Trivelle: Calderoli, sì anche contro i poteri forti

(ANSA) – ROMA, 14 APR -“Io sono lombardo, e quindi nella mia Regione non avverto direttamente il problema delle trivelle, tuttavia domenica andrò a votare e voterò convintamente per il sì, perché in un Paese come il nostro, che grazie allo sviluppo delle sue coste vive sempre di più di turismo, mi sembra allucinante mantenere questi impianti estrattivi, anche dopo la scadenza delle concessioni, che rovinano le nostre spiagge e sono il simbolo di chi ha lucrato alle nostre spalle traendo enormi profitti”. Lo dice il senatore della Lega Roberto Calderoli.

Condividi: