Usa 2016: twitta minaccia bomba a raduno Trump, fermato

(ANSA) – WASHINGTON, 24 APR – Un giovane del Connecticut, Sean Morkys, 20 anni, è stato arrestato e rilasciato dietro pagamento di una cauzione di 25 mila dollari dopo aver twittato la minaccia di un attentato ad un raduno di Donald Trump, il frontrunner repubblicano nella corsa alla Casa Bianca. ”C’e’ qualcuno che andrà a mettere una bomba al raduno di Trump o ci di dovrò andare io?”, aveva scritto sul suo account, postando poi anche l’invito ad un amico ad allontanare la famiglia dal comizio perché non rimanesse ferita. Dopo aver individuato la provenienza dei tweet, la polizia ha arrestato il giovane in casa ma poi, convincendosi che non poneva una immediata minaccia, lo ha rilasciato. A “caro prezzo”. (ANSA).

Condividi: