Kiev, ‘007 russo si è finto Poroshenko in intervista a Nyt’

(ANSA) – MOSCA, 13 APR – Le autorità ucraine si scagliano contro i servizi segreti russi accusandoli di aver cercato di ingannare i giornalisti del New York Times facendo fingere a uno dei loro 007 di essere il presidente ucraino Petro Poroshenko. Ma dietro questa misteriosa “intervista” sembra che ci fossero in realtà due imitatori russi, Vovan e Lexus: sarebbero stati loro, secondo il Moskovski Komsomolets, a fare uno scherzo alla testata americana. I giornalisti del New York Times comunque non hanno abboccato e, insospettiti dalle risposte, hanno contattato l’amministrazione presidenziale ucraina che ha subito smentito le parole del falso Poroshenko. Il duo di imitatori aveva escogitato tutto quasi alla perfezione, e per farsi chiamare dal New York Times aveva inviato una lettera con i propri contatti facendo finta che fosse stata scritta da Poroshenko.

Condividi: