Dudamel: Sono convinto che possiamo capovolgere la situazione

Pubblicato il 10 aprile 2016 da redazione

rafael-dudamel-016-660x350

CARACAS – Da un tempo a questa parte, a causa dei risultati avversi, la Vinotinto era precipitata dall’Olimpo all’inferno. Per tirar fuori la nazionale dalle acque del fiume Stige è stato chiamato Rafel Dudamel, quale Caronte, per cercar di tirar fuori dalle acque limacciose di questo fiume la nazionale venezuelana.

Il primo obiettivo del nuovo mister della nazionale sarà quello di riaccendere l’entusiasmo dei tifosi, ma sopratutto fare in modo che dentro lo spogliatoio ci sia armonía e rispetto, evitando tutte quelle situazioni sportive ed extrasportive che si sono presentate da un tempo a questa parte.

Dudamel è convinto delle potenzialità dei suoi ragazzi e che possono aiutare a far risollevare in classifica la nazionale: “Sono convinto, che con la qualità e la quantità di giocatori bravi che abbiamo possiamo ritrovare la strada della vittoria”.

L’ex portiere della nazionale sa che per creare l’armonia desiderata ci dev’essere costante comunicazione tra staff tecnico e giocatori.

Uno degli obiettivi a cui punta ‘Rafa’ è di avere a disposizione sempre un gruppo di ragazzi provenienti dall’Under 20 capace di rinforzare la nazionale maggiore quando sia necesario.

Rafael Dudamel, durante il suo discorso di presentazione ha avuto anche parole di elogio per i suoi predecessori. “Da loro ho imparato quello che si deve e che non si deve fare. Dovremo giocare sempre a viso aperto e con il coltello tra i denti (citando frasi dei mister Richard Páez e César Farías, ndr). Abbiamo bisogno che tutti i nostri connazionali ci trasmettano buone energie. Più che criticare i giocatori, dobbiamo cercare di sostenere la squadra”.

Il commissario tecnico, ha ribadito che i giocatori che indosseranno la casacca vinotinto devono sapere cosa significa lottare fino all’ultimo minuto e quando ascoltano il ‘Gloria al bravo pueblo’ sentire la pelle d’oca.

Dudamel durante la conferenza stampa, ha presentato anche il suo cronogramma di lavoro: cioè 21 sessioni di allenamento e quattro gare amichevoli in vista della Coppa America Centenario ed iniziare a calibrare la squadra per le qualificazioni per il Mondiale Catar 2022. Il selezionatore nazionale ha anche presentato la lista di 40 convocabili per la massima competizione continentale.

“Quello che mi motiva e mi riempe di soddisfazione è il fatto di avere a disposizione una generazione di ragazzi straordinaria. La rinnovazione sarà permanente e in questa lista di 40 giocatori ci sono tanti giovani, ma che hanno tanto radaggio sui campi di diversi angoli del mondo”.

Nel mese di maggio, la nazionale volerà in Spagna dove disputerà un’amichevole con una selezione di Galizia. Poi volerà nuovamente in territorio americano per sfidare Panama, Costa Rica e Guatemala, tutto questo prima del fischio d’inizio della Coppa America.

Durante l’incontro con i media, Dudamel ha anche ribadito che sarebbe importante avere un ‘grande capitano’ dentro la nazionale, un calciatore che sia capace d’incidere positivamente in campo e fuori.

Il cittì, ha parlato delle probabili sedi delle prossime gare di qualificazione della nazionale, e sono state proposte città come Barquisimeto, San Cristobal e Puerto La Cruz.

I tifosi della vinotinto sperano che dopo tanto navigare in acque turbolente alla fine si possa arrivare verso una sponda tranquilla che permetta alla loro nazionale di raggiungere la meta tanto desiderata, quella di ascoltare l’inno nazionale in un mondiale di calcio.

(Fioravante De Simone/Voce)

Ultima ora

10:42Migranti: a Napoli la nave di Msf con 1500 persone

(ANSA) - NAPOLI, 28 MAG - E' arrivata nel porto di Napoli e sono iniziate le operazioni di sbarco dei 1449 immigrati che si trovavano a bordo della nave ong 'Vos Prudence' di Medici Senza Frontiere. La nave è stata fatta ormeggiare al molo Carmine e sono state predisposte tutte le attività logistiche per effettuare lo sbarco. Ancora non è stata resa nota la destinazione dei migranti raccolti da Msf e da motovedette della Guardia Costiera da ben dodici diversi barconi in appena 10 ore. Alle 21 di ieri, dopo l'allarme lanciato sull'assenza di generi di prima necessità a causa del sovraffollamento era stata fatta approdare a Palermo per essere prima di ieri sera,attorno alle 21, dopo l'allarme lanciato dai responsabili di Msf sull'assenza di generi di prima necessità a causa del sovraffollamento della nave - la capienza è di 600 persone - era stata fatta approdare a Palermo per essere rifornita di beni di prima necessità. A bordo 140 donne, 45 bambini, uno dei quali di appena una settimana e due cadaveri recuperati da un gommone.

07:59Corea Nord: media, Usa inviano terza portaerei

(ANSA) - NEW YORK, 28 MAG - Gli Stati Uniti avrebbero inviato una terza portaerei nel Pacifico occidentale come deterrente per i test missilistici e il programma nucleare della Corea del Nord. Lo riportano i media americani, sottolineando che la USS Nimitz si unirà alla USS Carl Vinson e alla USS Ronald Reagan già presenti nell'area.

07:56Usa: Mattis, Trump ‘molto aperto’ su clima

(ANSA) - NEW YORK, 28 MAG - Il presidente Donald Trump è "molto aperto" sul tema dell'accordo sul clima di Parigi e "valuta i pro e i contro" di un'eventuale permanenza degli Stati Uniti nell'intesa. Lo afferma il segretario alla Difesa, James Mattis, in un'intervista alla Cbs di cui sono stati diffusi gli estratti. "Stiamo valutando quale sarà la nostra politica sul tema. Ho partecipato ad alcuni degli incontri a Bruxelles dove il clima è stato uno degli argomenti, e il presidente era aperto. Era curioso del perché gli altri avevano assunto una certa posizione sul tema", mette in evidenza Mattis.

00:17Calcio: 3-1 all’Alaves, il Barcellona vince la Coppa del Re

(ANSA) - ROMA, 27 MAG - Il Barcellona saluta Luis Enrique vincendo 3-1 la finale di Coppa del Re contro l'Alaves. Per i blaugrana si tratta del 29/o successo nel torneo, il terzo consecutivo. L'allenatore lascia dopo tre anni e con un bottino di nove titoli. L'incontro al 'Vicente Calderon' di Madrid non ha avuto storia, con il Barca che ha chiuso il primo tempo in ampio vantaggio grazie alle reti di Messi (30'), Neymar (45', in dubbio offside) e Paco Alcacer (48'), più che sufficienti a stroncare ogni velleità dell'Alaves che pure aveva trovato il pareggio su punizione al 33' con Hernandez.

00:14Calcio: un autogol piega l’Angers, coppa di Francia al Psg

(ANSA) - ROMA, 27 MAG - Il Paris Saint Germain vince la 100/a edizione della coppa di Francia, conquistando il trofeo per l'undicesima volta, la terza consecutiva. Nessuna sorpresa nel risultato della sfida tra la corazzata di Unai Emery, forse al passo d'addio, e la cenerentola Angers, ma la partita allo Stade de France è andata in maniera diversa rispetto alle attese. Il 93' il risultato era ancora sullo 0-0 e solo una sfortunata autorete di Cissokho ha consentito al Psg di passare in vantaggio e vincere l'incontro quando ormai i bianconeri speravano di aver conquistato i supplementari.

23:54Basket: playoff, Milano-Trento 71-78

(ANSA) - ASSAGO (MILANO), 27 MAG - La sfrontatezza di Flaccadori, la versatilità di Craft e la prestanza atletica di Sutton: con questi ingredienti la Dolomiti Energia Trento sorprende nuovamente una deludente EA7 (71-78), portandosi avanti 2-0 nella serie di semifinale. Il Forum d'Assago è spaccato in due ma unito in un clima di contestazione generale: la curva prende di mira la dirigenza e chiede le dimissioni del presidente Proli e del gm Portaluppi, il resto dell'arena becca coach Repesa, poco convincente in molte delle sue scelte. Trento è piena zeppa di meriti, Milano confusa e infelice. E ora senza più possibilità di sbagliare: per riportare la serie al Forum dovrà sbancare almeno una volta Trento.

23:24Calcio: playoff serie B, Benevento-Perugia 1-0

(ANSA) - BENEVENTO, 27 MAG - Il Benevento supera 1-0 il Perugia e si aggiudica il primo atto della semifinale playoff di serie B. Di Chibsah, al 14' st, la rete che decide il match e consente ai sanniti la possibilità di passare il turno anche con un pareggio nel ritorno allo stadio 'Curi'. I giallorossi partono a spron battuto ma al 10' una conclusione sbilenca di Mustacchio diventa un assist per Dezi che di testa batte Cragno. Dopo un lungo conciliabolo, però, l'arbitro annulla per offside. Il gol decisivo giunge nella ripresa. Ingenuità di Gnahoré che al limite dell'area si fa rubar palla da Chibsah, lesto ad entrare in area e freddo nel battere Brignoli. La reazione del Perugia è veemente ma sterile e di nitide chance non se ne registrano.

Archivio Ultima ora