Le farfalle azzurre hanno lasciato il segno nella Tim Rand Invitational

Pubblicato il 22 aprile 2016 da redazione

todo el equipo

CARACAS – La ginnastica artística non é uno sport, é un sogno, un sogno da realizzare. Quando raggiungi un obiettivo te ne poni un altro, cosí col passare del tempo senti come il tuo corpo si libra delicatamente nell’aria, passo dopo passo.

In un ambiente dove si respirava il glamour e la disciplina, si é disputato il Tim Randal Invitational a Fort Lauderdale, in Florida. Alla manifestazione organizzata dalla Twister Gymnastics hanno partecipato piú di 1.500 atleti provenienti da ogni angolo del mondo e dov’era presente una delegazione del Centro Italiano Venezolano di Caracas.

Una tre giorni che ha regalato un sacco di emozioni agli spettatori che hanno riempito i gradoni del Broward County Convention Center. Tutti i sacrifici e gli sforzi fatti dalle “farfalle azzurre” e dal loro allenatore Alfredo Millán ne hanno valso la pena.

“Per partecipare alla Tim Randal Invitational ci siamo allenati durante tutto il 2015, iniziando con una preparazione generale fino ad arrivare alla relealizzazione dell’esercizio finale” ci spiega il coach Millán.

Le delegazione azzurra che ha fatto il viaggio negli Stati Uniti era composta da Alessia Capobianco, Daniella Infante, Oriana Rodriguez ed Elisa Visconti nel nivel 4. Mentre nel nivel 6 a rappresentare il Civ ci hanno pensato: Victoria Da Silva, Barbara Malfitano e Giosi Schillaci. Infine nel nivel 7 c’erano Valeria Arraiz, Sabrina De Petris, Krizia Pinto e Dariana Salvatorelli. Tutte hanno mostrato la loro grinta ed abilitá portando a casa numerose medaglie e trofei.

“E’ stata una esperienza bellissima, abbiamo avuto l’opportunitá di conoscere ginnaste di un livello piú alto. All’inizio abbiamo avuto un po’ di paura, ma poi tra di noi ci davavamo coraggio: questo ci ha aiutato per poratare a casa trofei e medaglie. Tutto grazie all’ottimo lavoro svolto durante gli allenamenti” confessa Orianna Rodriguez (13 anni), del Nivel 4 Usag, alla prima esperienza internazionale.

“E’ stato un evento molto divertente anche perchè era la mia prima esperienza a livello internazionale. La cosa bella é che sono riuscita a vincere delle medaglie” racconta emozionata Alessia Copobianco (9 anni), del Nivel 4.

Sempre nel ‘Nivel 4 Usag’, Elisa Visconti (12 anni) ci racconta: “Viaggiare é stata un’esperienza bellissima. Tutti gli sforzi e i sacrifici fatti ne hanno valso la pena”.

La delegazione del Centro Italiano Venezolano di Caracas aveva un mix tra atlete alle prima esperienza internazionale e le cosidette veterane come il caso di Barbara Amalfitano (12 anni), nel Nivel 6. La Amalfitano hanin attivo nel suo palmares una partecipazione alla Gasparilla Classic Invitational sempre in rappresentanza del club di Prados del Este. “Mi sono divertita tanto insieme alle mie amiche ed abbiamo fatto tante pazzie insieme. A livello sportivo, é stata un’esperienza che ci aiuta a crescere a livello professionale”.

La Tim Randal Invitational non solo é una competenza sportiva, ma serve anche per fare tante amicizie come ci racconta Victoria Da Silva (8 anni), del Nivel 6: “Durante la manifestazione ho fatto tante amicizie ed ho imparato tante cose nuove”.

Sempre nel Nivel 6, Giosi Schillaci (10 anni) ci dice: “Spero di ripetere questa esperienza, questo tipo di manifestazioni ti aiutano a migliorarti come atleta”.

Nel Nivel 7, troviamo Darianna Salvatorelli (11 anni), che ha nel suo curriculum una partecipazione alla Gasparilla di due anni fa: “Quella della Tim Randal Invitational é un’esperienza molto dura, qui il livello di esigenza é al top. L’ultima volta che ho partecipato ad una gara internazionale é stato quando ero nel Nivel 3. Questa gara mi ha aiutato in particolare a migliorare la mia tecnica. Noi, grazie all’ottima preparazione che abbiamo fatto prima dell’evento siamo riuscite a portare a casa medaglie e trofei. Fuori dell’ambito sportivo ci siamo divertite tanto, passeggiando con le amiche”.

Un’altra delle ginnaste esperte della delegazione che ha fatto il viaggio negli Usa é Krizia Pinto (13 anni), nivel 7: “Mi é piaciuta tanto l’esperienza. Ho avuto l’opportunitá di conoscere un ambiente diverso e di vedere atlete di categorie superiori alla mia. C’erano in gara ginnaste di categorie elite ed osservandole si possono imparare tante cose nuove. La Tim Randal Invitational é stata davvero una bella esperienza”.

Sabrina De Petris (10 años), nivel 7, che ha anche nel suo bagaglio sportivo l’esperienza nella Gasparilla ci racconta: “La competizione é stata molto dura, ma molto bella perchè abbiamo conosciuto ragazze di altri paesi. Ma é cosí, per migliorarti devi partecipare a questo tipo di tornei”.

Voltata la pagina della Tim Randal Invitational le ragazze del Civ stanno caricando le energie per scrivere nuove pagine con i colori azzurri. Le prossime competizioni sono i Regionales e poi i Nacionales. Da quanto visto negli Stati Uniti il taleno c’é, e ce n’è tanto…

(Fioravante De Simone/Voce)

Ultima ora

19:53Iraq: avanzata governativi in Mosul est

(ANSA) - BAGHDAD, 16 GEN - Le forze governative irachene avanzano anche oggi nei quartieri orientali di Mosul, dove continuano i combattimenti con i jihadisti dell'Isis. Il comandante delle forze d'elite anti-terrorismo, generale Abdel Ghani al Asadi, ha precisato che gli scontri sono concentrati in particolare nei quartieri di Shurta e Andalus, dopo che le forze lealiste hanno ripreso il totale controllo dell'università di Mosul. Shurta e Andalus sono due tra i quartieri che ancora rimangono da conquistare alle truppe governative per arrivare alla sponda orientale del fiume Tigri e poi cercare di attraversarlo per portare l'attacco al cuore della città, sulla sponda occidentale. Secondo Asadi, finora l'esercito di Baghdad ha ripreso il controllo del 90 per cento della parte orientale della città nell'offensiva in corso dal 17 ottobre con l'appoggio dei raid aerei della Coalizione internazionale a guida americana.

19:53Torre piloti: chiesti 20 anni per comandante nave

(ANSA) - GENOVA, 16 GEN - 20 anni di reclusione, interdizione perenne dai pubblici uffici e transitoria da uffici direttivi, interdizione al comando di navi. Sono queste le richieste del pm per il comandante del cargo Jolly Nero Paoloni nella requisitoria del processo per il crollo della Torre Piloti che il 7 maggio 2013 provocò 9 morti e 4 feriti. Paoloni, con altre quattro persone, è imputato di omicidio colposo plurimo, crollo di costruzioni, attentato alla sicurezza dei trasporti e è accusato anche di falso. Venerdì il pm aveva chiesto 17 anni per il consigliere d'amministrazione e delegato all'armamento della Messina Olmetti. Paoloni, ha detto il pm "non è intervenuto sull'esecuzione della manovra né ha impedito che la nave andasse a velocità sostenuta o trasferito i comandi in apparato motore. La sua caratteristica è stata quella del silenzio". "Mio figlio - ha detto Adele Chiello, madre di Giuseppe Tusa - domani avrebbe dovuto compiere 34 anni ma questi criminali della Società Messina gli hanno proibito di vivere la sua vita".

19:49Calcio: Tommasi, per nuova Figc nodo inadempienze Dilettanti

(ANSA) - ROMA, 16 GEN - E' allarme tra i Dilettanti per le tante società inadempienti: a lanciarlo e' il direttivo dell'assocalciatori, riunitosi oggi a Milano per parlare di elezioni federali e dei nodi da affrontare nel futuro. In attesa che venga fissata la data e si ufficializzino le candidature, l'Aic ha discusso di quali saranno gli argomenti principali da porre sul tavolo del prossimo governo federale. "Abbiamo fatto il punto - sottolinea Damiano Tommasi, presidente Aic - la situazione tra i dilettanti e' preoccupante: molti club non riescono a coprire i rimborsi concordati, e non scendono in campo o sono costretti a schierare le squadre giovanili: abbiamo segnalato gia' la situazione pesante alla Lega Dilettanti, e poi anche all'autorita' mista di controllo sulle scommesse, un atto dovuto visto che quelle sono le situazioni tipo di rischio".

19:45Boldrini,per combattere davvero mafia serve progetto sociale

(ANSA) - ROMA, 16 GEN - Oltre alle buone leggi per il contrasto alle mafie "bisogna dare ai giovani una prospettiva, un lavoro, ridurre le disuguaglianze sociali e territoriali che dividono il Paese. Non si sconfiggono le mafie senza giustizia sociale: questo ci ha insegnato Pio La Torre". Lo ha detto la presidente della Camera Laura Boldrini all'incontro a Montecitorio nel novantesimo anniversario della nascita di Pio La Torre, il segretario regionale del Pci ucciso dalla mafia. Secondo Boldrini, "fare sul serio" nella lotta alla mafia significa "combatterla e proporre ai giovani un progetto di società che sia basato sulla pace e sulla giustizia sociale".

19:36Mose: Mazzacurati confuso e disorientato davanti a perito

(ANSA) - VENEZIA, 16 GEN - Giovanni Mazzacurati avrebbe manifestato una sostanziale incapacità di intendere e volere nel corso della perizia svolta nei giorni scorsi negli Stati Uniti, dove l'ex presidente del Consorzio Venezia Nuova risiede, ed effettuata nell'ambito del processo a carico di otto imputati nell'inchiesta Mose. La perizia è stata effettuata, per conto del Tribunale di Venexis, dal dott. Carlo Schenardi che presenterà l'esito dell'accertamento in aula il 26 gennaio. L'esame peritale si è svolto a La Jolla, in California, dove Mazzacurati abita, alla presenza del proprio legale di fiducia, Giovanni Battista Muscari Tomaioli, del prof. Pietro Pietrini, consulente di una difesa, e del giudice Massimo Manduzio, che si è recato negli Usa, a sue spese, per provvedere qualora fossero nati problemi sul fronte processuale con la giustizia americana. Secondo quanto si è appreso, Mazzacurati sarebbe apparso estremamente confuso e disorientato, tanto che a precise domande non avrebbe saputo dare adeguate minime risposte.

19:31Pugilato: Tricolore superwelter, c’è anche ricco sottoclou

(ANSA) - ANDRIA, 16 GEN - L'organizzazione Roundzero, in collaborazione con la Pugilistica Andriese e il Comune di Andria, sta lavorando per allestire al meglio la riunione pugilistica di sabato 21 gennaio al Palasport di Andria. Oltre al main event, la sfida per il titolo italiano dei pesi superwelter, che ora è vacante, tra i due pugliesi Francesco Lezzi, detto 'Il Gladiatore della libertà', e Felice 'Faccia d'angelo' Moncelli, in programma un ricco sottoclou, tra cui spicca il 'derby' tra due pesi medi laziali, Diego Di Luisa ed Alex Marongiu. Il vincitore combatterà per il titolo italiano.

19:29Maltempo: freddo record al Nord, disagi per neve al Centro

(ANSA) - ROMA, 16 GEN - L'ondata di freddo polare che attanaglia lo Stivale non molla la presa: a Nord la colonnina di mercurio prosegue senza interruzioni la sua picchiata, con temperature quasi siberiane registrate sull'Altopiano di Asiago (-32 gradi); al Centro e in Sardegna la neve è caduta abbondante, costringendo molte amministrazioni a chiudere le scuole. I fiocchi sono caduti copiosi anche nelle zone terremotate, cosa che ha peggiorato ulteriormente la vivibilità degli sfollati ancora presenti nel cratere e allocati nelle tensostrutture. Massima attenzione poi dei Vigili del Fuoco e Protezione Civile sugli edifici pericolanti, resi ancora più fragili dal peso della neve. Nel frattempo le temperature artiche hanno prodotto un'altra vittima: a Canicattì, nell'Agrigentino, un senzatetto di 53 anni è stato trovato senza vita dai carabinieri.

Archivio Ultima ora