Le farfalle azzurre hanno lasciato il segno nella Tim Rand Invitational

Pubblicato il 22 aprile 2016 da redazione

todo el equipo

CARACAS – La ginnastica artística non é uno sport, é un sogno, un sogno da realizzare. Quando raggiungi un obiettivo te ne poni un altro, cosí col passare del tempo senti come il tuo corpo si libra delicatamente nell’aria, passo dopo passo.

In un ambiente dove si respirava il glamour e la disciplina, si é disputato il Tim Randal Invitational a Fort Lauderdale, in Florida. Alla manifestazione organizzata dalla Twister Gymnastics hanno partecipato piú di 1.500 atleti provenienti da ogni angolo del mondo e dov’era presente una delegazione del Centro Italiano Venezolano di Caracas.

Una tre giorni che ha regalato un sacco di emozioni agli spettatori che hanno riempito i gradoni del Broward County Convention Center. Tutti i sacrifici e gli sforzi fatti dalle “farfalle azzurre” e dal loro allenatore Alfredo Millán ne hanno valso la pena.

“Per partecipare alla Tim Randal Invitational ci siamo allenati durante tutto il 2015, iniziando con una preparazione generale fino ad arrivare alla relealizzazione dell’esercizio finale” ci spiega il coach Millán.

Le delegazione azzurra che ha fatto il viaggio negli Stati Uniti era composta da Alessia Capobianco, Daniella Infante, Oriana Rodriguez ed Elisa Visconti nel nivel 4. Mentre nel nivel 6 a rappresentare il Civ ci hanno pensato: Victoria Da Silva, Barbara Malfitano e Giosi Schillaci. Infine nel nivel 7 c’erano Valeria Arraiz, Sabrina De Petris, Krizia Pinto e Dariana Salvatorelli. Tutte hanno mostrato la loro grinta ed abilitá portando a casa numerose medaglie e trofei.

“E’ stata una esperienza bellissima, abbiamo avuto l’opportunitá di conoscere ginnaste di un livello piú alto. All’inizio abbiamo avuto un po’ di paura, ma poi tra di noi ci davavamo coraggio: questo ci ha aiutato per poratare a casa trofei e medaglie. Tutto grazie all’ottimo lavoro svolto durante gli allenamenti” confessa Orianna Rodriguez (13 anni), del Nivel 4 Usag, alla prima esperienza internazionale.

“E’ stato un evento molto divertente anche perchè era la mia prima esperienza a livello internazionale. La cosa bella é che sono riuscita a vincere delle medaglie” racconta emozionata Alessia Copobianco (9 anni), del Nivel 4.

Sempre nel ‘Nivel 4 Usag’, Elisa Visconti (12 anni) ci racconta: “Viaggiare é stata un’esperienza bellissima. Tutti gli sforzi e i sacrifici fatti ne hanno valso la pena”.

La delegazione del Centro Italiano Venezolano di Caracas aveva un mix tra atlete alle prima esperienza internazionale e le cosidette veterane come il caso di Barbara Amalfitano (12 anni), nel Nivel 6. La Amalfitano hanin attivo nel suo palmares una partecipazione alla Gasparilla Classic Invitational sempre in rappresentanza del club di Prados del Este. “Mi sono divertita tanto insieme alle mie amiche ed abbiamo fatto tante pazzie insieme. A livello sportivo, é stata un’esperienza che ci aiuta a crescere a livello professionale”.

La Tim Randal Invitational non solo é una competenza sportiva, ma serve anche per fare tante amicizie come ci racconta Victoria Da Silva (8 anni), del Nivel 6: “Durante la manifestazione ho fatto tante amicizie ed ho imparato tante cose nuove”.

Sempre nel Nivel 6, Giosi Schillaci (10 anni) ci dice: “Spero di ripetere questa esperienza, questo tipo di manifestazioni ti aiutano a migliorarti come atleta”.

Nel Nivel 7, troviamo Darianna Salvatorelli (11 anni), che ha nel suo curriculum una partecipazione alla Gasparilla di due anni fa: “Quella della Tim Randal Invitational é un’esperienza molto dura, qui il livello di esigenza é al top. L’ultima volta che ho partecipato ad una gara internazionale é stato quando ero nel Nivel 3. Questa gara mi ha aiutato in particolare a migliorare la mia tecnica. Noi, grazie all’ottima preparazione che abbiamo fatto prima dell’evento siamo riuscite a portare a casa medaglie e trofei. Fuori dell’ambito sportivo ci siamo divertite tanto, passeggiando con le amiche”.

Un’altra delle ginnaste esperte della delegazione che ha fatto il viaggio negli Usa é Krizia Pinto (13 anni), nivel 7: “Mi é piaciuta tanto l’esperienza. Ho avuto l’opportunitá di conoscere un ambiente diverso e di vedere atlete di categorie superiori alla mia. C’erano in gara ginnaste di categorie elite ed osservandole si possono imparare tante cose nuove. La Tim Randal Invitational é stata davvero una bella esperienza”.

Sabrina De Petris (10 años), nivel 7, che ha anche nel suo bagaglio sportivo l’esperienza nella Gasparilla ci racconta: “La competizione é stata molto dura, ma molto bella perchè abbiamo conosciuto ragazze di altri paesi. Ma é cosí, per migliorarti devi partecipare a questo tipo di tornei”.

Voltata la pagina della Tim Randal Invitational le ragazze del Civ stanno caricando le energie per scrivere nuove pagine con i colori azzurri. Le prossime competizioni sono i Regionales e poi i Nacionales. Da quanto visto negli Stati Uniti il taleno c’é, e ce n’è tanto…

(Fioravante De Simone/Voce)

Ultima ora

03:42Manchester, settimo arresto in Inghilterra

(ANSA) - LONDRA, 25 MAG - La polizia britannica ha arrestato una settima persona in connessione all'attentato di Manchester. Un uomo è stato fermato ieri dopo che le forze dell'ordine hanno effettuato ricerche nella città inglese di Nuneaton, circa 160 chilometri a sud di Manchester. Si tratta del primo arresto in Inghilterra a svolgersi al di fuori di Manchester dal giorno dell'attentato. Sono quindi ora in tutto sei uomini e una donna le persone arrestate nel Regno Unito nell'ambito delle indagini sull'attacco suicida che lunedì ha ucciso 22 persone al concerto della pop star Ariana Grande all'Arena.

02:07Due ragazzi trovati morti in una cava dismessa

(ANSA) - LA SPEZIA, 25 MAG - Due ragazzi albanesi poco più che maggiorenni sono stati trovati morti questa notte in una cava dismessa in località Acquasanta nel comune della Spezia. Secondo i primi accertamenti del medico legale, la morte risalirebbe ad almeno tre giorni fa. Sui copri non sono state trovate ferite da arma da taglio o da fuoco. I due sarebbero precipitati in modo accidentale dalla soprastante strada litoranea che porta alle Cinque terre, dopo un volo di 40 metri. Uno dei due giovani aveva 19 anni, si chiamava Fabiol Kycyku. Su di lui c'era una denuncia di scomparsa. I familiari, che vivono alla Spezia, non avevano sue notizie da domenica scorsa. Sul caso sta indagando la Polizia.

00:31Calcio: Mourinho, completata l’opera di Ferguson

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "È una soddisfazione tipo Inter-Bayern, quando senti dal primo minuto di averla in tasca. Abbiamo iniziato benissimo, ho avuto subito la sensazione di pieno controllo della partita, che stavamo giocando come volevamo; sono stato sempre tranquillo, la squadra ha giocato bene, con tanta intelligenza tattica. Credo che tutti abbiano avuto da subito la sensazione che la coppa era nostra". José Mourinho esulta, intervistato da Sky Sport dopo la vittoria dell'Europa League nella finale di Stoccolma contro l'Ajax. "Mi fa certamente piacere vincere tre competizioni nella stessa stagione - continua il tecnico - Non è un grande triplete, ma è importante per un club come il nostro che in questo momento non è ancora in grado di pensare a quel livello. Con Ferguson scherzavamo dicendo che io ho fatto un piccolo lavoro per lui: Sir Alex ha vinto quasi tutte le coppe, io ho vinto questa che mancava".

00:29Calcio: Pogba, ora nessuno può più criticarci

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "Volevamo vincere questa coppa, siamo arrivati fino a qui e siamo molto orgogliosi: ora nessuno può più parlare. Forse non è stata una stagione positiva al 100%, ma abbiamo raggiunto questo risultato e non abbiamo rimpianti". È un Paul Pogba che non trattiene la voglia di zittire le critiche, a lui e al Manchester United, quello che solleva il trofeo dell'Europa League al termine della finale di Stoccolma contro l'Ajax. "Abbiamo iniziato bene e segnato presto - continua l'ex bianconero - Poi abbiamo retto bene, anche soffrendo un po', e segnato il secondo gol. La Juventus? Sono contento se vincerà la Champions e mi farà piacere sfidarla per la Supercoppa". Più contenuta la gioia di Zlatan Ibrahimovic, fuori per infortunio. "Certamente mi dispiace non aver giocato - ammette a Sky Sport - D'altronde, ora abbiamo vinto ed è quel che conta. Ogni trofeo è collettivo e quest'anno ne abbiamo vinti tre. Il mio futuro? Lavoro e vado avanti, torno fra qualche settimana. Dove? Vediamo, bella domanda...".

00:14Brasile:Temer mobilita militari contro proteste Brasilia

(ANSA) - RIO DE JANEIRO, 24 MAG - Il presidente del Brasile, Michel Temer, ha mobilitato le forze armate per difendere la sede della presidenza della Repubblica e dei ministeri a Brasilia contro le violenti proteste anti-governative scoppiate oggi nella capitale federale. La decisione del capo di Stato - formalizzata da un apposito decreto e comunicata dal ministro della Difesa, Raul Jungmann - è stata criticata tanto dalla maggioranza quanto dall' opposizione. "Spero che la notizia non sia vera", ha commentato il giudice della Corte suprema, Marco Aurelio.

00:12Indonesia: due kamikaze si fanno esplodere, tre agenti morti

(ANSA) - GIACARTA, 24 MAG - Almeno tre agenti di polizia sono rimasti uccisi e una decina di altre persone, fra cui cinque agenti, sono rimaste ferite in Indonesia, dove due kamikaze si sono fatti esplodere la scorsa notte a pochi minuti l'uno dall'altro in una stazione di autobus nell'affollato quartiere orientale di Kampung Melayu, a Giacarta, capitale federale della più popolata nazione a maggioranza islamica del mondo. Il portavoce della polizia ha confermato quanto si era saputo in precedenza sulla dinamica del duplice attentato, compiuto, ha detto, da due terroristi suicidi, entrambi uomini, che si aggiungono al computo delle vittime. La zona è piena di agenti, con artificieri e unità cinofile. Filmati ripresi da passanti con il cellulare e postati su Youtube mostrano un poliziotto ferito portato in ambulanza in barella. Un altro filmato mostra brandelli di carne sparsi a terra sul marciapiede. In Indonesia, da anni si combatte contro formazioni jihadiste, prima legate ad Al Qaida, ora con militanti collegati all'Isis.

00:05Calcio: Darmian, vittoria per le vittime di Manchester

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "È stato un percorso lunghissimo e faticoso; la nostra presenza qui in finale non era scontata. È stata una partita difficile, ma abbiamo meritato di vincere questo trofeo che il club non aveva mai vinto nella sua storia. E poi con questo pubblico meraviglioso...". Lo ha detto Matteo Darmian a Sky Sport poco dopo la conquista dell'Europa League con lo United, nella finale di Stoccolma contro l'Ajax, a 48 ore dall'attentato terroristico di Manchester. "È stato un avvenimento drammatico che ci lascia un po' di amaro in bocca, nonostante questa fantastica serata - ha osservato il difensore - La vittoria è per tutte le vittime e per le persone che stanno soffrendo". Tornando a parlare di calcio, poi, Darmian ha dribblato la domanda sui suoi rapporti con il tecnico José Mourinho. "Io ho cercato sempre di lavorare - ha detto l'ex granata - Queste sono serate che ogni giocatore si augura di giocare: fortunatamente ne ho avuto l'opportunità e l'ho sfruttata. Ma l'importante è che la squadra abbia vinto".

Archivio Ultima ora