Donna uccisa nel Bolognese, il marito resta in carcere

(ANSA) – BOLOGNA, 17 APR – Il Gip di Bologna Gianluca Petragnani Gelosi ha convalidato l’arresto e deciso la custodia cautelare in carcere per Andrea Balboni, il tassista 52enne accusato di aver ucciso la moglie Liliana Bartolini, nella notte tra il 12 e il 13 aprile nella loro casa a Miravalle di Molinella. Accolte così le richieste del Pm Antonella Scandellari, che aveva chiesto la convalida e carcere. Nell’interrogatorio di garanzia di ieri l’indagato aveva ribadito la versione già data al Pm la sera del 13: la moglie lo avrebbe aggredito appena entrato in casa rinfacciandogli la relazione con l’amante: prima lo avrebbe colpito con un bastone, poi avrebbe impugnato un coltellino multiuso. Lui si sarebbe difeso, nella lotta i due sarebbero caduti e il ferimento alla gola della donna sarebbe stato accidentale. “La Procura ha preso atto della versione dell’indagato”, si era limitato a dire sul racconto, facendo intendere che non era credibile, il procuratore aggiunto Valter Giovannini, delegato ai rapporti con la stampa.(ANSA).

Condividi: