Migranti: volontari a molo Lampedusa, no accordo Ue-Turchia

(ANSA) – PALERMO, 5 APR – Nel giorno in cui sono entrati in vigore gli accordi tra Europa e Turchia sui profughi, un gruppo di volontari di Lampedusa, che contesta l’intesa tra Bruxelles e Ankara, ieri si è dato appuntamento al molo Favaloro, luogo di approdo dei migranti. Hanno ripulito la banchina e steso un lungo tappeto di gomma, che verrà ogni volta utilizzato al momento degli arrivi e rimosso alla fine delle operazioni di sbarco, “per rendere dicono – l’arrivo dei migranti più dignitoso e umano”. “L’intervento – spiegano i promotori – concordato e autorizzato dai comandanti locali di Guardia costiera e Finanza, dal dirigente sanitario Pietro Bartolo e dal rappresentante del Ministero degli interni, non è solo un gesto di solidarietà ma un atto politico. Vivere qui ci ha insegnato che è ignobile e inutile tentare di fermare chi emigra; una crisi umanitaria non può essere scambiata con un problema di sicurezza dei confini e per affrontare questa sfida epocale occorre salvare le vite dei migranti, non il nostro benessere”.

Condividi: