Le farfalle azzurre hanno lasciato il segno nella Tim Rand Invitational

Pubblicato il 22 aprile 2016 da redazione

todo el equipo

CARACAS – La ginnastica artística non é uno sport, é un sogno, un sogno da realizzare. Quando raggiungi un obiettivo te ne poni un altro, cosí col passare del tempo senti come il tuo corpo si libra delicatamente nell’aria, passo dopo passo.

In un ambiente dove si respirava il glamour e la disciplina, si é disputato il Tim Randal Invitational a Fort Lauderdale, in Florida. Alla manifestazione organizzata dalla Twister Gymnastics hanno partecipato piú di 1.500 atleti provenienti da ogni angolo del mondo e dov’era presente una delegazione del Centro Italiano Venezolano di Caracas.

Una tre giorni che ha regalato un sacco di emozioni agli spettatori che hanno riempito i gradoni del Broward County Convention Center. Tutti i sacrifici e gli sforzi fatti dalle “farfalle azzurre” e dal loro allenatore Alfredo Millán ne hanno valso la pena.

“Per partecipare alla Tim Randal Invitational ci siamo allenati durante tutto il 2015, iniziando con una preparazione generale fino ad arrivare alla relealizzazione dell’esercizio finale” ci spiega il coach Millán.

Le delegazione azzurra che ha fatto il viaggio negli Stati Uniti era composta da Alessia Capobianco, Daniella Infante, Oriana Rodriguez ed Elisa Visconti nel nivel 4. Mentre nel nivel 6 a rappresentare il Civ ci hanno pensato: Victoria Da Silva, Barbara Malfitano e Giosi Schillaci. Infine nel nivel 7 c’erano Valeria Arraiz, Sabrina De Petris, Krizia Pinto e Dariana Salvatorelli. Tutte hanno mostrato la loro grinta ed abilitá portando a casa numerose medaglie e trofei.

“E’ stata una esperienza bellissima, abbiamo avuto l’opportunitá di conoscere ginnaste di un livello piú alto. All’inizio abbiamo avuto un po’ di paura, ma poi tra di noi ci davavamo coraggio: questo ci ha aiutato per poratare a casa trofei e medaglie. Tutto grazie all’ottimo lavoro svolto durante gli allenamenti” confessa Orianna Rodriguez (13 anni), del Nivel 4 Usag, alla prima esperienza internazionale.

“E’ stato un evento molto divertente anche perchè era la mia prima esperienza a livello internazionale. La cosa bella é che sono riuscita a vincere delle medaglie” racconta emozionata Alessia Copobianco (9 anni), del Nivel 4.

Sempre nel ‘Nivel 4 Usag’, Elisa Visconti (12 anni) ci racconta: “Viaggiare é stata un’esperienza bellissima. Tutti gli sforzi e i sacrifici fatti ne hanno valso la pena”.

La delegazione del Centro Italiano Venezolano di Caracas aveva un mix tra atlete alle prima esperienza internazionale e le cosidette veterane come il caso di Barbara Amalfitano (12 anni), nel Nivel 6. La Amalfitano hanin attivo nel suo palmares una partecipazione alla Gasparilla Classic Invitational sempre in rappresentanza del club di Prados del Este. “Mi sono divertita tanto insieme alle mie amiche ed abbiamo fatto tante pazzie insieme. A livello sportivo, é stata un’esperienza che ci aiuta a crescere a livello professionale”.

La Tim Randal Invitational non solo é una competenza sportiva, ma serve anche per fare tante amicizie come ci racconta Victoria Da Silva (8 anni), del Nivel 6: “Durante la manifestazione ho fatto tante amicizie ed ho imparato tante cose nuove”.

Sempre nel Nivel 6, Giosi Schillaci (10 anni) ci dice: “Spero di ripetere questa esperienza, questo tipo di manifestazioni ti aiutano a migliorarti come atleta”.

Nel Nivel 7, troviamo Darianna Salvatorelli (11 anni), che ha nel suo curriculum una partecipazione alla Gasparilla di due anni fa: “Quella della Tim Randal Invitational é un’esperienza molto dura, qui il livello di esigenza é al top. L’ultima volta che ho partecipato ad una gara internazionale é stato quando ero nel Nivel 3. Questa gara mi ha aiutato in particolare a migliorare la mia tecnica. Noi, grazie all’ottima preparazione che abbiamo fatto prima dell’evento siamo riuscite a portare a casa medaglie e trofei. Fuori dell’ambito sportivo ci siamo divertite tanto, passeggiando con le amiche”.

Un’altra delle ginnaste esperte della delegazione che ha fatto il viaggio negli Usa é Krizia Pinto (13 anni), nivel 7: “Mi é piaciuta tanto l’esperienza. Ho avuto l’opportunitá di conoscere un ambiente diverso e di vedere atlete di categorie superiori alla mia. C’erano in gara ginnaste di categorie elite ed osservandole si possono imparare tante cose nuove. La Tim Randal Invitational é stata davvero una bella esperienza”.

Sabrina De Petris (10 años), nivel 7, che ha anche nel suo bagaglio sportivo l’esperienza nella Gasparilla ci racconta: “La competizione é stata molto dura, ma molto bella perchè abbiamo conosciuto ragazze di altri paesi. Ma é cosí, per migliorarti devi partecipare a questo tipo di tornei”.

Voltata la pagina della Tim Randal Invitational le ragazze del Civ stanno caricando le energie per scrivere nuove pagine con i colori azzurri. Le prossime competizioni sono i Regionales e poi i Nacionales. Da quanto visto negli Stati Uniti il taleno c’é, e ce n’è tanto…

(Fioravante De Simone/Voce)

Ultima ora

17:44Tennis: Wta Finals, vincono Halep e Wozniacki

(ANSA) - ROMA, 23 OTT - La seconda giornata delle Wta Finals di tennis ha visto impegnate a Singapore le protagoniste del Gruppo Rosso. La numero uno del mondo, la romena Simona Halep, ha sconfitto per 6-4 6-2 la francese Caroline Garcia. Ancora meglio ha fatto la danese Caroline Wozniacki che ha liquidato per 6-2 6-0 l'ucraina Elina Svitolina. Domani toccherà di nuovo al Gruppo Bianco con la sfida tra le due giocatrici uscite sconfitte dai match di domenica, Venus Williams e Jelena Ostapenko, e quella tra le due leader del girone, Karolina Pliskova e Garbine Muguruza.

17:27Kenya: ministro dell’Interno, non tollereremo disordini

(ANSA) - IL CAIRO, 23 OTT - Il ministro dell'Interno keniano ha rivolto un monito all'opposizione affermando che non verrà tollerato il "caos" durante la ripetizione delle elezioni presidenziali, giovedì prossimo. Lo riferisce il sito del quotidiano keniano The Star. Fred Matinag'i durante un incontro con i capi della sicurezza ha assicurato che essi resisteranno a qualsiasi tentativo di creare disordini in Kenya. "Coloro che stanno cercando di sovvertire la costituzione, devono conoscere il codice penale - ha detto il ministro - c'è differenza fra rivoltosi e dimostranti. Non siamo stupidi" e "abbiamo l'opportunità di garantire che il Paese venga governato nel modo giusto". Nei tre giorni di disordini che seguirono le elezioni dell'8 agosto poi annullate morirono 37 persone secondo un bilancio fornito due settimane fa da una ong sostenuta dal governo. Secondo Amnesty International e Human Right Watch gli oppositori uccisi sono stati invece di più, almeno 67.

17:26Calcio: tifosi Lazio, adesivi antisemiti in Curva Sud

(ANSA) - ROMA, 23 OTT - Adesivi con l'immagine di Anna Frank con la maglia della Roma e scritte antisemite di ogni tipo: questo il lascito dei tifosi laziali alla Curva Sud dello stadio Olimpico (la Nord, quella tradizionale dei sostenitori biancocelesti, è squalificata per razzismo) dopo la partita col Cagliari di ieri sera. Gli adesivi e i volantini offensivi sono stati rimossi in mattinata dagli addetti alle pulizie dello stadio in vista della gara di mercoledì della Roma con il Crotone. Immediata la protesta della comunità ebraica romana.

17:25Calcio: Milan, parla il motivatore di Bonucci

(ANSA) - ROMA, 23 OTT - "Bonucci è un soldato non nato campione e questo bagno di umiltà gli farà bene": così Alberto Ferrarini, il 'motivatore' dell'ex bianconero oggi al Milan e finito al centro delle critiche e delle polemiche dopo tante prestazioni opache e il 'rosso' rimediato ieri contro il Genoa a San Siro. Intervenuto a 'Tutti Convocati' su Radio 24, Ferrarini ha parlato della sua esperienza professionale "nei confronti di questo ragazzo che conosco da quando era in tribuna a Treviso, parliamo del 2008. Per me è sempre stato il 'soldato' in primis di Antonio Conte, e poi è stato un soldato comunque della Juventus, un soldato, un uomo della triade Buffon, Barzagli e Chiellini. Quindi - aggiunge - con tutto il rispetto io penso che se dovesse fare questo passo indietro (rinunciare alla fascia di capitano, ndr) e tornare nel suo ruolo, riuscirebbe a dare il meglio dov'è più accentratore. Quindi magari meno responsabilità, perchè lui deve focalizzarsi totalmente su sè stesso".

17:22Smog: proseguono misure emergenza in Emilia Romagna

(ANSA) - BOLOGNA, 23 OTT - E' ancora allarme smog in Emilia-Romagna: prorogate fino a giovedì le misure di emergenza. In particolare misure di primo livello sono state decise per Bologna, Imola e per i Comuni dell'agglomerato (Argelato, Calderara, Casalecchio, Castel Maggiore, Castenaso, Granarolo dell'Emilia, Ozzano dell'Emilia, San Lazzaro di Savena e Zola Predosa) dove l'Arpae ha rilevato sforamenti dei livelli di PM10 per 10 giorni consecutivi. In queste aree rimangono in vigore le misure emergenziali: nella fascia oraria 8,30-18,30 il blocco della circolazione è esteso a tutti i veicoli diesel fino a euro 4 e benzina euro 0-1, insieme all'obbligo di riduzione della temperatura negli ambienti, al divieto di uso di generatori di calore a biomassa legnosa, di combustione all'aperto e la sosta di veicoli col motore acceso. L'allerta smog di secondo livello riguarda i Comuni di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Ferrara, Carpi (Modena), Castelfranco Emilia (Modena), Formigine (Modena), Sassuolo (Modena) e Cento (Ferrara). (ANSA).

17:11Russia: in coma indotto reporter accoltellata

(ANSA) - MOSCA, 23 OTT - La giornalista di Radio Eco di Mosca Tatiana Felghengauer, accoltellata oggi in redazione, si trova in coma indotto farmacologicamente dopo essere stata operata: lo riferisce il direttore dell'emittente, Alexiei Venediktov. Precedentemente, era stato riferito che la reporter versa "in condizioni generalmente gravi" ma non è in pericolo di vita.

17:10Auto in canale, ha solo la testa fuori dall’acqua e si salva

(ANSA) - COLLESALVETTI (LIVORNO), 23 OTT - Un automobilista ottantenne è andato fuori strada nel Livornese con la sua auto, ribaltandosi e finendo in un corso d'acqua dove ha rischiato di morire annegato nell'auto capovolta. Si è salvato solo perché la testa è rimasta sopra il livello dell'acqua e lui ha potuto respirare fino all'arrivo dei soccorsi. I carabinieri lo hanno sorretto - per farlo respirare - poi i vigili del fuoco calandosi parzialmente in acqua hanno provveduto a liberarlo e a portarlo in salvo. L'incidente è avvenuto a Stagno di Collesalvetti. L'automobilista è uscito di strada mentre si immetteva su un ponte e l'auto è finita nel canale sottostante.

Archivio Ultima ora