Omicidio stradale: Asaps, in un anno tra 100 e 150 arresti

(ANSA) – BOLOGNA, 5 APR – Ci saranno fra 100 e 150 arresti obbligatori all’anno per omicidio stradale, ai quali si potranno aggiungere alcune decine di conducenti di veicoli adibiti al trasporto pubblico di persone e veicoli pesanti, nel caso abbiano superato al momento dell’incidente il valore alcolemico di 0,8. È la stima fatta dall’Asaps, l’Associazione Amici della Polizia Stradale, sulla base dei dati raccolti dall’Osservatorio il Centauro – Asaps per gli anni 2014 e 2015. E’ più difficile invece quantificare i possibili arresti facoltativi (quasi tutti ai domiciliari) nelle diverse ipotesi di omicidio previste dalla nuova legge. “Crediamo – sottolinea Giordano Biserni, presidente Asaps -, sia arrivato il momento di smontare l’allarme che ha aleggiato su qualche organo di informazione e nelle dichiarazioni di alcuni politici o addetti ai lavori, con la previsione di numerosi arresti, secondo alcuni di diverse centinaia. Le cose non stanno esattamente così e l’allarme lanciato appare veramente eccessivo e immotivato”. (ANSA).

Condividi: