Trivelle: Obama le ha fermate. Anche Hillary contro

Pubblicato il 14 aprile 2016 da redazione

Non si placano le polemiche dopo il disastro ambientale causato dall’esplosione della ‘Deepwater Horizon’, la piattaforma petrolifera andata in fiamme nel Golfo del Messico più di quattro anni fa

Non si placano le polemiche dopo il disastro ambientale causato dall’esplosione della ‘Deepwater Horizon’, la piattaforma petrolifera andata in fiamme nel Golfo del Messico più di quattro anni fa

WASHINGTON. – Le trivelle offshore? Obama ci ha ripensato e le ha fermate. E a breve, secondo alcuni media, potrebbe imporre nuove regole più stringenti per le perforazioni al largo delle coste. Anche la frontrunner democratica alla Casa Bianca, Hillary Clinton, e’ contro.

L’onda lunga delle loro posizioni si continua a infrangere sul dibattito italiano legato al referendum del 17 aprile. Lo stesso premier Matteo Renzi ha dovuto fare i conti con chi ha tentato di metterlo in imbarazzo rinfacciandogli l’esempio del presidente americano, da lui molto stimato: “ho letto ‘dobbiamo fare come Obama’, lui sì che è smart, lui sì che investe sulle energie diverse”, ha replicato qualche settimana fa, osservando però che la sua decisione di affrancarsi dalla dipendenza energetica estera con lo ‘shale gas’ e lo ‘shale oil’ si è basata sul fracking, “una tecnica che noi in Italia, comprensibilmente, abbiamo bloccato”.

Ma i suoi avversari, anche dentro il partito, non desistono e continuano ad invocare il capo della Casa Bianca, come il presidente della Regione Puglia e segretario uscente del Pd Michele Emiliano: “Io e Barack Obama siamo contro le trivellazioni petrolifere marine”. Ed è contraria anche l’ex segretario di Stato Hillary Clinton, alla quale Renzi ha già dato il suo endorsement.

L’ex first lady aveva addirittura rotto il ‘fronte’ con Obama quando lo scorso maggio il presidente aveva dato il via libera alle trivellazioni nella regione artica: “quella regione è un tesoro unico. Le trivellazioni non sono un rischio che vale la pena correre”, aveva accusato.

Ma in ottobre Obama ha cambiato rotta, bloccando per i prossimi due anni i piani per la concessione di licenze nell’ area e rifiutando di estendere quelle vendute in precedenza a Shell e Statoil. Gli ambientalisti l’hanno celebrata come una vittoria, ma sul dietro front ha pesato anche la precedente decisione della Shell di cancellare alcuni progetti locali a causa dei deludenti risultati preliminari e dei bassi prezzi del petrolio, che rendono costosissime le trivellazioni in una regione ostile come quella dell’Artico.

Dopo aver bloccato il mese successivo anche la costruzione dell’oleodotto Keystone, che avrebbe dovuto importare petrolio dal Canada, Obama ha proseguito la sua “svolta verde” facendo retromarcia il mese scorso anche sulle trivellazioni di gas e petrolio al largo della costa sud orientale dell’Atlantico.

Il nuovo piano “protegge l’Atlantico per le generazioni future”, ha spiegato il ministro degli Interni americano, Sally Jewell. Virginia, North Carolina, South Carolina, Georgia e Florida rimarranno zone off limits per la ricerca e l’estrazione di idrocarburi offshore fino al 2022.

Il piano precedente era stato approvato dal presidente nel 2015 dopo che governatori e legislatori degli Stati interessati avevano espresso il loro sostegno per le trivellazioni, confidando in nuovi posti di lavoro e nell’aumento delle entrate statali.

La popolazione locale e gli ambientalisti invece si erano opposti esprimendo preoccupazione per la possibilità di incidenti come quello nel Golfo del Messico, che nel 2010 causò la dispersione di milioni di barili di petrolio anche sulle coste degli Stati vicini, con danni liquidati recentemente in 20 miliardi di dollari a carico della Bp. A pesare sulla decisione finale anche il Pentagono, preoccupato per possibili interferenze con le attività militari nell’area.

(di Claudio Salvalaggio/ANSA)

Ultima ora

23:47Calcio: Quagliarella, a Schick dico di restare alla Samp

(ANSA) - MILANO, 22 MAG - "Consiglio a Schick di restare un altro anno alla Sampdoria per confermare quanto di buono fatto e continuare a crescere. Non ho mai giocato con un calciatore simile". Fabio Quagliarella, vincitore del 22esimo 'Premio Gentleman', suggerisce al suo compagno di aspettare a lasciare Genova, ma concede un indizio sull'altro oggetto del desiderio del mercato, Muriel: "Muriel è nell'età giusta per poter partire se ci sono delle richieste che soddisfano il presidente. Contro l'Udinese non ha fatto una cosa bella, ma si è reso conto dell'errore. Non c'è stato alcuna rissa con Danilo e alla fine ha chiesto scusa". Quagliarella conferma il suo desiderio di restare alla Samp ("ho ancora due anni di contratto") e spende parole al miele per Francesco Totti: "E' una leggenda. Sono orgoglioso si averci giocato contro. Un ragazzo eccezionale, c'e solo da togliersi il cappello. Non mi permetto di dire nulla a Spalletti, ma Totti non va trattato così".

23:44Calcio: Montella, il Milan vuole tenere Donnarumma

(ANSA) - MILANO, 22 MAG - "Il rinnovo di Donnarumma? So che la società sta facendo degli sforzi enormi per riconoscere le grandi qualità di Gigio. Voglio bene come a un figlio a Donnarumma, ma ora deve fare una scelta e capire cosa vuole fare da grande perché é anche diventato maggiorenne. Ma con la massima serenità perché la società sta facendo di tutto per tenerlo". Così Vincenzo Montella a margine del 22esimo Premio Gentleman, parla delle trattative per il rinnovo di Donnarumma, ma non svela nulla su chi sarà il prossimo centravanti del Milan: "Chi sarà il prossimo numero 9 tra Keita, Kalinic e Morata? Forse nessuno dei tre. La maglia numero 9 è di Lapadula e per il momento se la tiene lui".

23:15Calcio: Pescara batte Palermo 2-0

(ANSA) - PESCARA, 22 MAG - Il Pescara ha battuto 2-0 il Palermo nel posticipo della 37/a giornata della serie A di calcio, partita che ha messo di fronte due formazioni già retrocesse. Gli abruzzesi sono passati in vantaggio al 15' con la prima rete in A del croato Robert Muric. Nel finale dell'incontro è giunto il raddoppio siglato dal suo sostituto, il romeno Mitrita. Il Pescara ha così vinto la terza partita in campionato.

23:08Calcio: playoff serie B, Carpi in semifinale

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - Il Carpi è la prima semifinalista dei playoff di serie B ed il 26 e 29 maggio affronterà il Frosinone per contendergli un posto in serie A. La squadra allenata da Fabrizio Castori ha vinto 2-1 sul campo del Cittadella. Carpi in vantaggio con Lollo al 33' del primo tempo: gran tiro dai 35 metri che si è infilato sotto l'incrocio dei pali. Raddoppio degli ospiti al 20' della ripresa con Mbakogu, lanciato a rete da Letizia. Due minuti dopo Iunco, entrato da poco al posto di Chiaretti, ha accorciato le distanze con un colpo di testa su cross dalla sinistra di Valzania. Vano l'assalto finale del Cittadella per portare la partita ai supplementari. L'eventuale parità al termine di questi ultimi avrebbe comunque promosso la squadra veneta, che ha chiuso il campionato un punto sopra il Carpi.

22:21Calcio: Candreva, non siamo stati all’altezza dell’Inter

(ANSA) - MILANO, 22 MAG - "Quest'anno non siamo stati all'altezza della maglia che indossiamo". Antonio Candreva, a margine del 22esimo Premio Gentleman, non usa mezze misure per definire la stagione dell'Inter: "Negativa". "Non ce lo aspettavamo nemmeno noi - ammette Candreva - ma ci sono tanti perché. Siamo partiti con tante difficoltà e finito con altrettante difficoltà. I tifosi sono delusi ma lo siamo anche noi. Hanno hanno avuto tanta pazienza per le figure che gli abbiamo fatto fare. Gli dobbiamo delle scuse perché ci sono stati molto vicini. Ripartiremo dalla prossima stagione con un altro registro, con un altro atteggiamento". E sulla scelta del nuovo allenatore, con Spalletti candidato numero uno, Candreva è convinto che la dirigenza saprà scegliere bene: "Io e i miei compagni pensiamo al campo. La società è ambiziosa e vuole tornare in alto e sceglierà un allenatore competente e vincente per tornare in alto".

22:14Calcio: Locatelli, sono contento della mia stagione

(ANSA) - MILANO, 22 MAG - "Non ho nulla da recriminare: sono un ragazzo di 19 anni che ha fatto 26 presenze con il Milan. Sono molto felice di come è andata la mia stagione e la stagione della squadra: io lavoro per diventare un giocatore importante per questo club ma sul futuro si vedrà". Così Manuel Locatelli, a margine del 22esimo Premio Gentleman. "Siamo molto contenti di avere raggiunto l'Europa e non è stato facile perché c'erano grandi squadre che cercavano questo obiettivo. È stato importante ritrovare l'Europa League, ma storicamente l'obiettivo del Milan è sempre stata la Champions, e l'Europa che conta deve essere l'obiettivo anche per il prossimo anno".

22:12Obama in Toscana: Barack e Michelle a Siena

(ANSA) - FIRENZE, 22 MAG - Pomeriggio a siena per l'ex presidente Usa Barack Obama e la moglie Michelle: insieme, dopo che lei aveva fatto shopping nel centro della città, hanno visitato Palazzo Pubblico, dove erano stati invitati dal sindaco Bruno Valentini, per vedere il restauro della Maestà di Simone Martini. Poi nel Duomo di Siena dove gli ex inquilini della Casa Bianca si sono fatti fotografare con alcuni turisti americani e dove, prima di uscire, hanno acceso una candela davanti all'immagine della Madonna del Voto.(ANSA).

Archivio Ultima ora