L’ex sinagoga di Marsiglia diventerà una moschea

Pubblicato il 26 aprile 2016 da redazione

L'Islam avanza in Francia: l'ex sinagoga di Marsiglia diventerà una moschea

L’Islam avanza in Francia: l’ex sinagoga di Marsiglia diventerà una moschea

MARSIGLIA (FRANCIA).- Disertata dagli ebrei di Marsiglia ormai da anni, la sinagoga Or Thora sarà venduta e trasformata in moschea, nuovo luogo di culto per una comunità musulmana in continuo aumento. Il passaggio di proprietà e la trasformazione avvengono in un clima per il momento di cooperazione. Fra poche settimane, il compromesso di vendita firmato dalla comunità ebraica con l’associazione musulmana Al Badr sarà operativo.

La sinagoga era quasi vuota nei giorni di preghiera, ormai da anni, mentre la vicina e piccola moschea gestita dal collettivo Al Badr non sapeva più come gestire il sovraffollamento nella preghiera del venerdì, con i fedeli spesso costretti a seguire la funzione dalla strada.

Prima della fine di maggio, l’ormai ex sinagoga sarà riempita dai nuovi fedeli, grazie all’operazione immobiliare (400.000 euro il prezzo di vendita) che consentirà di ospitare nella nuova moschea fino a 250 persone. Per la conclusione si attende soltanto il via libera del sindaco.

I musulmani sono numerosi a Marsiglia, seconda città della Francia, 250.000 di cui il 10% praticanti assidui. Un anno fa, il presidente del Consiglio del culto musulmano francese, Dalil Boubakeur, aveva suscitato un vespaio di polemiche proponendo di insediare nuove moschee nelle chiese ormai vuote.

Questo accordo, invece, sembra fare contenti un po’ tutti. D’altra parte, il centro della città è stato abbandonato dagli ebrei marsigliesi, che preferiscono arrondissement più defilati e sicuri mentre la comunità ebraica si fa sempre meno numerosa.

Nelle sinagoghe della città vecchia (a Marsiglia ce ne sono in tutto 58 contro le 32 di 15 anni fa) spesso non ci sono più di una decina di fedeli nei giorni di preghiera. Fra le personalità che hanno approvato l’operazione, c’è anche Zvi Ammar, il presidente del concistoro ebraico di Marsiglia, lo stesso che aveva consigliato agli ebrei di non indossare più la kippà nelle vie del centro di Marsiglia dopo l’aggressione di un insegnante a colpi di machete.

Stemperando ogni inizio di polemica, lo stesso Ammar parla di “movimento naturale demografico” e aggiunge che “Dio è lo stesso per tutti”.

Ultima ora

16:48Francia: primarie gauche,solo 400.000 a urne a metà giornata

(ANSA) - PARIGI, 22 GEN - Confermati a metà giornata i timori di bassa affluenza alle urne nelle primarie della sinistra: soltanto 400.000 elettori si sono recati alle urne, hanno annunciato i due responsabili della consultazione, premettendo che i calcoli sono stati fatti "sul 63% dei seggi" e notando che "fa un freddo più che polare". Lo scorso novembre, nelle primarie della destra, alla stessa ora avevano votato in 1,1 milioni. E nel 2011, alle precedenti primarie della gauche, a recarsi alle urne erano stati 745.000 elettori a metà giornata. (ANSA).

16:47Terremoto: Grandi rischi, diga su faglia riattivata

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "Nella zona di Campotosto c'è il secondo bacino più grande d'Europa con tre dighe, una delle quali su una faglia che si è parzialmente riattivata e ci possono essere movimenti importanti di suolo che cascano nel lago, per dirla semplice è 'l'effetto Vajont'". Lo ha detto al Tg3 Sergio Bertolucci, presidente della Commissione Grandi Rischi, aggiungendo che "se si avverte un aumento del rischio, bisogna immediatamente renderlo trasparente alle autorità e alla popolazione".

16:32Calcio: Ausilio stoppa voci Messi, “Basta illudere tifosi”

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "Moratti ha detto che Suning sta preparando un grande colpo? Trovare giocatori migliori di quelli che abbiamo non è facile, ma faremo il possibile per costruire un'Inter sempre più competitiva": così il ds dell'Inter, Piero Ausilio che però a 'Premium' stoppa ogni indiscrezione relativa a Leo Messi: "Non parlerei di lui, sarebbe un continuo illudere i tifosi: è vero che la proprietà è solida e ha grandi possibilità e ambizioni, ma ci sono dei parametri imposti dalla Uefa cui dobbiamo sempre tenere conto. Altri arrivi a fine gennaio? Noi pensiamo di avere una squadra a posto: sappiamo dove bisogna migliorare, ma non è possibile farlo nel mercato di gennaio. Quello che dovevamo fare lo abbiamo fatto con Gagliardini. Quindi in entrata nessuna sorpresa, mentre faremo qualcosa in uscita". (ANSA)

16:30Israele: Rivlin invita Trump a Gerusalemme

(ANSAmed) - TEL AVIV, 22 GEN - Il presidente israeliano Reuven Rivlin ha invitato ufficialmente Donald Trump in Israele e a Gerusalemme. In una lettera inviata al neo capo della Casa Bianca, Rivlin si è congratulato a nome degli israeliani con Trump sottolineando che "l'alleanza tra Israele e Usa non è solo basata sull'amicizia, ma è anche incardinata in valori comuni e un lungo attaccamento alla libertà e alla democrazia: pietre fondanti delle nostre due società".

16:28Calcio: Allegri “Juventus ha vinto con rabbia e qualità”

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "C'è stata responsabilità da parte di tutti, ma oltre alla fame e alla rabbia, la squadra ha anche giocato bene tecnicamente". Così il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri dopo il 2-0 sulla Lazio. "Fame e qualità sono entrambe componenti fondamentali per vincere - spiega il tecnico a Premium - specialmente in Champions dove vogliamo fare bene. Il modulo? Mercoledì mattina mi sono svegliato e ho deciso di cambiare. Ho scelto così perché venivamo da una partita non bella a Firenze e oggi c'era la partita giusta per un esperimento del genere. Abbiamo regalato qualche ripartenza alla Lazio e da questo punto di vista bisogna migliorare: se vogliamo fare il salto per vincere il campionato e provarci in Champions, dovremo essere un pochino più spregiudicati. Le critiche nei miei confronti? Non sono mai esagerate, a volte sono giuste e a volte no. Ogni annata, nel calcio, è una storia a sé: non è che prendi i giocatori, li butti dentro e va tutto bene. Ci vuole tempo per assorbire i cambi".

16:25Rigopiano: 24 dispersi,anche senegalese

(ANSA) - PESCARA, 22 GEN - Sale a 24 il numero dei dispersi della tragedia dell'Hotel Rigopiano. All'interno della struttura c'era anche un immigrato senegalese Faye Dame in possesso di un permesso di soggiorno ed era regolarmente assunto. Lo hanno appurato gli investigatori, che confermano anche come l'immigrato fosse nella struttura al momento della tragedia: la sua presenza é stata confermata anche dal direttore dell'hotel Bruno Di Tommaso agli inquirenti.

16:21Pd: Emiliano, se apre Congresso possibile che mi candidi

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "Se qualcuno si prende la briga di aprire il Congresso è possibile che mi candido. Di certo non starò a guardare". Lo afferma il governatore della Puglia Michele Emiliano, ospite di 'Faccia a Faccia', in onda questa sera su La7. Emiliano spiega, inoltre, come anche da segretario del partito terminerebbe il suo mandato da governatore. Cosa ho imparato da segretario regionale? "Che da solo non si va da nessuno parte, mi auguro che questo sia compreso da tutto il Pd".

Archivio Ultima ora