Calcio venezuelano: va in scena il clásico Táchira-Caracas

Pubblicato il 23 aprile 2016 da redazione

calcio

CARACAS – Domani dalle 17:15, andrà in scena una nuova edizione del ‘clásico del fútbol venezolano’: il Deportivo Táchira ospita il Caracas nello stadio Pueblo Nuevo di San Cristóbal. Le due formazioni durante la loro storia si sono sfidate in 91 occasioni nel Torneo de Primera División, con un bilancio di 31 vittorie per i padroni di casa, 32 pareggi e 27 sucessi capitolini.

I bomber aurinegros hanno segnato 111 gol, mentre quelli dei rojos del Ávila sono andati in gol in 102 occasioni. A queste gare bisogna aggiungere i quattro precedenti in Coppa Venezuela (1 vittoria aurinegro, 1 pareggio e 2 vittorie Caracas) e i due trionfi capitolini nella Coppa Conmebol.

Il primo incontro ufficiale tra Caracas e Táchira risale al 14 luglio del 1985, allora i gialloneri s’imposero per 0-1 nella gara disputata nel Brigido Iriarte del Paraiso.

Il giocatore con più gare disputate è l’italo-venezuelano Rafael Castellìn con 54 presenze sempre indossando la casacca dei rojos. Il capocannoniere è Juan Garcia con 10 gol: 6 con la maglia del Caracas e 4 con quella del Táchira.

Il Táchira si presenta sul rettangolo di Pueblo Nuevo con il biglietto per l’ottagonale già in tasca, mentre i Rojos del Ávila cercheranno di ottenere uno dei sei biglietti restanti per l’ottagonale. E che miglior modo che farlo se non contro l’acerrimo rivale!

Quando mancano tre giornate alla fine del torneo, la 17a ci regala alcuni match interessanti sia per i play off che per la lotta per non retrocedere.

Duello interesante quello che andrà in scena a Barquisimeto tra Deportivo Lara e Deportivo La Guaira. Nello stadio Metropolitano si sfideranno la nona e la terza forza del campionato: i padroni di casa non vincono da più di un mese, e una vittoria li farebbe rientrare tra gli otto migliori, mentre i litoralenses vogliono strappare il biglietto per i play off al più presto.

Il Mineros, quinto classificato, ospita il Llaneros. I neroazzurri dopo un inizio di stagione da dimenticare, hanno inanellato una serie di risultati utili consecutivi che gli hanno permesso di accomodarsi nella Top8, mentre il Llaneros ha disputato una stagione altalenante e si trova nella lotta per non retrocedere.

Lo Zamora dell’italo-venezuelano Francesco Stifano andrà a far visita al Deportivo Jbl Zulia. I bianconeri di Barinas hanno già in mano il biglietto per la fase successiva, contro i marabini cercheranno una vittoria che gli permetta di chiudere la prima fase con il miglior ranking possibile. La compagine lagunare meno di un mese fa era nelle sabbie mobili della zona retrocessione, adesso grazie alle quattro vittorie consecutive si ritrova con la possibilità di accedere all’ottagonale.

Il quadro della 17a giornata si completerà con Carabobo-Atlètico Venezuela, Deportivo Anzoátegui-Trujillanos, Estudiantes de Caracas-Aragua, Estudiantes de Mèrida-Zulia, Petare-Ureña e Portuguesa-Monagas.

(Fioravante De Simone/Voce)

Ultima ora

09:45Calcio: Mihajlovic il futuro è Torino, se Cairo vuole resto

(ANSA) - TORINO, 28 MAG - "Ho rivisto il mio Toro, oggi abbiamo giocato bene". Soddisfatto della prova del suo Torino il tecnico granata Mihajlovic dopo il 5-3 con cui ha superato il Sassuolo: "Il nono posto finale è giusto - aggiunge il tecnico serbo - con meno alti e bassi e più punti in trasferta avremmo lottato per l'Europa League". Per il futuro Mihajlovic ha le idee chiare: "Della nostra rosa credo che le conferme saranno 12 o 13, a parte prestiti e giovani che andranno in prestito. Belotti? Ci auguriamo che rimanga con noi, ma con la testa giusta. Se dovesse andare via arriveranno tanti soldi, ma non si può comprare tutto: è difficile trovare giocatori come lui". Ancora con il tecnico serbo in panchina: "Se Cairo mi ha confermato non ci dovrebbero essere problemi anche perché si sa che i contratti lasciano il tempo che trovano". Chi invece dovrebbe cambiare aria, è il tecnico del Sassuolo, Eusebio Di Francesco. "Domani incontrerò Carnevali per capire quale sarà il futuro: ho due anni di contratto, ho una clausola".

09:37Australia: disavventura per pescatore, squalo salta in barca

(ANSA) - SYDNEY, 29 MAG - Brutta avventura per un pescatore in Australia, che si è visto saltare dall'acqua nella sua barchetta un grande squalo bianco di oltre due metri e mezzo. E' accaduto a Terry Selwood di 73 anni, che stava pescando al largo di Evans Head a nord di Sydney, e se l'è cavata con una ferita al braccio. "Ho intravisto un turbinio di qualcosa che saltava dall'acqua dentro la barca", ha detto Selwood alla radio nazionale Abc. "Si è lanciato sopra il motore ed è atterrato in coperta. Era lungo due metri e 700 e circa 200 chili, e la mia barca misura 4 metri e mezzo di lunghezza". "La pinna pettorale dello squalo mi ha colpito all'avambraccio e mi ha gettato a terra", ha detto ancora. "Ero lì carponi e ci guardavamo negli occhi e poi ha cominciato a ballare e a scuotersi e sono riuscito appena a calarmi nella stiva. Perdevo sangue, ero scioccato, non potevo registrare cosa era successo", ha aggiunto. Selwood ha raggiunto la radio e ha chiamato il soccorso marino a Evans Head. Un equipaggio è accorso a salvarlo

09:26Bimbo morto: oggi l’autopsia

(ANSA) - ANCONA, 29 MAG - E' in programma oggi nell'ospedale di Ancona l'autopsia sul piccolo Francesco, il bambino di 7 anni morto sabato scorso nel presidio pediatrico 'Salesi' per le complicazioni di un'otite bilaterale curata per circa 15 giorni a casa solo con preparati omeopatici. All'esame autoptico, affidato al medico legale Mauro Pesaresi, possono partecipare periti di parte dei tre indagati: il dottor Massimiliano Mecozzi, l'omeopata da cui il bimbo era in cura, e i genitori di Francesco, due commercianti di Cagli. Tutti e tre hanno ricevuto un avviso di garanzia dalla procura di Urbino per concorso in omicidio colposo. Solo la sera del 23 maggio i genitori si erano decisi a chiamare il 118 viste le condizioni critiche del piccolo. Ma la corsa nell'Ospedale di Urbino e poi il trasferimento al 'Salesi' si sono rivelati inutili, così come un intervento neurochirurgico condotto nella notte del 24 maggio per aspirare l'ascesso cerebrale. L'infezione era ormai troppo estesa, e Francesco non si è mai risvegliato dal coma.

09:13Sri Lanka: 164 morti in emergenza inondazioni che persiste

(ANSA) - COLOMBO, 29 MAG - Il monsone sud-occidentale continua a flagellare lo Sri Lanka con intense piogge ed allagamenti delle campagne e di centri urbani con un bilancio di vittime salito ad oggi a 164 morti e 104 dispersi. Lo riferisce oggi il quotidiano Daily Mirror. Nella sua pagina online il giornale pubblica i dati del Centro per la gestione dei disastri (Dmc) secondo i quali le persone colpite dall'inclemenza meteorologica sono oltre 471.000 di cui 100.000 hanno preso posto in centinaia di rifugi di emergenza costituiti in scuole, edifici pubblici e tendopoli nell'ovest e nel sud dello Sri Lanka. Il Dmc ha inoltre diramato ieri sera un messaggio urgente di evacuazione per le persone residenti lungo le rive dei fiumi Kelani, Nilwala Ganga, Gin Ganga e Kalu Ganga, le cui acque continuano a crescere per il persistere delle piogge, che da domani aumenteranno di intensità.

08:40Trump, ‘Kushner ha mia totale fiducia’

(ANSA) - NEW YORK, 29 MAG - Jared Kushner "sta facendo un ottimo lavoro per il Paese. Ha la mia totale fiducia". Lo afferma il presidente americano, Donald Trump, con il New York Times, intervenendo per la prima volta direttamente sul caso Kushner, uno dei suoi più stretti consiglieri e marito di Ivanka. "E' rispettato da tutti e sta lavorando a programmi che ci faranno risparmiare miliardi di dollari. Inoltre, e questa è forse la cosa più importante, è una brava persona".

08:39Corea Nord: Seul convoca Consiglio sicurezza nazionale

(ANSA) - PECHINO, 29 MAG - Il presidente sudcoreano Moon Jae-in ha convocato una riunione d'urgenza del Consiglio sulla sicurezza nazionale, iniziata alle 7:30 (00:30 in Italia), come risposta immediata al lancio del missile a corto raggio deciso e fatto oggi da Pyongyang. La nuova intemperanza del Nord giunge nel mezzo degli sforzi di Seul per riaprire un canale almeno sull'assistenza umanitaria. La scorsa settimana, infatti, il ministero dell'Unificazione di Seul ha approvato la richiesta di un gruppo locale per la fornitura e la consegna di reti e sostanze repellenti contro gli insetti. Seul "replicherà con decisione alle provocazioni della Corea del Nord, ma allo stesso tempo, saremo flessibili sulla revisione dei mezzi per consentire aiuti umanitari e scambi tra civili senza compromettere le sanzioni internazionali", ha detto un funzionario ministeriale citato dall'agenzia Yonhap.

08:37Paura a Marbella, auto contro folla,ma è scontro tra bande

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - A Marbella un'auto all'improvviso si è lanciata contro la folla in una zona pedonale, falciando tre persone e facendo subito pensare ai drammatici precedenti di Nizza e Berlino. I testimoni, tutti in strada per la festa dello Champagne, scioccati parlano subito di terrorismo, dicono che l'auto sterzava per colpire più persone possibili. Dopo i primi attimi di terrore si scopre che la macchina impazzita in realtà non era lanciata a caso sulla folla, ma puntava su tre persone ben precise. Per vendetta. La polizia spagnola, dopo un inseguimento, ha arrestato l'autista e un altro passeggero dell'auto, entrambi ubriachi. Nel beach club più noto della capitale della Costa del Sol si sta celebrando lo 'Champagne Party', ma forse ne scorre troppo e tra due gruppi di inglesi scatta una rissa. Lo scontro è così violento che vengono tutti buttati fuori. Quando si ritrovano per strada continuano i tafferugli. Poco dopo tornano in macchina per investire i componenti dell'altro gruppo. Il terrorismo è escluso.

Archivio Ultima ora