Regeni: Usa premono su Cairo per indagine trasparente

(ANSA) – WASHINGTON, 22 APR – Gli Stati Uniti continuano a premere sul governo egiziano perchè garantisca che l’indagine sull’uccisione di Giulio Regeni ”sia condotta in modo completo e trasparente” e ”collabori con i funzionari italiani che sappiamo essere parte di questa indagine”: lo riferisce una nota del dipartimento di Stato citando il portavoce John Kirby. Quest’ultimo ha detto di non essere in grado di confermare i dettagli della indiscrezioni, veicolate dalla Reuters, secondo cui il ricercatore friulano sarebbe stato fermato dalla polizia egiziana e poi trasferito ai servizi di sicurezza nel giorno in cui scomparve. Ma a suo avviso i dettagli venuti alla luce sin dalla sua morte ”hanno sollevato interrogativi sulle circostanze del suo decesso che crediamo possano ricevere una risposta solo attraverso una inchiesta imparziale e completa”.

Condividi: