Acerca de “El Chamán de los Cunaguaros. Viaje por el mundo indígena venezolano” y su escritora Marisa Vannini de Gerulewicz.

Pubblicato il 18 aprile 2016 da redazione

El chaman de los cunaguaros

Tuve el placer de conocer a la Profesora Marisa Vannini de Gerulewicz cuando escribía para la Revista Incontri y completé un cuento de su autoría “Antes de que tu seas un…” ya publicado en Incontri y que yo con mi humor corrosivo llamé “Antes de que tu seas un Cadaver!!!”.

Tuve suerte y, aunque Incontri sea de la Misión Católica Italiana me publicaron mi final y me dieron mi premio: El libro “Doña Barbara” de don Romulo Gallegos con ilustraciones en colores. Marisa dedicó el libro del que estoy escribiendo “Per Alessandro, carissimo e stimatissimo collega e amico …(firma) Caracas luglio 2009”.

Marisa Vannini de Gerulewiz( Florencia, 1929) fallece a causa de la edad en Caracas en el 2016 (QEPD). Radicada en Venezuela desde el año 1948, era profesora titular de la Universidad Central de Venezuela, doctora en Letras de la UCV y en Filología moderna en la Universidad degli studi di Bologna, egresada del curso de Folclore e Indigenismo del Inidef, profesora de preescolar, primaria y secundaria egresada del Instituto Pedagogico de Caracas.

Realizó investigaciones históricas documentales en archivos de Venezuela y Europa y publicó numerosas obras alusivas a este tema. Fue autora del libro Literatura Infantil que ha merecido el premio Municipal de literatura (mención investigación, 1984). Entre sus títulos tenemos El gato de los ojos dorados(2000), El mágico mundo de los Yukpa (2001) , Ellos también descubrieron el Nuevo Mundo (2001), La fogata (2004), El chiguire fantasma (2005), Arrivederci Caracas (2005), El Infierno de Dante Alighieri (2006), El numero tres (2006), El zamuro barbero (2006) y El amanecer y otras voces (2007).

Sinopsis del libro: Una familia emprende un maravilloso viaje por el territorio venezolano con el fin de conocer las etnias indígenas existentes en nuestro País. A medida que va adentrándose en los territorios que sirven de hogar a los aborígenes, habitantes principales de estas tierras, toda la familia cambia su visión de la realidad indígena gracias a la adquisición de valiosísimos conocimientos.

El Chamán de los Cunaguaros, novela dirigida principalmente a un público juvenil, nos lleva a través de experiencias personales e investigaciones realizadas por la autora, a descubrimientos de suma importancia para todo aquel que quiera conocer mejor nuestras raíces y entender la actual situación nuestra y de las comunidades ancestrales.

El libro en ediciones del “Perro y la rana” se puede conseguir a un módico precio en las “Librerias del Sur” del País. Sugiero llamar por teléfono para verificar existencia… Suerte!!!

(Alessandro D’Alessandro Galassi/Cultura del Tempo Libero/Voce)

Ultima ora

22:12Calcio: Gerrard torna al Liverpool, si occuperà dei giovani

(ANSA) - LIVERPOOL, 20 GEN - Steven Gerrard torna al Liverpool. Da febbraio si prenderà cura del settore giovanile ed il club ha fatto sapere che avrà un "ruolo ad ampio raggio nella fase di sviluppo professionale dei giovani giocatori". Gerrard, 36 anni, ha collezionato 710 presenze con la maglia dei Reds ed è uno dei più grandi giocatori nella storia della squadra. Dopo un periodo di 18 mesi nella Major League Soccer con i Los Angeles Galaxy, il nuovo incarico segna il rientro nella società dove ha trascorso 17 anni come professionista. L'ex capitano del Liverpool e dell'Inghilterra, che si è ritirato dal calcio nel mese di novembre, ha commentato: "E' il completamento di un cerchio".

22:09Terremoto: Gentiloni, stanzieremo altri miliardi

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - "Oggi abbiamo fatto l'urgentissimo" con lo stanziamento di 30 milioni per "le richieste pervenute in questi due giorni, soprattutto per la pulizia delle strade. E' chiaro che servirà ben altro. Quattro miliardi sono stati già stanziati: serviranno altri miliardi per l'emergenza e la ricostruzione". Lo dice il premier Paolo Gentiloni in un'intervista al Tg1.

21:52Calcio: Ruediger “quest’anno la Roma deve vincere qualcosa”

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - "La squadra la pensa come il nostro allenatore che in testa ha solo una cosa: la vittoria". Antonio Ruediger evidenzia il modo in cui il tecnico toscano, Luciano Spalletti, allenamento dopo allenamento, è riuscito a inculcare nei suoi uomini l'obiettivo da raggiungere: "In campo urla sempre, vuole il massimo, sempre di più, e credo che questo sia l'approccio corretto". "Io voglio vincere qualche trofeo quest'anno - ribadisce il difensore tedesco - perché credo che ne abbiamo la possibilità. La Roma quest'anno deve vincere qualcosa, siamo in una forma straordinaria e spero che arriveremo a giocarci tutto nella gara di ritorno all'Olimpico con la Juventus. Prima però ci sono ancora tante altre partite da giocare, la stagione è davvero lunga e dobbiamo concentrarci al meglio su ogni partita, senza parlare. Per noi il mese di febbraio sarà decisivo".

21:27Cile: ondata caldo, emergenza incendi

(ANSA) - SANTIAGO DEL CILE, 20 GEN - Il Cile brucia, con più di un centinaio di incendi nella sua vallata centrale che fanno alzare colonne nere di fumo e aumentano l'ondata di caldo che ha colpito il paese, con temperature che potrebbero raggiungere livelli senza precedenti. La crescita esponenziale degli incendi di foreste - sono stati poco più di 4 mila nel biennio 2009-10 e hanno superato gli 8 mila nel biennio 2014-15 - conferma, secondo gli ambientalisti, che il Cile è uno dei 10 paesi che soffre maggiormente gli effetti del riscaldamento globale. A questo si deve aggiungere - segnala la Corporazione nazionale forestale (Conaf) - che gli incendi aumentano non solo per numero ma soprattutto per estensione: nel biennio 2015-16 c'è stato un aumento del 16% dei casi, ma la loro superficie è cresciuta di oltre il 1.000%. Greenpeace Cile ha avvertito in un comunicato che sono necessari "coraggio e volontà politica" per "fermate questo disastro ambientale che è ormai diventata una vera e propria emergenza nazionale".

21:16Bagnasco, gente sisma senta tutto Paese accanto

(ANSA) - ASSISI (PERUGIA), 20 GEN - "La gente reagisce e non cede, deve sentire tutto il Paese accanto": lo ha detto il presidente della Cei cardinale Angelo Bagnasco rispondendo all'ANSA a margine di convegno per i cento anni dello scoutismo cattolico che si svolge ad Assisi. Riferendosi così alla situazione dopo il recente terremoto. "Siamo tutti molto vicini alle popolazioni del centro Italia - ha affermato Bagnasco -, il Paese si sta stringendo sempre di più a loro con la Chiesa e le comunità cristiane per prime e fin dall'inizio, cercando di fare ancora di più di quello che si sta facendo". "Certo che però - ha sottolineato ancora il presidente della Cei - si è di fronte all'imprevedibile e all'imprevisto. Il sisma è una morsa che ci lascia tutti addolorati e quasi impotenti ma questo non deve assolutamente sfiduciare".

21:14Terrorismo: espulsi due pakistani residenti a Olbia

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Con provvedimenti firmati dal ministro dell'Interno, Marco Minniti, sono state eseguite oggi due espulsioni, per motivi di sicurezza dello Stato. Si tratta di due pakistani, di 18 e 24 anni, residenti a Olbia. Salgono così a 139 i soggetti legati all'estremismo religioso espulsi con accompagnamento alla frontiera dal gennaio 2015 ad oggi. Di questi, sette sono stati eseguiti nel 2017. I due espulsi erano stati segnalati in indagini come soggetti di orientamento radicale e su Facebook avevano pubblicato immagini che li ritraevano mentre imbracciavano un mitragliatore.

21:12Incendio nel milanese, un morto e due intossicati

(ANSA) - MILANO, 20 GEN - Una persona è morta nell'incendio di un appartamento in via Rosa Luxemburg, ad Abbiategrasso, centro del milanese. Altri due inquilini sono rimasti intossicati, ma le loro condizioni non sarebbero gravi. Secondo le prime informazioni, l'incendio sarebbe divampato verso le 18 a causa di una pipa che la vittima, un anziano, stava fumando in casa. La moglie dell'uomo è rimasta intossicata e ha riportato alcune ustioni alle braccia. A lanciare l'allarme è stata la badante che assiste la coppia, assieme a un vicino che ha anche cercato di spegnere le fiamme prima dell'intervento dei vigili del fuoco. Anche la figlia della coppia, che abita in un appartamento nella stessa palazzina, è rimasta intossicata.

Archivio Ultima ora