Camorra: fece uccidere detenuto in permesso premio a Napoli

(ANSA) – NAPOLI, 15 APR – Quattro persone – fra le quali il boss dell’omonimo clan di camorra Carlo Lo Russo, di 49 anni, e sua moglie Anna Serino, di 46 – sono state arrestate in un’operazione di Polizia e Carabinieri al termine delle indagini sull’omicidio di Pasquale Izzi, di 55 anni, ucciso con una decina di colpi di pistola al viso lo scorso 29 marzo, a Napoli. Izzi, che era detenuto per vari reati, fu crivellato di colpi mentre usciva di casa per far ritorno in carcere dopo un permesso premio per le feste di Pasqua. Oltre a Lo Russo, ritenuto il mandante dell’omicidio, e Serino, accusata di aver dato supporto ai killer e di averli incitati, sono stati arrestati Luigi Cutarelli, di 21 anni, indicato come esecutore materiale del delitto, e Mariano Torre, di 28 anni, accusato di aver affiancato Cutarelli e di aver contribuito a localizzare Izzi. Sono accusati di omicidio premeditato, detenzione e porto illegale di arma da fuoco.

Condividi: