Dudamel: Sono convinto che possiamo capovolgere la situazione

Pubblicato il 10 aprile 2016 da redazione

rafael-dudamel-016-660x350

CARACAS – Da un tempo a questa parte, a causa dei risultati avversi, la Vinotinto era precipitata dall’Olimpo all’inferno. Per tirar fuori la nazionale dalle acque del fiume Stige è stato chiamato Rafel Dudamel, quale Caronte, per cercar di tirar fuori dalle acque limacciose di questo fiume la nazionale venezuelana.

Il primo obiettivo del nuovo mister della nazionale sarà quello di riaccendere l’entusiasmo dei tifosi, ma sopratutto fare in modo che dentro lo spogliatoio ci sia armonía e rispetto, evitando tutte quelle situazioni sportive ed extrasportive che si sono presentate da un tempo a questa parte.

Dudamel è convinto delle potenzialità dei suoi ragazzi e che possono aiutare a far risollevare in classifica la nazionale: “Sono convinto, che con la qualità e la quantità di giocatori bravi che abbiamo possiamo ritrovare la strada della vittoria”.

L’ex portiere della nazionale sa che per creare l’armonia desiderata ci dev’essere costante comunicazione tra staff tecnico e giocatori.

Uno degli obiettivi a cui punta ‘Rafa’ è di avere a disposizione sempre un gruppo di ragazzi provenienti dall’Under 20 capace di rinforzare la nazionale maggiore quando sia necesario.

Rafael Dudamel, durante il suo discorso di presentazione ha avuto anche parole di elogio per i suoi predecessori. “Da loro ho imparato quello che si deve e che non si deve fare. Dovremo giocare sempre a viso aperto e con il coltello tra i denti (citando frasi dei mister Richard Páez e César Farías, ndr). Abbiamo bisogno che tutti i nostri connazionali ci trasmettano buone energie. Più che criticare i giocatori, dobbiamo cercare di sostenere la squadra”.

Il commissario tecnico, ha ribadito che i giocatori che indosseranno la casacca vinotinto devono sapere cosa significa lottare fino all’ultimo minuto e quando ascoltano il ‘Gloria al bravo pueblo’ sentire la pelle d’oca.

Dudamel durante la conferenza stampa, ha presentato anche il suo cronogramma di lavoro: cioè 21 sessioni di allenamento e quattro gare amichevoli in vista della Coppa America Centenario ed iniziare a calibrare la squadra per le qualificazioni per il Mondiale Catar 2022. Il selezionatore nazionale ha anche presentato la lista di 40 convocabili per la massima competizione continentale.

“Quello che mi motiva e mi riempe di soddisfazione è il fatto di avere a disposizione una generazione di ragazzi straordinaria. La rinnovazione sarà permanente e in questa lista di 40 giocatori ci sono tanti giovani, ma che hanno tanto radaggio sui campi di diversi angoli del mondo”.

Nel mese di maggio, la nazionale volerà in Spagna dove disputerà un’amichevole con una selezione di Galizia. Poi volerà nuovamente in territorio americano per sfidare Panama, Costa Rica e Guatemala, tutto questo prima del fischio d’inizio della Coppa America.

Durante l’incontro con i media, Dudamel ha anche ribadito che sarebbe importante avere un ‘grande capitano’ dentro la nazionale, un calciatore che sia capace d’incidere positivamente in campo e fuori.

Il cittì, ha parlato delle probabili sedi delle prossime gare di qualificazione della nazionale, e sono state proposte città come Barquisimeto, San Cristobal e Puerto La Cruz.

I tifosi della vinotinto sperano che dopo tanto navigare in acque turbolente alla fine si possa arrivare verso una sponda tranquilla che permetta alla loro nazionale di raggiungere la meta tanto desiderata, quella di ascoltare l’inno nazionale in un mondiale di calcio.

(Fioravante De Simone/Voce)

Ultima ora

10:19Esplosione bombola gas: muore paziente ricoverato

(ANSA) - NAPOLI, 18 GEN - E' morto il più grave dei tre pazienti ricoverati nel Cardarelli di Napoli in seguito all'esplosione lunedì scorso di una bombola di gas in una piscina. L'uomo, colpito da ustioni profonde su più del 90% del corpo, è deceduto nelle prime ore di questa mattina. Le sue condizioni era apparse subito gravissime. Lo si apprende da fonti della Direzione sanitaria.

10:18Meningite: Napoli, muore in Pronto soccorso Cardarelli

(ANSA) - NAPOLI, 18 GEN - Un uomo di 36 anni è morto a causa della meningite la notte scorsa nel pronto soccorso dell'ospedale Cardarelli di Napoli. Lo si apprende dal direttore generale Ciro Verdoliva il quale fa sapere che l'uomo è giunto in pronto soccorso ''in stato di coma e in imminente pericolo di vita'. Verdoliva sottolinea che sono state attivate, come da protocollo, tutte le profilassi necessarie. ''Non esiste nel Cardarelli alcuna emergenza a seguito di questo caso'' ribadisce per non alimentare ''una psicosi ingiustificata''.

10:16Parigi: identificato kamikaze 13 novembre, era iracheno

(ANSA) - PARIGI, 18 GEN - Gli inquirenti francesi hanno identificato formalmente uno dei due kamikaze che il 13 novembre 2015 si fecero esplodere allo Stade de France di Saint-Denis. Si trattava, si apprende questa mattina, di un iracheno con falso passaporto siriano, proveniente da Mosul. L'Isis, aggiungono gli inquirenti, indennizzò la famiglia del ventenne Ammar Ramadan Mansour Mohamad al Sabaawi con un risarcimento di 5.000 dollari americani e con un gregge di pecore.

08:22Contrabbando carburante in Sicilia, 14 arresti

(ANSA) - CATANIA, 18 GEN - Oltre 150 finanzieri del Comando provinciale di Catania, a conclusione di un'indagine coordinata dalla locale Procura distrettuale, stanno eseguendo 29 misure cautelari personali, di cui 14 arresti domiciliari e 15 provvedimenti di obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria e il sequestro preventivo di 25 impianti di distribuzione stradale di carburante nelle province di Catania, Ragusa, Siracusa ed Enna. Agli indagati è contestata l'associazione a delinquere finalizzata al contrabbando di prodotti petroliferi immessi nel mercato nazionale in evasione d'imposta (accise e iva), utilizzo ed emissione di fatture per operazioni inesistenti, falso ideologico, frode in commercio e turbata libertà del commercio. I particolari dell'operazione saranno resi noti durante una conferenza stampa che si terrà alle 10.30 nella sede del Comando provinciale della Guardia di finanza di Catania. (ANSA).

03:26Terremoti, scossa magnitudo 3.4 in provincia di Messina

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - Una scossa di terremoto di magnitudo 3.4 è stata registrata alle 22:20 di ieri sulla costa nordest della Sicilia, in provincia di Messina. Secondo i rilevamenti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 6 km di profondità ed epicentro tra Longi e Frazzanò. Non si segnalano danni a persone o cose. Un'altra scossa, di magnitudo 3, è stata poi registrata alle 23:50 al largo delle isole Eolie, con ipocentro a 14 km di profondità ed epicentro 13 km a sudovest di Leni (isola di Salina). Anche in questo caso non si segnalano danni.

01:19Calcio: 3-2 al Bologna, Inter ai quarti di Coppa Italia

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - L'Inter vola ai quarti di finale di Coppa Italia, battendo il Bologna 3-2 a San Siro. Ma la squadra di Pioli ha avuto bisogno dei tempi supplementari per eliminare i rossoblù che, sotto 2-0, erano riusciti a mettere a segno la rimonta: l'Inter passa in vantaggio al 34' grazie al gol-capolavoro di Murillo. Il colombiano, sul corner di Joao Mario, batte Da Costa con una rovesciata spettacolare. Cinque minuti più tardi arriva il raddoppio con Palacio. Ma il Bologna trova la forza per reagire e al 43' riapre il match con il gol di Dzemaili. Nella ripresa arriva il pari, grazie alla rete di Donsah al 28'. Rimonta completata per la squadra di Donadoni che costringe così Pioli ai tempi supplementari. All'8 del primo extra time però l'Inter si riporta in vantaggio con Candreva che decide così la sfida e manda i nerazzurri avanti.

23:43Calcio: Coppa d’Africa, Mali-Egitto 0-0

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - Esordio in Coppa d'Africa senza reti per l'Egitto di Hector Cuper e del giallorosso Salah. I Faraoni infatti sono stati fermati sullo 0-0 dal Mali, in un match valido per il girone D del torneo.

Archivio Ultima ora