Giustizia: in Italia poca fiducia nei magistrati

Pubblicato il 11 aprile 2016 da redazione

giustizia-toghe

BRUXELLES. – Gli italiani non si fidano dei magistrati. E la giustizia italiana resta tra le più lente in Europa, anche se ci sono miglioramenti e Bruxelles apprezza gli sforzi che sta mettendo in campo il governo per voltare pagina.

E’ l’ultima conferma arrivata dallo ‘scoreboard’ Ue della giustizia, la tabella-indicatore messa a punto dalla Commissione europea per valutare la performance dei sistemi giudiziari dei 28 e utilizzata anche per il semestre europeo su riforme e squilibri.

Quest’anno, per la prima volte, vi è stata inserita la percezione dell’indipendenza dei giudici da parte dei cittadini, valutata in base a un’indagine dell’Eurobarometro.

A essere più scettici in Europa degli italiani sull’operato della magistratura, solo bulgari e slovacchi: la percezione da parte dei cittadini dell’indipendenza delle toghe per il 61% è abbastanza o molto negativa, e sale addirittura al 70% per le imprese. Tra le ragioni addotte, pressioni da parte del governo o di politici (69%), pressioni provenienti da interessi economici o di parte (65%), uno status dei giudici che non ne tutela l’indipendenza (48%).

Una situazione che la stessa commissaria Ue alla giustizia Vera Jourova ha riconosciuto posizionare l’Italia come “una tra le più basse in Europa”, ma allo stesso tempo considerandola come un retaggio degli anni scorsi.

Segnati dai conflitti tra l’ex premier Silvio Berlusconi e le toghe e non solo. “Sono consapevole del fatto che la persistenza di una percezione negativa dell’indipendenza della magistratura è eredità dei tempi e dei governi passati”, ha detto Jourova, mentre “apprezzo molto gli sforzi dell’attuale governo”, ha sottolineato.

E il Guardasigilli Andrea Orlando, con un tweet, ha sottolineato che lo ‘scoreboard’ Ue “certifica la bontà del primo anno di governo in materia di giustizia, 2014, miglioramenti ulteriori e più evidenti a fine 2015”.

Secondo l’analisi che emerge dal rapporto Ue illustrata dalla commissaria, “ci sono alcuni segni di miglioramento” nella giustizia italiana, in particolare “nell’efficienza del sistema giudiziario” dove “il numero di cause pendenti civili sta diminuendo in maniera costante”.

Sebbene queste restino nel loro complesso le terze più numerose tra i Paesi Ue per cui le cifre sono disponibili, queste sono comunque in calo passando dalle 8,1 in primo grado per 100 abitanti del 2010 alle 7,4 del 2014. Stesso discorso per i tempi.

“Il tempo necessario a risolvere le cause civili è diminuito dal 2014” ma, sottolinea la commissaria, “rimane uno dei più lunghi tra gli Stati membri”. Penultimi dietro Malta, il trend si è però invertito con 532 giorni in meda in prima istanza del 2014 contro i 590 del 2012.

In ogni caso, anche se molto resta ancora da fare, l’intesa sulla giustizia Roma-Bruxelles sembra buona. “Ho contatti molto intensi con il ministro della giustizia Orlando”, ha assicurato la commissaria Jourova, “e so quanto sia determinato nel realizzare le riforme nonché nel conseguire buoni risultati nel funzionamento del sistema giudiziario, oltre che a migliorarne la percezione da parte dei cittadini e delle imprese”.

(di Lucia Sali/ANSA)

Ultima ora

19:14Calcio: Spalletti, abbiamo vinto ma dobbiamo crescere ancora

(ANSA) - MILANO, 27 LUG - Luciano Spalletti applaude la sua Inter, vittoriosa contro il Bayern Monaco per 2-0 grazie alla doppietta di Eder nella seconda sfida dell'International Champions Cup. "Abbiamo fatto bene - dice al termine della partita giocata a Singapore - siamo stati molto bravi nel tenere le distanze ma c'è ancora molto da crescere". Il feeling tra Spalletti e la squadra cresce di partita in partita. Anche Eder, che ha decisivo la sfida, ha solo parole positive per Spalletti: "Stiamo facendo bene e speriamo di continuare così in campionato. L'impatto con lui è molto positivo, è un allenatore che ha fatto una grande carriera e alla Roma ha fatto benissimo. Dobbiamo seguirlo per fare un grande campionato".

19:13Per principe William ultimo turno da pilota eliambulanza

(ANSA) - LONDRA, 27 LUG - Il principe William compie il suo ultimo giorno di servizio come pilota di eliambulanza, dopo di che sarà chiamato a impegni ufficiali più pressanti. Dal 2014 il 35enne William ha messo il suo addestramento di pilota di elicotteri al servizio dell'East Anglian Air Ambulance dall'aeroporto di Cambridge, soprattutto come soccorso rapido in incidenti stradali. "Appendo la mia tuta da pilota al chiodo, fiero di aver servito con una straordinaria squadra di persone, che ogni giorno ha salvato vite umane" nella regione dell'East Anglia, ha scritto lo stesso principe, secondo in linea di successione al trono dopo suo padre Carlo, per un piccolo giornale locale. Con la fine del suo servizio di elisoccorso, William e la consorte Kate e figli trascorreranno meno tempo nella loro residenza nella contea di Norfolk e di più a Londra, fra doveri pubblici e l'inizio della scuole per il loro piccolo primogenito George, che ha 4 anni.

19:07Siccità: nessun provvedimento nel CdM di domani

(ANSA) - ROMA, 27 LUG - Nella riunione del consiglio dei ministri, previsto domani, non ci sarà, a quanto si apprende da fonti di governo, né un decreto per evitare il razionamento dell'acqua nelle 10 regioni colpite dalla siccità, né sarà dichiarato lo stato di emergenza.

19:00Calcio: faro Antitrust intermediari per gare diritti tv

(ANSA) - ROMA, 27 LUG - L'Antitrust ha avviato un'istruttoria per un presunto cartello di alcune società di intermediari nella gara per i diritti tv. A finire nel mirino, le società appartenenti ai gruppi Media Partners & Silva, IMG e B4. Le possibili violazioni alle legge, si legge nella nota dell'Autorità garante per la concorrenza ed il mercato, riguardano le gare indette, a partire dal 2009, dalla Lega Professionisti serie A per la commercializzazione dei diritti relativi alla visione all'estero delle partite svolte nel territorio italiano nell'ambito della Serie A (Campionati di Calcio di serie A, Torneo di Coppa Italia, Gara della Supercoppa di Lega, nonché alcuni campionati giovanili e della squadra di calcio della Lega) e della serie B. L'istruttoria è stata avviata sulla base della documentazione trasmessa dalla Procura della Repubblica di Milano. Oggi si sono svolte ispezioni, con l'ausilio della Guardia di Finanza

18:59Domato uno dei principali roghi in Costa Azzurra

(ANSA) - PARIGI, 27 LUG - L'incendio divampato nella notte tra martedì e mercoledì nei pressi della città di Bormes-les-Mimosas, sulla Costa Azzurra, è "sotto controllo". Lo hanno annunciato i pompieri del dipartimento del Var, aggiungendo che le persone evacuate possono rientrare nelle loro abitazioni "in modo progressivo". "Gli ultimi fuochi si stanno estinguendo, malgrado il vento. Il lavoro degli uomini sul posto, aiutati dai Canadair, ci ha permesso di essere abbastanza efficaci" ha detto il vicedirettore del Servizio dipartimentale degli incendi e dei soccorsi, Frédéric Marchi Leccia.

18:57Netanyahu, pena morte per attentatore a colonia Halamish

(ANSA) - GERUSALEMME, 27 LUG - Il premier israeliano Benyamin Netanyahu ha chiesto la pena di morte per il palestinese che il 21 luglio scorso ha ucciso tre israeliani nella colonia di Halamish, nei pressi di Ramallah in Cisgiordania. L'attentatore, Omar el-Abed di 19 anni, era rimasto ferito nel corso dell'assalto.

18:51Tuffi: da domani a Cosenza assoluti italiani con Tocci

(ANSA) - COSENZA, 27 LUG - Da domani al 30 luglio la piscina comunale di Cosenza ospiterà i campionati italiani assoluti di tuffi estivi. La manifestazione registrerà la partecipazione dei migliori atleti del Paese. Sui trampolini saliranno oltre 70 tuffatori, quasi equamente distinti tra uomini e donne. Da Roma arriveranno 33 atleti tesserati con la "Carlo Dibiasi", la "Fiamme Oro", "Fratelli Marconi" e il "Circolo Canottieri Aniene". In rappresentanza della "Bergamo Nuoto", la "Blu 2006" di Torino e la "Canottieri di Milano" ci saranno tre atleti per ciascuna società. Dal Friuli Venezia Giulia giungeranno la "Triestina Nuoto" e la "Tuffi Edera" con rispettivamente 9 e 5 tuffatori. Per la "Bolzano Nuoto" e la "Ice Como" si presenteranno 2 atleti per club. La società di casa, la "Cosenza Nuoto", farà gareggiare 7 atleti tra cui Giovanni Tocci, bronzo agli ultimi mondiali di Budapest. Oltre a Tocci si tufferà Elena Bertocchi, che in Ungheria si è aggiudicata il bronzo dal trampolino di un metro. (ANSA).

Archivio Ultima ora