Regeni: Gentiloni, non rinunciamo alla verità

(ANSA) – HIROSHIMA, 10 APR – “Non c’è da parte nostra una rinuncia a chiedere che venga assicurata la verità, come è doveroso che sia. C’è la decisione, visto che il livello di collaborazione si è rivelato insufficiente, di prendere delle misure che diano questo segnale di insoddisfazione in modo proporzionato e senza scatenare guerre mondiali”. Così il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni in merito al richiamo per consultazioni dell’ambasciatore Massari dopo il nulla di fatto delle indagini sulla morte di Regeni. “Nei prossimi giorni valuteremo le misure da prendere”, ha ribadito.

Condividi: