Marcia anti-muro Austria:leader fermato:’sequestro politico’

(ANSA) – BOLOGNA, 24 APR – “E’ stato un sequestro di persona politico: quando mi hanno rilasciato non mi hanno dato alcun documento, nessuna carta. L’unica accusa è di aver parlato al megafono e di aver agitato le braccia”. Queste le parole del leader del Tpo di Bologna, Gianmarco De Pieri, fermato durante la manifestazione dei centri sociali dell’Emilia-Romagna al Brennero contro il muto anti-migranti e poi rilasciato dalla polizia in Austria. De Pieri, che è candidato alle comunali di Bologna per Coalizione Civica, considerato vicino al candidato sindaco Federico Martelloni di Sel-Si, è stato fermato mentre i circa 300 manifestanti stavano rientrando in Italia. Stava parlando al microfono quando è stato trascinato via e condotto in caserma da una quindicina di agenti intervenuti alla testa del corteo. Per la manifestazione, sono stati schierati oltre 300 agenti. Al Brennero anche parlamentari come Florian Kronbichler, deputato italiano di lingua tedesca e Nicola Fratoianni (Si).

Condividi: