Renzi, non accuso i magistrati ma la lentezza del sistema

Pubblicato il 05 aprile 2016 da redazione

magistrati

ROMA. – “Non accuso i magistrati: li incoraggio a parlare con le sentenze il più veloce possibile. Ma accuso un sistema che non funziona: non ne posso più di un Paese dove le sentenze non arrivano”. Non è più l’era berlusconiana dello scontro tra politica e magistratura, assicura Matteo Renzi. L’Anm lo accusa di aver pronunciato sull’inchiesta della procura di Potenza parole “inopportune nei tempi e inconsistenti nei fatti”. Ma il premier assicura che non cerca lo scontro e non invoca legittimi impedimenti: “Più vanno a sentenza più siamo contenti”.

Ma le opposizioni lanciano il guanto di sfida: il M5s deposita la mozione di sfiducia al Senato, il centrodestra prova a definirne una unitaria: “Renzi confessa e poi vai a casa!”, intima Beppe Grillo. Il ministro Maria Elena Boschi però ostenta tranquillità: “Le sfiducie sono ormai un appuntamento fisso come la Champions”. Avrebbe dovuto essere a Matera, il presidente del Consiglio. E invece decide di rinviare l’appuntamento, “per evitare ulteriori polemiche”.

Ma non si nasconde. Anzi. Per il quinto giorno Renzi parla in prima persona dell’inchiesta che ha portato alle dimissioni di Federica Guidi. Nel pomeriggio riceve dal presidente della Repubblica l’interim alla guida dello Sviluppo economico, che conta di consegnare “nei prossimi giorni” a un nuovo ministro. E poco dopo, dal suo ufficio di Palazzo Chigi il premier tiene un dialogo diretto con i cittadini, rispolverando il ‘format’ #Matteorisponde: un’ora di risposta alle domande dei cittadini via Twitter e Facebook.

Quando Renzi si siede a ‘twittare’, è da poco trapelata la dura replica del presidente della sezione della Basilicata dell’Associazione nazionale magistrati, Salvatore Colella, che definisce “inopportuno e inconsistente” da parte del premier aver sottolineato che le inchieste delle procura di Potenza non giungono mai a sentenza definitiva.

Il leader Pd però decide di non andare allo scontro diretto e non cita l’Anm. Ma difende la sua linea: “Se è reato sbloccare le opere, venite da me, sono colpevole. Ma io voglio i ladri in galera, non bloccare le opere. Non accuso i giudici ma chiedo di arrivare a sentenza”. “Matteo non risponde nel merito”, scrivono i grillini, che accusano il governo di essere al servizio delle lobby.

Renzi prende nota e replica: “Hanno una politica anti-industriale. Ma per crescere ci vogliono aziende che rispettino le regole, come quelle che lavorano con noi. E chi decide se le rispettano sono le sentenze passate in giudicato, non i troll della Casaleggio. Abbiamo – afferma Renzi – la schiena dritta. Tempa rossa è una delle misure che abbiamo sbloccato. Ne sono orgoglioso”.

Anche Boschi torna a difendere l’operato proprio e del governo: “Non c’è stato un interesse chissà di che tipo”, se non quello di mandare avanti l’opera. Il ministro ribadisce di non sapere che Gemelli fosse il compagno della Guidi e assicura anche che “non c’è stata particolare insistenza di Guidi” per l’emendamento al centro dell’inchiesta.

Poi ribadisce pieno rispetto e collaborazione con la magistratura: “Se i giudici hanno ancora bisogno posso rispondere di nuovo alle loro domande”. Le argomentazioni di Boschi sono “convincenti” e Renzi “ha fatto bene a porre la questione della celerità dei processi”, concorda anche Gianni Cuperlo, che però invita il segretario a “fare il leader e unire invece che dividere”. Mentre Massimo D’Alema difende Boschi (“E’ il premier che decide”) ma osserva che la vicenda “lascia un segno nel governo” e il presidente del Consiglio ha scelto il “momento meno adatto” per le sue frasi sui giudici.

Renzi torna intanto anche sul referendum sulle trivelle: spiega che quelle esistenti sono “all’avanguardia in sicurezza” e chiuderle vorrebbe dire “bloccare 11 mila posti di lavoro”. “Spero che il referendum fallisca”, afferma. E lancia un “obiettivo” sulle rinnovabili: “Arrivare entro fine legislatura al 50% sul totale dell’energia elettrica”.

(di Serenella Mattera/ANSA)

Ultima ora

00:57Calcio: Spalletti,Juve fortissima, conti si fanno alla fine

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "Non abbiamo fatto un partita brillantissima, anche perché loro hanno fatto molto intensità in mezzo. Non siamo stati gli stessi delle scorse gare ma non ci siamo fatti prendere dal panico e non abbiamo fatto confusione. Abbiamo attaccato e creato ma non siamo stati cattivi negli ultimi metri, anche un po' per scelta, per evitare contropiedi. La partita comunque l'abbiamo fatta e la vittoria è meritata". Luciano Spalletti commenta così il successo della Roma sul Cagliari. "Nella ripresa abbiamo fatto bene, la difesa non ha concesso niente e siamo stati equilibrati - aggiunge Spalletti -. Abbiamo portato a casa una vittoria importante contro un Cagliari che sta bene. Lo scudetto è una corsa a tre? Il cammino è ancora lungo e bisogna essere bravi a rimanere sul pezzo. La Juve è fortissima ma noi dobbiamo far vedere che siamo attrezzati: i conti si fanno alla fine. La crescita di Fazio?Se ne parla poco ma gioca sempre lui, e qualcosa vorrà dire. In questo momento non possiamo fare a meno di Fazio".

00:55Trump a Netanyahu, ‘pace solo con negoziati diretti’

(ANSA) - NEW YORK, 22 GEN - "La pace fra Israele e i palestinesi può essere solo negoziata direttamente fra le due parti, e gli Stati Uniti lavoreranno con Israele per compiere progressi verso questo obiettivo". Lo ha detto il presidente Donald Trump al premier israeliano Benyamin Netanyahu, secondo quanto riferisce la Casa Bianca in un colloquio telefonico, nel quale Trump ha anche invitato Netanyahu alla Casa Bianca in febbraio. I due si sono detti d'accordo sul continuare a "consultarsi su vari temi, incluse le minacce poste dall'Iran". Trump ha ribadito "l'impegno senza precedenti alla sicurezza di Israele e messo in evidenza come la lotta all'Isis e agli altri gruppi terroristici del radicalismo islamico saranno una priorità della sua amministrazione".

00:43Hockey ghiaccio: 3-2 ad Asiago, Rittner è campione d’Italia

(ANSA) - ASIAGO, 22 GEN - Il Rittner Buam si conferma club campione d'Italia di hockey ghiaccio dopo aver battuto in rimonta la Migross Asiago per 3-2 nella finalissima per il titolo tricolore. Dopo una partenza molto buona dei padroni di casa, c'è stata la rimonta degli ospiti che hanno recuperato un doppio svantaggio tra primo e secondo tempo. Nel terzo periodo il Rittner ha conservato la rete di vantaggio di Alex Frei e così ha vinto il secondo scudetto consecutivo, il terzo in quattro anni. Il Rittner Sport, club che ha sede a Renon, comune di quasi 8.000 abitanti della provincia di Bolzano, e l'Asiago erano arrivate alla sfida per l'83/o scudetto della storia dell'hockey ghiaccio italiano battendo nelle semifinali scudetto rispettivamente il Cortina Hafro (5-2) e il Val Pusteria (3-1).

00:38Basket: serie A, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - Risultati della prima giornata di ritorno del campionato di serie A di basket: Dolomiti Energia Trentino - Enel Brindisi 84-48 The Flexx Pistoia - Vanoli Cremona 64-59 Openjobmetis Varese - Banco di Sardegna Sassari 76-83 Umana Reyer Venezia - Red October Cantù 93-72 Germani Brescia - Consultinvest Pesaro 99-68 EA7 Armani Milano - Betaland Capo d'Orlando 90-74 Grissin Bon Reggio E. - Pasta Reggia Caserta 85-86 Fiat Torino - Sidigas Avellino 84-79 - Classifica: Milano 28; Venezia 24; Avellino 22; Reggio Emilia e Sassari 18; Caserta, Capo d'Orlando, Brescia, Torino e Pistoia 16; Trentino e Brindisi 14; Cantù 12; Pesaro 10; Cremona e Varese 8.

00:22Calcio: Roma-Cagliari 1-0, giallorossi di nuovo a -1 da Juve

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - La Roma ha battuto il Cagliari per 1-0 nel posticipo serale della 21/a giornata. A decidere il match è stata una rete di Dzeko al 10' della ripresa. Per i giallorossi, ora di nuovo a -1 dalla Juventus capolista, è la 13/a vittoria consecutiva all'Olimpico, un record per le partite in casa. Nel finale nel Cagliari, che rimane a 26 punti in classifica, rosso diretto a Joao Pedro, entrato al 21' st, per un brutto fallo su Strootman.

00:02Calcio:Coppa Africa,Gabon fuori,a 4/i Camerun e Burkina Faso

(ANSA) - LIBREVILLE, 22 GEN - Cocente delusione, e qualche contestazione, in Gabon per l'eliminazione dalla Coppa d'Africa della nazionale di casa. Oggi Aubameyang e compagni non sono riusciti ad andare al di là dello 0-0 contro il Camerun, così a passare il turno, e qualificarsi per i quarti di finale assieme ai Leoni Indomabili, sono stati gli Stalloni del Burkina Faso, vincitori per 2-0 (reti di Nakoulma e B. Traore) sulla Guinea Bissau. Questa la classifica finale del girone A: Burkina Faso e Camerun 5; Gabon 3; Guinea Bissau 1.

23:52Pallavolo: Superlega, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - Risultati della settima giornata di ritorno della Superlega di pallavolo: Azimut Modena - Sir Safety Perugia 3-2 (25-22, 19-25, 25-21, 21-25, 15-11) Exprivia Molfetta - Top Volley Latina 3-2 (20-25, 25-20, 22-25, 25-22, 15-7) Gi Group Monza - Kioene Padova 3-1 (25-17, 25-19, 19-25, 28-26) (giocata venerdì 20) Diatec Trentino - Bunge Ravenna 3-0 (25-23, 25-18, 25-22) (giocata ieri) Calzedonia Verona - Revivre Milano 3-1 (20-25, 25-23, 25-17, 27-25) Lpr Piacenza - Biosì Indexa Sora 3-2 (25-23, 25-20, 17-25, 24-26, 15-12) Lube Civitanova - Callipo Vibo Valentia 3-1 (25-15, 25-18, 23-25, 25-13) - Classifica: Lube Civitanova 53; Sir Safety Perugia e Diatec Trentino 47; Azimut Modena 45; Calzedonia Verona 40; Lpr Piacenza 32; Gi Group Monza 31; Callipo Vibo Valentia 24; Exprivia Molfetta 22; Bunge Ravenna 20; Top Volley Latina 19 Kioene Padova 14; Biosì Indexa Sora e Revivre Milano 13.

Archivio Ultima ora