Consigliere in cella chiamato a giurare

(ANSA) – CAGLIARI, 15 APR – E’ stato convocato per il giuramento in Consiglio regionale martedì 19, Giovanni Satta, l’ex sindaco di Buddusò (Gallura) ed esponente dell’Uds proclamato eletto ieri dopo una serie di sentenze amministrative, ma in carcere da una decina di giorni per l’inchiesta sul traffico internazionale di droga in Costa Smeralda. Lo ha annunciato il presidente del Consiglio Gianfranco Ganau, che ha firmato la lettere di convocazione. La singolare vicenda rischia ora di assumere toni assurdi: martedì la Giunta per le elezioni prenderà atto della proclamazione decisa dall’Ufficio centrale regionale presso la Corte d’Appello di Cagliari, ma se il magistrato di sorveglianza non concederà il permesso per l’uscita dal carcere di Bancali (Sassari), Satta non potrà presentarsi al giuramento. Il neoconsigliere (lo è anche se non ha ancora giurato) potrebbe, però, rinunciare all’incarico. In questo caso entrerebbe in Consiglio il primo dei non eletti della stessa lista nella circoscrizione Gallura, Manuele Marotto (Uds).