Amnistia, delusione e rammarico Onu per la decisione del TSJ

Ravina-Shamdasani

NEW YORK – Delusione e rammarico per la decisione presa dal “Tribunal Supremo de Justicia”.

– Siamo sinceramente sorpresi, delusi e rammaricati per la decisione della Corte Costituzionale – ha detto in conferenza stampa Ravina Shamdasani, portavoce dell’Alto Commissario dei Diritti Umani dell’Onu -. E lo siamo perchè ci era stata chiesta un’opinione sulla Legge di Amnistia e noi avevamo confermato che in essa si rispettavano gli standard dei diritti umani.

La portavoce ha aggiunto che “la Legge di Amnistia poteva essere la base per il dialogo e la riconciliazione in Venezuela”.

Intanto, il capo dello Stato, Nicolás Maduro, ha denunciato per l’ennesima volta l’esistenza di un complotto per defenestrarlo. Si tratterebbe di un progetto di “Colpo di Stato” per rimuoverlo dal potere. E ha invitato l’opposizione a partecipare alla “Commissione della Verità” per far luce sulle morti avvenuti durante le “guarimbas”.

Dal canto suo, Ernesto Samper, presidente di Unasur – l’organismo fortemente voluto dal presidente Chávez e del quale, tra l’altro, sono soci Cuba, Bolivia ed Ecuador -, nell’intervenire all’istallazione della “Comisión de la Verdad”, ha affermato che questa è l’occasione per transitare il cammino del dialogo e della pace

Condividi: