Legnini, parole Davigo rischiano alimentare conflitto

(ANSA) – ROMA, 22 APR – “Le dichiarazioni del Presidente Davigo rischiano di alimentare un conflitto di cui la magistratura e il Paese non hanno alcun bisogno tanto più nella difficile fase che viviamo nella quale si sta tentando di ottenere, con il dialogo ed il confronto a volte anche critico riforme, personale e mezzi per vincere la battaglia di una giustizia efficiente e rigorosa, a partire dalla lotta alla corruzione e al malaffare”. Lo afferma il vicepresidente del Csm, Giovanni Legnini. “Il Consiglio Superiore della Magistratura, lavora per il prestigio e l’autorevolezza di tutta la magistratura”, sottolinea Legnini con riferimento alle sollecitazioni di intervento del Csm sulle dichiarazioni del Presidente dell’Anm Davigo. “Il Consiglio – prosegue Legnini – è quotidianamente impegnato ad affermare in concreto l’indipendenza della magistratura e non è utile invocarne l’intervento sanzionatorio pur a fronte di affermazioni non condivisibili, peraltro rese nell’esercizio di una funzione non giurisdizionale ma associativa.

Condividi: