Treno investì ambulanza, oggi la sentenza

(ANSA) – BERGAMO, 06 APR – E’ stato condannato a un anno e 8 mesi di reclusione (con pena sospesa) e a un risarcimento provvisionale di 350 mila euro per pericolo di disastro ferroviario, omicidio colposo e lesioni colpose Aurelio Carminati, capostazione di Ambivere: nel novembre 2013, Umberto e Davide Pavesi, padre e figlio che si trovavano su un’ambulanza travolta da un treno a causa delle sbarre del passaggio a livello rimaste alzate a Pontida, rimasero uccisi. Il conducente dell’ambulanza si salvò, ma ha avuto conseguenze fisiche molto gravi. Oggi la sentenza del gup Tino Palestra. La difesa aveva chiesto l’assoluzione, mentre il pm aveva invece chiesto una condanna più pesante: 5 anni e 4 mesi per disastro ferroviario colposo, duplice omicidio colposo e lesioni colpose gravissime.

Condividi: