai pm: “Se i magistrati vogliono mi interroghino”, aveva detto. Ma il “pool” investigativo – di cui fanno parte i pm Francesco Basentini, Laura Triassi ed Elisabetta Pugliese, coordinati dal Procuratore di Potenza, Luigi Gay – non aveva preso in considerazione, almeno fino a ieri pomeriggio, l’idea di ascoltarlo.

“Non pensavamo di sentirlo”, hanno detto. Era prioritario sentire la versione della Boschi (non è stata invece ancora fissata la deposizione della Guidi), e quindi i magistrati si sono diretti verso Roma per raggiungere la ministra. “Era necessario farlo”, ha poi detto Gay ai giornalisti accorsi davanti agli uffici della presidenza del Consiglio di largo Chigi, dopo due ore di conversazione con Boschi.

E nulla più. Nessun riferimento ai contenuti dell’incontro, e nemmeno un commento sulle parole del premier, anche se da Napoli il pm John Henry Woodcock, che in passato ha indagato su illeciti legati alle attività petrolifere in Val d’Agri, ha espresso “viva soddisfazione” per l’esito del processo ‘Totalgate’ agli ex vertici della Total, condannati in riferimento ai lavori per la costruzione del centro oli di “Tempa rossa”.

Le indagini di Potenza proseguono comunque nel massimo riserbo, così come un muro di silenzio è stato alzato dai magistrati sul filone “siciliano”, che vede indagato, tra gli altri, anche il capo di Stato maggiore della Marina militare, l’ammiraglio Giuseppe De Giorgi.

Su delega della Procura, la Polizia nei giorni scorsi è andata in Sicilia, ad Augusta, per acquisire dall’Autorità portuale alcuni atti, in copia, relativi alle concessioni demaniali marittime. E altri documenti sono stati acquisiti nel Comando militare marittimo autonomo. Le concessioni rilasciate riguarderebbero cantieri navali, società che si occupano di servizi, imprese portuali, pontili e le aree a terra di alcune multinazionali del petrolio (da Esso a Lukoil).

Ed è proprio su queste compagnie che, secondo il gip di Potenza, si sofferma anche Gianluca Gemelli – compagno della dimissionaria ministra Federica Guidi – in una conversazione intercettata il 18 dicembre 2014, parlando con un’altra persona (nell’ordinanza è identificata con il cognome Lantieri), in relazione “all’avvenuto commissariamento di Confindustria Siracusa”, precisa il giudice nell’ordinanza relativa a “Tempa Rossa”.

Gemelli prosegue la chiacchierata annunciando che “da gennaio cominciamo pure su Saipem… tramite Confindustria ci arrivo, mi segui? C’arrivo pure abbastanza bene. Quindi vediamo come farlo e… facciamo una passeggiata in Sardegna, ci stiamo un paio di giorni, facciamo le presentazioni, bordelli… e quello che dobbiamo fare facciamo”.

Un’inchiesta che ha i presupposti, quindi, per allargarsi “a macchia d’olio” in diverse zone d’Italia. Ma che ritorna a Potenza, ovvero nell’epicentro del “terremoto” giudiziario: è infatti previsto l’inizio degli interrogatori di garanzia per le persone arrestate giovedì scorso, ovvero i dirigenti locali dell’Eni e l’ex sindaco di Corleto Perticara (Potenza), Rosaria Vicino.

Che dovranno spiegare ai giudici la loro versione dei fatti sulle attività svolte all’interno del Centro oli di Viggiano (Potenza), per i primi, e sul sistema di relazioni messo in piedi, secondo i pm, dall’ex prima cittadina per i lavori del sito di “Tempa Rossa”.

(di Davide De Paola/ANSA)

Ultima ora

23:15Calcio: Pescara batte Palermo 2-0

(ANSA) - PESCARA, 22 MAG - Il Pescara ha battuto 2-0 il Palermo nel posticipo della 37/a giornata della serie A di calcio, partita che ha messo di fronte due formazioni già retrocesse. Gli abruzzesi sono passati in vantaggio al 15' con la prima rete in A del croato Robert Muric. Nel finale dell'incontro è giunto il raddoppio siglato dal suo sostituto, il romeno Mitrita. Il Pescara ha così vinto la terza partita in campionato.

23:08Calcio: playoff serie B, Carpi in semifinale

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - Il Carpi è la prima semifinalista dei playoff di serie B ed il 26 e 29 maggio affronterà il Frosinone per contendergli un posto in serie A. La squadra allenata da Fabrizio Castori ha vinto 2-1 sul campo del Cittadella. Carpi in vantaggio con Lollo al 33' del primo tempo: gran tiro dai 35 metri che si è infilato sotto l'incrocio dei pali. Raddoppio degli ospiti al 20' della ripresa con Mbakogu, lanciato a rete da Letizia. Due minuti dopo Iunco, entrato da poco al posto di Chiaretti, ha accorciato le distanze con un colpo di testa su cross dalla sinistra di Valzania. Vano l'assalto finale del Cittadella per portare la partita ai supplementari. L'eventuale parità al termine di questi ultimi avrebbe comunque promosso la squadra veneta, che ha chiuso il campionato un punto sopra il Carpi.

22:21Calcio: Candreva, non siamo stati all’altezza dell’Inter

(ANSA) - MILANO, 22 MAG - "Quest'anno non siamo stati all'altezza della maglia che indossiamo". Antonio Candreva, a margine del 22esimo Premio Gentleman, non usa mezze misure per definire la stagione dell'Inter: "Negativa". "Non ce lo aspettavamo nemmeno noi - ammette Candreva - ma ci sono tanti perché. Siamo partiti con tante difficoltà e finito con altrettante difficoltà. I tifosi sono delusi ma lo siamo anche noi. Hanno hanno avuto tanta pazienza per le figure che gli abbiamo fatto fare. Gli dobbiamo delle scuse perché ci sono stati molto vicini. Ripartiremo dalla prossima stagione con un altro registro, con un altro atteggiamento". E sulla scelta del nuovo allenatore, con Spalletti candidato numero uno, Candreva è convinto che la dirigenza saprà scegliere bene: "Io e i miei compagni pensiamo al campo. La società è ambiziosa e vuole tornare in alto e sceglierà un allenatore competente e vincente per tornare in alto".

22:14Calcio: Locatelli, sono contento della mia stagione

(ANSA) - MILANO, 22 MAG - "Non ho nulla da recriminare: sono un ragazzo di 19 anni che ha fatto 26 presenze con il Milan. Sono molto felice di come è andata la mia stagione e la stagione della squadra: io lavoro per diventare un giocatore importante per questo club ma sul futuro si vedrà". Così Manuel Locatelli, a margine del 22esimo Premio Gentleman. "Siamo molto contenti di avere raggiunto l'Europa e non è stato facile perché c'erano grandi squadre che cercavano questo obiettivo. È stato importante ritrovare l'Europa League, ma storicamente l'obiettivo del Milan è sempre stata la Champions, e l'Europa che conta deve essere l'obiettivo anche per il prossimo anno".

22:12Obama in Toscana: Barack e Michelle a Siena

(ANSA) - FIRENZE, 22 MAG - Pomeriggio a siena per l'ex presidente Usa Barack Obama e la moglie Michelle: insieme, dopo che lei aveva fatto shopping nel centro della città, hanno visitato Palazzo Pubblico, dove erano stati invitati dal sindaco Bruno Valentini, per vedere il restauro della Maestà di Simone Martini. Poi nel Duomo di Siena dove gli ex inquilini della Casa Bianca si sono fatti fotografare con alcuni turisti americani e dove, prima di uscire, hanno acceso una candela davanti all'immagine della Madonna del Voto.(ANSA).

21:07Turchia: 1.284 arresti in una settimana

(ANSA) - ISTANBUL, 22 MAG - Sono 1.284 le persone arrestate nell'ultima settimana in Turchia in operazioni antiterrorismo. Lo rende noto un bollettino del ministero degli Interni di Ankara. La maggior parte dei sospetti (966) è accusata di legami con la presunta rete golpista di Fethullah Gulen. In manette sono finiti anche 222 presunti militanti del Pkk curdo, 72 affiliati all'Isis e 24 persone legate a gruppi illegali di estrema sinistra. Secondo il ministero, inoltre, dall'inizio dell'anno sono stati sventati 228 potenziali attacchi terroristici, quasi tutti (226) attribuiti al Pkk.

20:58Calcio: Empoli in ritiro in Sicilia, studia sfida salvezza

(ANSA) - FIRENZE, 22 MAG - Empoli in ritiro in Sicilia in vista della decisiva ultima sfida del campionato, in programma domenica sera a Palermo. Da domani la squadra sarà in ritiro presso il Centro Sportivo Torre del Grifo, nel Comune di Mascalucia, in provincia di Catania. La squadra si sposterà poi sabato a Palermo in vista della gara di domenica al 'Barbera' contro i rosanero , già retrocessi. L'Empoli si gioca la salvezza col Crotone che invece giocherà in casa con la Lazio. In caso di successo la formazione di Martusciello resterà in Serie A. Anche questa settimana i calciatori rimarranno in silenzio stampa.

Archivio Ultima ora