Migranti: scontro su accoglienza,sindaco minaccia dimissioni

(ANSA) – SASSARI, 20 APR – “Chi dovrebbe garantire la legalità e il rispetto delle istituzioni non ha l’accortezza di avvisare prima di prendere una decisione del genere, non c’è più democrazia, mi dimetto”. Rischia di diventare un caso politico-istituzionale lo scontro tra il sindaco di Santa Maria Coghinas, Pietro Carbini, e la Prefettura di Sassari sul Centro di accoglienza per immigrati allestito alle porte del piccolo paese termale che sta al confine tra l’Anglona e la bassa Gallura, nel Nord Sardegna. A mandare su tutte le furie il primo cittadino è stata la scelta fatta degli uffici della Prefettura di ospitare in un casolare di campagna, a pochi km dal centro abitato, 20 dei 235 migranti sbarcati a Cagliari nei giorni scorsi. “Non ci hanno avvisato, io non ne sapevo nulla, non è stato concordato alcunché – accusa -. La struttura non è in condizioni idonee per quello scopo”. Telegrafica la replica della Prefettura: “Il Comune è stato informato via mail, e quella struttura ha un regolare certificato di agibilità”.

Condividi: