Assalti portavalori: resta in cella tutta la banda

(ANSA) – CAGLIARI, 9 APR – La presunta banda specializzata in assalti ai portavalori, responsabile anche del colpo milionario al caveau di Nuoro, resta in carcere. Questa mattina Polizia e Guardia di finanza hanno notificato alle 19 persone fermate lo scorso 21 marzo altrettante ordinanze di custodia cautelare in carcere firmate dal Gip di Cagliari. Tra i destinatari dei provvedimenti il vice sindaco di Villagrande Strisaili (Ogliastra) Giovanni Olianas, considerato la mente del gruppo criminale, i suoi fratelli Gianluigi e Carlo Olianas, Michele Cherchi, Fabrizio Francesco Crisponi, Vittorio Fogu, Pietro Mereu e Salvatore Sanna, tutti reclusi a Bancali (Sassari); Giovanni Salvatore Pirisi, Mario Pirari, Gavino Pira, Pasquale Scanu e Carmelo Soru, detenuti a Badu ‘e Carros (Nuoro); Luca e Sergio Arzu, e Angelo Lostia, arrestati a Voghera mentre pianificavano un nuovo colpo nella penisola.

Condividi: