Rio: rifugiato siriano sarà tedoforo in Grecia

(ANSA) – ATENE, 22 APR – Un rifugiato siriano che ha subito l’amputazione parziale di una gamba per le ferite riportate a seguito dell’esplosione di una bomba, porterà la torcia olimpica in un tratto del suo percorso in Grecia. Lo ha annunciato il comitato olimpico ellenico, precisando che il prescelto è Ibrahim Al-Hussein e martedì prossimo sarà il tedoforo quando la torcia passerà in campo-profughi nei pressi di Atene che ospita 1500 persone. Al-Hussein è in Grecia dal 2014, dopo essere sbarcato da un gommone, e gli è stato concesso asilo per motivi politici. Nel suo paese era un atleta con un passato nel nuoto e nel judo. Ora, da atleta paralimpico, si allena a nuotare a gioca a basket in carrozzina con un club di Atene. La fiamma olimpica arriverà in Brasile, dove troverà ad attenderla le massime autorità locali mentre il primo a portarla sul suolo del paese che ospiterà i Giochi sarà Joaquim Cruz, vincitore della gara degli 800 metri dell’Olimpiade di Los Angeles 1984, e ‘mito’ dell’atletica brasiliana.

Condividi: