Record di clandestini alle frontiere, Ue lancia la riforma dell’asilo

Pubblicato il 06 aprile 2016 da redazione

idomeni6

BRUXELLES.- A quasi 12 mesi dal naufragio con oltre 800 morti davanti alla Libia che scosse per qualche settimana le coscienze dei governi europei, anni dopo aver lasciato cadere nel vuoto gli appelli dell’Italia, l’Europa travolta e divisa da migranti e rifugiati cerca ancora una soluzione. Il primo vicepresidente della Commissione, Frans Timmersmans, ed il responsabile per gli affari interni ed immigrazione, Dimitris Avramopoulos, hanno toni da ‘ultimo appello’ presentando le nuove proposte per superare “la crisi dell’immigrazione che resterà con noi a lungo” perché alimentata da “globalizzaizone, cambiamenti climatici, trend economici, guerre e instabilità”.

Sul banco degli imputati i governi che “non mettono in atto le decisioni prese”. Le proposte prevedono la riforma del Regolamento di Dublino che inchioda i richiedenti asilo nei paesi di arrivo, interconnessione delle banche dati per rendere efficaci i controlli alle frontiere esterne della Ue e proposte per creare canali efficaci di immigrazione legale.

Intanto Frontex rilancia l’allarme per i terroristi che si possono nascondere nel flusso di migranti, come evidentemente emerso negli attentati di Parigi e Bruxelles, e certifica che il 2015 è stato l’anno record tanto per gli arrivi di clandestini (1,82 milioni, sei volte di più che nel 2014) quanto per le richieste d’asilo (1,35 milioni, raddoppiate in un anno).

In una intervista alla Bild Francois Hollande accusa la Ue di aver “agito troppo tardi”, ma intanto langue la ‘Strategia per l’immigrazione’ lanciata a maggio scorso. Resta ferma a numeri irrisori la redistribuzione dei 160.000 rifugiati concordati tra i 28. E vanno avanti col contagocce i ricollocamenti previsti dall’accordo con la Turchia.

“E’ vitale frenare i flussi, proteggere le nostre frontiere e salvaguardare l’integrità di Schengen, assicurando che chi ha bisogno di protezione la riceva, evitando di mettere le loro vite nelle mani dei contrabbandieri” afferma Timmermans presentando la ‘Comunicazione’ per la riforma del sistema di asilo che dichiaratamente “non funziona” perché il principio su cui si fonda ‘Dublino’ “non è né equo né sostenibile”.

La Commissione, evidentemente scottata dal sostanziale fallimento della ‘Strategia’ lanciata a maggio scorso, da una parte insiste sul principio della redistribuzione obbligatoria, dall’altra però evita di presentare proposte legislative che potrebbero essere bloccate da veti in Consiglio e Parlamento europeo.

Da Praga però arriva in poche ore il primo ‘no’, con governo e opposizione uniti nel dire che Praga “non accetterà alcun sistema permanente di quote obbligatorie”. Se le “consultazioni” che la Commissione avvierà con Consiglio e Parlamento, una proposta concreta arriverà “prima dell’estate”, promette Timmermans. La ridistribuzione obbligatoria resta però la trave portante della ‘Comunicazione’ in cui sono previste due opzioni per superare Dublino e creare un vero sistema di asilo europeo, con la “armonizzazione” delle regole per la concessione dell’asilo che impediscano lo “shopping dell’asilo” di chi cerca tra i 28 il paese più favorevole.

La prima opzione, che Timmermans definisce ‘Dublino plus’, conserva il principio del ‘paese di prima accoglienza’ accoppiato con una redistribuzione obbligatoria che scatta una volta superata una certa soglia di arrivi. La seconda, definita “più radicale” e sostenuta da Italia e Germania (oltre che da socialisti e liberali al Parlamento europeo), prevede sostanzialmente che i migranti vengano identificati negli hotspot, ma vengano poi ridistribuiti tra i 28 per l’esame delle domande d’asilo e la loro accoglienza.

Il tutto accoppiato da un nuovo quadro legale per chi ha ottenuto l’asilo che, come sottolineano Timmermans ed Avramopoulos, “non avrà diritto di libera circolazione”. Anzi, se sarà pescato fuori del paese europeo che glielo ha riconosciuto, non solo si esporrà vi sarà rispedito ma si esporrà a “sanzioni” e “ripartirà da zero” nel conto dell’anzianità di 5 anni che dà diritto al permesso di soggiorno permanente.

(di Marco Galdi/ANSA)

Ultima ora

00:51Vaccini: Camera conferma fiducia a governo, 305 sì

(ANSA) - ROMA, 28 LUG - La Camera conferma la fiducia al governo sul decreto legge vaccini con 305 voti a favore, 147 contrari e due astenuti. L'esame del testo proseguirà dalle 9, con le votazioni relative agli ordini del giorno. Il voto finale e definitivo sul provvedimento è previsto alle 12 dopo le dichiarazioni di voto che verranno trasmesse in diretta televisiva a partire dalle 10.

23:02Calcio:Montella,ottima vittoria ma non sottovalutare ritorno

(ANSA) - MILANO, 27 LUG - "Il risultato è ottimo ma non ci lascia tranquilli, non possiamo sottovalutare la partita di ritorno, in cui saremo più avanti sul piano fisico e tecnico". Vincenzo Montella commenta così il successo per 1-0 con cui il suo Milan ha vinto l'andata del preliminare di Europa League in trasferta contro i romeni del Craiova. "Non mi potevo aspettare di più, il Craiova ci ha messo in difficoltà perché era più avanti di noi nella preparazione e ha giocatori abili. Mi è piaciuto il modo con cui la squadra si approccia alla sofferenza - ha detto Montella a Sky dopo la partita in Romania -. Siamo stati un po' scolastici. Si sta inserendo qualche calciatore, siamo in costruzione e ci sarà tempo per costruire. Il mio compito è portare avanti più giocatori possibili". Il risultato è stato anche salvato da una prodezza di Gianluigi Donnarumma. "Donnarumma ha fatto una parata importantissima, in un momento decisivo della partita''.

22:24Calcio: Europa League, Craiova-Milan 0-1

(ANSA) - ROMA, 27 LUG - Il Milan batte 1-0 (1-0) la squadra romena del Csu Craiova nella partita di andata del terzo turno preliminare di Europa League. In gol per i rossoneri Rodriguez al 44' pt

21:45Sospeso processo disciplinare a Emiliano

(ANSA) - ROMA, 27 LUG - Sospeso il processo disciplinare al governatore della Puglia Michele Emiliano con invio degli atti alla Consulta. È quanto ha deciso la sezione disciplinare del Csm nel procedimento a Emiliano, magistrato in aspettativa sotto accusa per la sua attività politica come dirigente del Pd. La Consulta dovrà verificare la legittimità costituzionale della norma che prevede come illecito disciplinare per un magistrato, anche se fuori, l'iscrizione ad un partito politico. "Sono molto soddisfatto, avevo più volte detto che c'era un forte dubbio interpretativo e che ci fosse la necessità di un chiarimento. Indipendentemente da come deciderà la Corte Costituzionale, il Csm ha ritenuto che la questione di legittimità da noi sollevata possa avere fondamento". Lo ha detto Michele Emiliano, commentando la decisione della sezione disciplinare del Csm di sospendere il procedimento a suo carico e trasmettere gli atti alla Consulta.

21:03Calcio: Nainggolan, ho dimostrato di voler rimanere

(ANSA) - ROMA, 27 LUG - "Ho dimostrato quello che ho sempre voluto. Sono contento di continuare insieme". Sono le prime parole di Radja Nainggolan appena apposta la firma sul nuovo contratto che lo legherà alla Roma fino al 2021. Da Boston, dove i giallorossi sono in tournée, ha espresso soddisfazione anche il patron giallorosso James Pallotta: "Siamo felici che Radja si sia impegnato con noi a lungo termine nella fase più importante della sua carriera", ha dichiarato il presidente della Roma. "Nell'ultima stagione - ha concluso Pallotta - si è dimostrato uno dei migliori centrocampisti del mondo e non è stata una sorpresa che il suo nome sia stato accostato a quello di alcuni dei più grandi club europei. Ma non c'è mai stata la possibilità che andasse altrove, ama la Roma e noi siamo felici di averlo qui".

20:49Calcio: Mihajlovic promuove il Toro, felice Belotti resti

(ANSA) - TORINO, 27 LUG - Niente Guingamp per Andrea Belotti. L'attaccante del Torino, che nel ritiro di Bormio si è fermato per un affaticamento muscolare, non partirà per la Francia, dove sabato i granata sono impegnati in amichevole. "Ha avuto un leggero infortunio e non verrà", conferma il tecnico Sinisa Mihajlovic, soddisfatto della permanenza del giocatore. "Il presidente Cairo è stato chiaro, o clausola dall'estero o basta - sottolinea l'allenatore al sito internet del club - e lui è sereno e tranquillo". "Sono felice che sia rimasto con noi. C'è un rapporto di grande stima, fiducia e affetto", osserva il mister. Il mercato, però, è aperto fino alla fine di agosto e potrebbero esserci delle sorprese. "Noi tutti lavoriamo per il bene del Toro - taglia corto Mihajlovic - qui non ci saranno mai musi lunghi". Dopo venti giorni di ritiro, il bilancio dell'allenatore è positivo. "Ho visto impegno, voglia di far bene, applicaizone, generosità.

20:46Calcio: Roma, Nainggolan rinnova fino al 2021

(ANSA) - ROMA, 27 LUG - Radja Nainggolan ha rinnovato il suo contratto con la Roma. Il belga resterà in giallorosso fino al 2021.

Archivio Ultima ora