F1: Hamilton’Ferrari come Real per calciatori, mai dire mai’

(ANSA) – ROMA, 18 APR – “Rosberg in questo momento è più veloce di me, ma anche io ho fatto bene con due pole, quindi non è finita fino a che non è finita. Nell’ultima gara Nico ha fatto un lavoro fantastico, è stato molto bravo”. Lewis Hamilton non è preoccupato dello sfortunato inizio del mondiale di F1 con il compagno di scuderia, Nico Rosberg, che ha vinto i primi tre Gp della stagione. Il pilota britannico non pensa cambiare squadra ma allo stesso tempo non esclude un futuro in Rosso. “Per un calciatore giocare nel Real Madrid è l’obiettivo, per un pilota lo è correre per la Ferrari? Mai dire mai. La Ferrari è un team e un marchio storico, ma io sono partito a 13 anni e sono arrivato fino a qui. Sto correndo per la Mercedes, il miglior team del mondo, con una squadra fantastica, ed ho firmato un triennale. Sto bene qui e non credo che se finirò la mia carriera senza guidare una Ferrari sarà un problema”, ha aggiunto Hamilton a Berlino per i Laureus World Sports Award.

Condividi: