Trivelle: Obama le ha fermate. Anche Hillary contro

Pubblicato il 14 aprile 2016 da redazione

Non si placano le polemiche dopo il disastro ambientale causato dall’esplosione della ‘Deepwater Horizon’, la piattaforma petrolifera andata in fiamme nel Golfo del Messico più di quattro anni fa

Non si placano le polemiche dopo il disastro ambientale causato dall’esplosione della ‘Deepwater Horizon’, la piattaforma petrolifera andata in fiamme nel Golfo del Messico più di quattro anni fa

WASHINGTON. – Le trivelle offshore? Obama ci ha ripensato e le ha fermate. E a breve, secondo alcuni media, potrebbe imporre nuove regole più stringenti per le perforazioni al largo delle coste. Anche la frontrunner democratica alla Casa Bianca, Hillary Clinton, e’ contro.

L’onda lunga delle loro posizioni si continua a infrangere sul dibattito italiano legato al referendum del 17 aprile. Lo stesso premier Matteo Renzi ha dovuto fare i conti con chi ha tentato di metterlo in imbarazzo rinfacciandogli l’esempio del presidente americano, da lui molto stimato: “ho letto ‘dobbiamo fare come Obama’, lui sì che è smart, lui sì che investe sulle energie diverse”, ha replicato qualche settimana fa, osservando però che la sua decisione di affrancarsi dalla dipendenza energetica estera con lo ‘shale gas’ e lo ‘shale oil’ si è basata sul fracking, “una tecnica che noi in Italia, comprensibilmente, abbiamo bloccato”.

Ma i suoi avversari, anche dentro il partito, non desistono e continuano ad invocare il capo della Casa Bianca, come il presidente della Regione Puglia e segretario uscente del Pd Michele Emiliano: “Io e Barack Obama siamo contro le trivellazioni petrolifere marine”. Ed è contraria anche l’ex segretario di Stato Hillary Clinton, alla quale Renzi ha già dato il suo endorsement.

L’ex first lady aveva addirittura rotto il ‘fronte’ con Obama quando lo scorso maggio il presidente aveva dato il via libera alle trivellazioni nella regione artica: “quella regione è un tesoro unico. Le trivellazioni non sono un rischio che vale la pena correre”, aveva accusato.

Ma in ottobre Obama ha cambiato rotta, bloccando per i prossimi due anni i piani per la concessione di licenze nell’ area e rifiutando di estendere quelle vendute in precedenza a Shell e Statoil. Gli ambientalisti l’hanno celebrata come una vittoria, ma sul dietro front ha pesato anche la precedente decisione della Shell di cancellare alcuni progetti locali a causa dei deludenti risultati preliminari e dei bassi prezzi del petrolio, che rendono costosissime le trivellazioni in una regione ostile come quella dell’Artico.

Dopo aver bloccato il mese successivo anche la costruzione dell’oleodotto Keystone, che avrebbe dovuto importare petrolio dal Canada, Obama ha proseguito la sua “svolta verde” facendo retromarcia il mese scorso anche sulle trivellazioni di gas e petrolio al largo della costa sud orientale dell’Atlantico.

Il nuovo piano “protegge l’Atlantico per le generazioni future”, ha spiegato il ministro degli Interni americano, Sally Jewell. Virginia, North Carolina, South Carolina, Georgia e Florida rimarranno zone off limits per la ricerca e l’estrazione di idrocarburi offshore fino al 2022.

Il piano precedente era stato approvato dal presidente nel 2015 dopo che governatori e legislatori degli Stati interessati avevano espresso il loro sostegno per le trivellazioni, confidando in nuovi posti di lavoro e nell’aumento delle entrate statali.

La popolazione locale e gli ambientalisti invece si erano opposti esprimendo preoccupazione per la possibilità di incidenti come quello nel Golfo del Messico, che nel 2010 causò la dispersione di milioni di barili di petrolio anche sulle coste degli Stati vicini, con danni liquidati recentemente in 20 miliardi di dollari a carico della Bp. A pesare sulla decisione finale anche il Pentagono, preoccupato per possibili interferenze con le attività militari nell’area.

(di Claudio Salvalaggio/ANSA)

Ultima ora

14:02Bankitalia: Alfano, autonomia istituto ma non è enclave

(ANSA) - CAPRI (NAPOLI), 21 OTT - Su Bankitalia "adesso c'è solo da attendere la proposta del presidente del Consiglio e del ministro dell'Economia. Non alimenterei ulteriori polemiche, perché il punto essenziale adesso è la decisione del governo, su cui occorrerà concentrasi per fare la scelta più giusta". Così il ministro degli Esteri, Angelino Alfano: c'è "l'autonomia della Banca d'Italia e al tempo stesso la possibilità, il diritto delle forze politiche di dire la propria opinione. Non è una enclave la Banca d'Italia, della quale e sulla quale non si può discutere".

13:58L.elettorale: Di Maio, faremo di tutto per fermarla

(ANSA) - SCIACCA (AGRIGENTO), 21 OTT - "Faremo di tutto per fermare questa legge, e chiediamo a tutti gli italiani di scendere in piazza con noi mercoledì 25 al Senato. Circonderemo pacificamente il Senato per far sentire la nostra voce su una legge che non è contro il M5S ma contro gli italiani e la democrazia". Così Luigi Di Maio, a Sciacca per la campagna elettorale a sostegno del candidato M5s a Governatore della Sicilia Giancarlo Cancelleri. "Una legge elettorale - ha aggiunto il leader grillino - che favorisce le ammucchiate e i piccoli partiti. Non a caso Mastella intende rifare l'Udeur".

13:55Renzi, se Gentiloni confermasse Visco prenderò atto

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - "Qualsiasi nome il premier farà, non ci saranno problemi. Anche se dovesse confermare Visco, nessun problema. Prenderò atto della decisione del governo e qualsiasi decisione sarà non intaccherà minimamente i nostri rapporti. Gentiloni non ha bisogno di consigli. Paolo ha la mia stima, il mio rispetto e la mia amicizia. E le sue parole sull'indipendenza e l'autonomia della Banca d'Italia sono giuste". Così Matteo Renzi in una intervista all'Avvenire di domani (anticipazioni sul sito del quotidiano).

13:55Calcio: Delneri, Buffon si ritira? Spero continui a giocare

(ANSA) - UDINE, 21 OTT - "Buffon è un grande professionista; io sono onorato di averlo allenato e penso i tifosi di averlo visto all'opera". Lo ha detto oggi il tecnico dell'Udinese Gigi Delneri a chi gli ha ricordato che quella di domani potrebbe essere l'ultima al Friuli per il numero uno della Juventus se veramente il campione bianconero dovesse decidere di ritirarsi nella prossima stagione. "Spero per lui non lo sia. Mi sembra che abbia lasciato una traccia importante per la visione di un ruolo come quello del portiere. E’ stato artefice del cambiamento strutturale del ruolo dei portieri. Credo abbia dimostrato come si possa diventare un attaccante pur essendo in porta", ha aggiunto ricordando anche la sua figura di uomo. "Un ragazzo a posto che ha dimostrato che in tutti gli ambienti bisogna avere professionalità, essere uomini, credere in quello che si fa. Un esempio per tutti, anche per i bambini".

13:47Sport e fair play: consegnati gli Award 2017 per videospot

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - Sport e fair play: consegnati a Roma gli Award della quarta edizione del Video-spot Festival alle scuole superiori italiane sul tema 'Vivere da sportivi, a scuola di fair play'. Si tratta di una competizione multimediale inserita in una campagna di sensibilizzazione giovanile sul significato sociale dei valori etici dello sport. 12 le scuole finaliste, 6 i premi assegnati nella sezione Video, 7 per gli Spot, due alla sezione Speciale e 2 fuori concorso agli Ospedali Pediatrici. I best video 2017 sono 'Salviamo gli ultras' realizzato dagli studenti dell'istituto Tommaso D'Oria di Ciriè (Torino) e 'Si gioca solo con regole condivise' dei ragazzi del liceo sportivo Galilei di Siena. La cerimonia finale di premiazione si è svolta alla Scuola Superiore di Polizia. Tema della competizione multimediale 2017 lanciata da Monica Promontorio, sono stati in particolare i temi d'integrazione, inclusione, bullismo e cyber-bullismo, parità di genere, ambiente. (ANSA).

13:40Incendio Como: un mese fa il padre aveva scritto al giornale

(ANSA) - COMO, 21 OTT - Faycal Haitot, l'uomo che ieri a Como ha dato fuoco all'appartamento in cui è morto con i quattro figli, un mese fa aveva scritto a La provincia di Como una lettera in cui denunciava di non avere mai ricevuto la visita dei servizi sociali. "Ho chiesto l'aiuto economico e l'assistente: zero. Ho scritto al dirigente e diceva che il Comune paga l'affitto. Come fanno a mangiare questi bimbi, forse sono troppi. La scuola è gia cominciata e il primo giorno sono andato dai carabinieri per non prendere una denuncia, noi siamo a casa". Poi lamenta di non avere mai ricevuto "nessuna visita a casa dei servizi sociali per controllare la vita quotidiana dei bambini. Non vado via per paura del servizio sociale. Se ci sono problemi tra me e loro, cosa c'entrano i bambini?". Da parte sua il Comune di Como già ieri aveva specificato quali erano state le iniziative prese a sostegno della famiglia Haitot: housing sociale dal 2014, supporti all'assistenza scolastica, mensa gratuita, diurnato pomeridiano.

13:39Calcio: Lazio-Cagliari, Questura vieta cortei tifosi

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - No a cortei di tifosi verso lo stadio Olimpico domani in occasione della partita Lazio-Cagliari. Il questore di Roma Guido Marino ha emanato un'ordinanza di servizio con "contingenti della forza pubblica adeguatamente rinforzati con lo scopo di impedire qualsiasi forma di corteo non autorizzato o iniziative al di fuori delle regole". A quanto reso noto dalla Questura, nel corso del briefing di stamattina sono emerse "notizie informali" di possibili cortei che la tifoseria laziale avrebbe intenzione di organizzare per raggiungere il settore riservato nella zona sud dello stadio in seguito della chiusura della curva nord da parte del giudice sportivo. "L'invito alla tifoseria - sottolinea la Questura - è di recarsi direttamente ai settori riservati, accedendo allo stadio dai varchi di piazza de Bosis (obelisco), evitando di aderire a iniziative illegali rispetto alle quali non sarà adottata alcuna tolleranza".

Archivio Ultima ora