Brexit: Osborne, fuori da Ue ‘Gb sara’ piu’ povera’

(ANSA) – LONDRA, 18 APR – La Gran Bretagna e’ destinata a diventare “un Paese permanentemente piu’ povero” se il referendum del 23 giugno sancisse il divorzio dall’Ue. Parola del titolare del Tesoro, il cancelliere dello Scacchiere, George Osborne, che ha illustrato in questi termini il rapporto di 200 pagine redatto dagli economisti del suo dicastero – e gia’ anticipato dai media nei punti cruciali – secondo il quale in caso di Brexit commercio, tassi e mutui ne risentirebbero in negativo, vi sarebbero nuovi tagli sulla sanita’ e non solo, il Pil del Regno Unito precipiterebbe gradualmente di almeno un 6% e ciascuna famiglia subirebbe una perdita annua pari in media a 4.300 sterline (poco meno di 6.000 euro). Osborne ha difeso dai microfoni della Bbc la credibilita’ di questi dati – contestati dagli euroscettici – aggiungendo che far parte del mercato unico garantisce una maggiore apertura all’economia britannica e “una maggiore apertura significa produttivita’ piu’ alta e incremento degli standard di vita”.

Condividi: