Coffaro ed il team Azimut, prestazione da favola nella Desert Challenge

Pubblicato il 11 aprile 2016 da redazione

Team Azimut logra una nueva meta en la Copa del Mundo.

Team Azimut logra una nueva meta en la Copa del Mundo.

CARACAS – Trentadue, fra moto e quad, e quaranta auto hanno concluso la 26esima edizione del Desert Challenge degli Emirati Arabi. Un’edizione diversa dal solito, perchè nei primi due giorni al posto delle alte temperature tipiche di questa stagione i piloti si sono trovati ad affrontare 20 gradi e la pioggia che li ha costretti in più di un’occasione ad usare il tergicristallo, accessorio quasi sconosciuto in queste zone. Ma per fortuna negli ultimi tre giorni tutto è tornato alla normalità, con un caldo soffocante e un bel sole cocente.

Il team Azimut capitanato dall’italo-venezuelano Nunzio Coffaro ha tagliato il traguardo al sedicesimo posto nella manche disputata nel deserto di Rub Al khali (il Quarto Vuoto in lingua araba), uno dei piú estesi al mondo.

Il pilota di origine siciliana ed il suo navigatore Daniel Meneses con la loro Toyota Hilux prototipo durante le prime cinque tappe erano nella top ten, ma poi nella penultima manche un bullone della ruota posteriore ha fatto svanire i sogni di gloria del team Azimut. L’intoppo meccanico ha fatto precipitare in classifica al team Azimut.

“Con questa prestazione abbiamo ottenuto la nostra seconda medaglia nel Abu Dhabi Desert Challenge (la prima é stata nel 2013, ndr). E’ stata una nuova meta raggiunta grazie al nostro sforzo e la nostra dedicazione. Sfortunatamente il problema meccanico nella quarta manche ha pegiudicato la nostra gara e le nostre aspirazioni di chiudere tra i primi dieci” ha dichiarato Coffaro a fine gara.

Il pilota italo-venezuelano ed il suo team sono soddisfatti della loro performance, al traguardo di una gara che magari non sarà stata lunghissima, 1.600 chilometri di speciale in cinque tappe, però è piaciuta e soprattutto ha richiamato al via un bel gruppetto di piloti. In partenza infatti c’erano 39 mezzi fra moto e quad e 54 auto che non è niente male per un rally che è comunque lontanuccio e richiede un certo investimento, fra il viaggio e la gara.

Il team Azimut ha giá confermato la sua presenza per la prova que si disputerá tra 15 giorni in Qatar, seconda prova del Mondiale FIM, e terza per la coppa del mondo FIA.

“Il nostro obiettivo é continuare a guadagnare esperienza e portare in alto non solo il nome del nostro paese, ma anche quello di tutto il Sudamerica”.

(Fioravante De Simone/Voce)

Ultima ora

14:37Totti: Zanetti, grazie ultimo imperatore Roma

(ANSA) - MILANO, 28 MAG - Da una bandiera ad un'altra bandiera, Javier Zanetti omaggia Francesco Totti, con un messaggio su Twitter, a poche ore dalla sua ultima partita con la maglia della Roma. "Caro Francesco - scrive il vicepresidente dell'Inter, ritratto con un paio di scarpini dorati 'griffati' dal capitano giallorosso - mancherai a tutti gli amanti di questo sport! Complimenti per quello che hai dato, ultimo imperatore di Roma!".

14:36Totti: Rudi Garcia, ‘non c’è fine, tu sei eterno’

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - "Oggi vestirai per l'ultima volta la tua seconda pelle Ma non c'é fine perché sei eterno.@Totti". Questo il tweet con cui l'ex allenatore della Roma Rudi Garcia, ora tecnico del Marsiglia, celebra il capitano oggi contro il Genoa all'ultima apparizione con la maglia giallorossa. Ai tempi della comune militanza a Trigoria i rapporti tra Garcia e Totti erano eccellenti.

14:10Tennis: Vinci subito eliminata a Parigi

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - Roberta Vinci è stata subito eliminata dal torneo parigino del Roland Garros, cominciato questa mattina. La 34enne tarantina ha ceduto in tre set (6-3, 3-6, 6-2) alla portoricana Monica Puig, oro olimpico ai Giochi di Rio 2016. La sfida tra l'italiana n.33 Wta e la n.41 del ranking mondiale è durata dopo due ore e 50 minuti, con una breve interruzione per la pioggia. Al Roland Garros, secondo slam della stagione, la Vinci non è mai andata oltre gli ottavi e negli ultimi tre anni era uscita sempre al primo turno.

13:58L. elettorale: Salvini, ok qualsiasi legge purché si voti

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - "Da dicembre diciamo a Renzi di portare in Parlamento qualsiasi legge e la votiamo, portano il tedesco? Va bene il tedesco. Per noi va bene qualsiasi legge perchè confidiamo nella capacità degli elettori di saper scegliere. Ma bisogna andare al voto al più presto, già abbiamo perso troppo tempo e nel frattempo la disoccupazione è cresciuta e l'immigrazione è diventata una calamità naturale una invasione che deve essere bloccata". Così il leader leghista Matteo Salvini all'Intervista di Maria Latella su SkyTg24.

13:57Voucher: Orlando, tema non aprirà crisi ma spero riflessione

(ANSA) - LA SPEZIA, 28 MAG - "Mi auguro di no". Così il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha risposto ha chi ha chiesto se il voto di Forza Italia con il Pd in commissione sui voucher potesse rappresentare un segnale per un patto tra Renzi e Berlusconi, il cosiddetto Renzusconi. Orlando ha escluso che sui voucher si possa aprire una crisi di Governo dopo che i deputati vicini al guardasigilli non hanno partecipato al voto. Alla domanda se sui voucher gli orlandiani potrebbero spaccare il Pd, il ministro ha risposto: "Mi porrò sulla questione come mi sono sempre posto. Io espongo le mie posizioni e poi mi attengo alle decisioni del partito. In un partito si deve stare così. Ma senza rinunciare a esprimere il proprio punto di vista".

13:56L. elettorale: Cicchitto, Renzi vuole liberarsi di Gentiloni

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - "Non è esatto quello che nell'intervista al Messaggero afferma il presidente Renzi e cioè che vuole attuare direttive del presidente della Repubblica. Anche i sampietrini sanno a Roma che il suo obiettivo principale è quello di liberarsi del governo Gentiloni senza lasciare impronte digitali troppo marcate e per ottenere questo risultato è disponibile a qualunque legge elettorale: tedesca, francese, spagnola o russa che sia". Così Fabrizio Cicchitto (Ap), presidente della Commissione Esteri della Camera.

13:56Gerusalemme avrà una funivia per la Città vecchia

(ANSAmed) - TEL AVIV, 28 MAG - Gerusalemme avrà presto una funivia in grado di scaricare migliaia di escursionisti all' ingresso meridionale della Città Vecchia: la cosiddetta porta dell'Immondizia, che è la più vicina al Muro del Pianto. Lo ha annunciato oggi il premier Benyamin Netanyahu nel corso di una seduta di governo tenuta in via eccezionale in un'aula sotterranea vicino al Muro del Pianto, nel 50.mo anniversario della guerra dei sei giorni. Nel corso della seduta Netanyahu ha promesso che il suo governo farà investimenti ingenti a Gerusalemme e fra i vari progetti realizzerà anche quello di una funivia che partirà dall'edificio della antica stazione ferroviaria, sulla Hebron Road. I vagoni - secondo il sito del municipio di Gerusalemme - saranno in grado di trasportare quattromila persone all'ora. Il tragitto di 2,3 chilometri - che passerà sopra la vallata Ben Hinom e oltrepasserà il Monte Sion - durerà 5 minuti. ''Il primo viaggiatore sarò io stesso'' ha promesso Netanyahu.

Archivio Ultima ora