Israele rilascia da carcere ragazzina palestinese di 12 anni

(ANSAmed) – TEL AVIV, 24 APR – La polizia israeliana ha rilasciato stamattina dal carcere una ragazzina palestinese di 12 condannata per aver tentato di accoltellare un’israeliano. Lo riferiscono i media secondo cui il rilascio della ragazzina – la più giovane detenuta – è avvenuto a due mesi e mezzo di distanza dai fatti. La minore è stata consegnata ad una rappresentativa dell’Autorità nazionale palestinese (Anp) al checkpoint di Jabara vicino Tul Karm in Cisgiordania e da lì portata in famiglia dai genitori. Secondo un rapporto dell’Autorità penitenziaria israeliana – citato da Haaretz – a seguito dell’ondata di violenze palestinesi cominciato lo scorso ottobre, è aumentato il numero dei minori palestinesi detenuti nelle carceri dello stato ebraico con accuse di aver infranto le leggi di sicurezza: nello scorso settembre erano 170 e sono diventati 438 a fine febbraio. Secondo gli stessi dati, il numero dei detenuti tra 16 e 18 anni è passato da 143 a 324, mentre quello dei minori tra 14 e 16 anni da 27 a 98.

Condividi: