Davigo: Legnini, rispettare separazione dei poteri

(ANSA) – ROMA, 24 APR – “Giudici e politici non devono andare a braccetto, ma non è bene neppure la guerra continua. Mi piacerebbe un Paese che osserva di più il principio della separazione dei poteri: non penso che i giudici debbano parlare solo con le sentenze, ma i poteri sono in equilibrio solo se sono tutti forti”. Lo ha detto il vice presidente del Csm, Giovanni Legnini, che oggi è intervenuto sullo scontro giustizia-politica di questi giorni e sulle parole del presidente dell’Anm, Piercamillo Davigo. Parole che facevano correre “il rischio di portare le lancette indietro” – ha detto ancora Legnini – e “moltissimi magistrati e commentatori ne hanno sottolineato l’eccesso di semplificazione e generalizzazione, perché c’era il rischio di un’accusa generalizzata”.

Condividi: