A un anno dal naufragio, al via il recupero del barcone degli 800 migranti

Pubblicato il 06 aprile 2016 da redazione

Localizzazione del barcone con a bordo più di 800 migranti affondato nella notte tra sabato e domenica 18-19 aprile

Localizzazione del barcone con a bordo più di 800 migranti affondato nella notte tra sabato e domenica 18-19 aprile

ROMA. – Adagiati sul fondale 370 metri sotto il livello del mare ci sono centinaia di corpi di migranti (tra 700 e 900) stipati da scafisti senza scrupoli in un peschereccio inabissatosi lo scorso 18 aprile nel Canale di Sicilia, a circa 100 chilometri dalla costa libica e a 200 da Lampedusa. E partirà simbolicamente proprio il prossimo 18 aprile, esattamente ad un anno da quella che è stata una delle più grandi tragedie marittime del Mediterraneo, l’operazione di recupero del barcone.

L’annuncio è stato dato al Viminale dal commissario straordinario del Governo per le persone scomparse, Vittorio Piscitelli. Già dal giugno scorso, su indicazione della presidenza del Consiglio, la Marina Militare ha avviato gli interventi di recupero dei corpi, grazie a veicoli a comando remoto che si sono immersi nelle profondità del Mediterraneo. Da allora sono stati prelevati dal relitto 169 cadaveri.

Secondo quanto riferito dai 28 superstiti erano circa 900 i migranti a bordo del peschereccio eritreo lungo oltre 20 metri affondato – ma la dinamica non è ancora chiara – in seguito al soccorso portato dalla nave portoghese King Jacob. Sempre la Marina coordinerà il recupero fornendo il necessario supporto logistico alla ditta trentina Impresub Diving and Marine Contractor che solleverà il barcone dal fondale tramite un sistema a pistoni.

“Le operazioni di recupero – ha spiegato Piscitelli, che ha parlato di “costi non contenuti” – dureranno un paio di giorni. La ditta è al lavoro ed è stata decisa un’accelerazione per approfittare delle favorevoli condizioni meteo”. Una volta riportato a galla, il relitto sarà condotto nel porto di Augusta.

Nel barcone, ha rilevato il prefetto, “si stimano ci siano non meno di 400 corpi, ma ci si aspetta qualche sorpresa, potrebbero essere anche di più anche se noi speriamo siano di meno”. I vigili del fuoco si occuperanno del prelievo dei corpi ammassati nella stiva.

“Sono state approntate – ha proseguito Piscitelli – quattro squadre di medici legali in modo da riuscire a completare in 20-25 giorni le identificazioni. Il tutto avverrà alla base Nato di Melilli, nel porto di Augusta, ed è possibile che venga allestita una tensostruttura all’interno della quale mettere i corpi in modo da evitare cattivi odori. Gli esperti della Sanità, comunque, hanno escluso pericoli epidemici”.

Ma l’operazione non finirà con il recupero dei cadaveri. Occorrerà poi seppellirli e non è agevole trovare posto nei cimiteri italiani. “Sarebbe quindi auspicabile – ha fatto sapere il commissario – individuare un’area ad hoc, anche in considerazione della dimensione del dramma vissuto da familiari e superstiti. Il piccolo Comune di Tarsia (Cosenza) ha proposto di riconvertire un ex campo di concentramento della seconda guerra mondiale a questo scopo ed il progetto va avanti”.

(di Massimo Nesticò/ANSA)

Ultima ora

19:21Trump cancellerà le norme di Obama contro il gas serra

(ANSA) - WASHINGTON, 26 NOV - Il capo dell'Agenzia per la protezione dell'ambiente (Epa), Scott Pruitt, ha annunciato alla Abc che martedì il presidente Donald Trump firmerà un nuovo ordine esecutivo che cancella il piano di Obama per ridurre il surriscaldamento globale. Si tratta del Clean Power Plan, una normativa che limita i gas serra nelle centrali a carbone. Normativa che tuttavia è stata sospesa lo scorso anno in attesa che una corte federale esamini il ricorso presentato da alcuni stati repubblicani favorevoli all'energia fossile e di oltre cento società.

19:14Trump: Wsj, Flynn discusse con turchi ‘rapimento’ Gulen

(ANSA) - WASHINGTON, 26 NOV - L'ex consigliere per la sicurezza nazionale Usa Mike Flynn, mentre era ancora tra i collaboratori di Trump durante la campagna elettorale, incontrò alti dirigenti del governo turco e discusse l'ipotesi di portare in Turchia, senza estradizione legale, Fethullah Gulen, l'imam residente in Usa che secondo Ankara avrebbe orchestrato il fallito colpo di stato del luglio scorso. Lo ha rivelato al Wall Street Journal James Woolsey, direttore della Cia sotto Bill Clinton, divenuto poi collaboratore della campagna di Trump. L'idea, ha raccontato Wollsey, era "una iniziativa coperta nel cuore della notte per portare via questa persona", ma non sarebbero stati discussi piani specifici né è dato sapere chi lanciò la proposta. All'incontro, svoltosi in un hotel di Manhattan il 19 settembre scorso, parteciparono anche il ministro degli esteri turco Mevlut Cavusoglu e Berat Albayrak, genero del presidente Recep Tayyip Erdogan. Un portavoce di Flynn ha negato che si sia discusso di alcunché di illegale.

19:04Russia: polizia conferma, circa 500 fermi oggi a Mosca

(ANSA) - MOSCA, 26 MAR - La polizia di Mosca ha confermato che "circa 500 persone" sono state fermate oggi dalle forze dell'ordine durante la manifestazione non autorizzata indetta da Alexei Navalny. "Sono state portate nelle stazioni distrettuali della polizia per sbrigare le pratiche di violazione delle disposizioni amministrative". Lo riporta la Tass che cita un portavoce della polizia.

18:50Prostituta uccisa Bologna: confessa uomo sentito in questura

(ANSA) - BOLOGNA, 26 MAR - Ha confessato di essere l'autore dell'omicidio l'uomo interrogato in questura a Bologna per la morte di Ana Maria Stativa, la prostituta 30enne trovata deceduta per un colpo al capo ieri pomeriggio nella sua abitazione di via Varthema, in zona Murri. L'uomo, Francesco Serra, 55enne, era un cliente che si era invaghito della donna. Assistito da un avvocato è stato sentito a lungo dagli investigatori della squadra mobile e dal Pm Roberto Ceroni: alla fine ha ammesso l'omicidio e fatto ritrovare l'arma utilizzata per uccidere, una piccola pistola di quelle utilizzate per uccidere i maiali. Serra è ora in stato di fermo per omicidio aggravato premeditato. La scintilla che ha fatto scattare la volontà omicida sarebbe il fatto che Ana Maria voleva tornare in Romania e lui non voleva. Le indagini vagliano anche possibili problemi di ordine economico tra omicida e vittima. La donna era stato trovata morta dal fidanzato che aveva dato l'allarme.(ANSA).

18:42Germania: exit poll Saarland, Cdu in testa con il 40%

(ANSA) - BERLINO, 26 MAR - Resta la Cdu di Angela Merkel il partito più forte del Saarland, in Germania, con il 40% dei voti, stando al primo exit poll. L'Spd avrebbe conquistato invece il 30% dei voti. Stando a questi dati resta fuori dal parlamentino regionale l'Fdp con il 3,5%, mentre i populisti dell'Afd sono dentro con il 6%.

18:39Ciclismo: Olimpionico Van Avermat vince Gand-Wevelgem

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - Il campione olimpico di Rio 2016, il belga Greg Van Avermat, ha vinto la 79/a edizione della Gand-Wevelgem, battendo allo sprint l'altro belga Jens Keukeleire. Terzo, staccato di pochi secondi, il campione del mondo Peter Sagan, ancora sul podio di una classica dopo il secondo posto alla Milano-Sanremo.

18:12Russia: Tass, fermi a Mosca salgono a oltre 500

(ANSA) - MOSCA, 26 MAR - "Più di 500 persone" sono state fermate durante la manifestazione non autorizzata organizzata da Alexei Navalni a Mosca. Lo riferisce una fonte della polizia alla Tass. "Molte persone si trovano sugli autobus che si stanno dirigendo verso le stazioni di polizia", ha detto la fonte secondo cui la maggior parte "verrà liberata" dopo la contestazione "di violazione amministrativa". La situazione nel centro di Mosca è calma. Le persone stanno camminando liberamente lungo la via Tverskaya su entrambi i marciapiedi.

Archivio Ultima ora