Omicidio dopo lite, carabinieri cercano un uomo

Pubblicato il 26 aprile 2016 da ansa

(ANSA) – POTENZA, 27 APR – Un 65enne è stato ucciso in serata con alcuni colpi di pistola ad Atella (Potenza): secondo quanto si è appreso, i Carabinieri della Compagnia di Melfi (Potenza) sono alla ricerca di un uomo che poco prima dell’omicidio ha litigato con la vittima in un bar nel centro del piccolo paese lucano. L’uomo è stato colpito alle gambe ed è morto poco dopo a causa della gravità delle ferite. Oltre ai Carabinieri, sul luogo dell’omicidio sono intervenuti anche i sanitari del 118 “Basilicata soccorso” che invano hanno provato a rianimare l’uomo.

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

10:50Calcio: Dybala, felice alla Juventus darò il massimo

(ANSA) - TORINO, 27 LUG - "Sono felice alla Juventus, mi trovo bene e mi allenerò al massimo per disputare una grande stagione". L'entusiasmo di Paulo Dybala al termine dell'amichevole vinta dalla Juventus sul Paris Saint-Germain spazza via le voci di mercato che lo coinvolgono. "È stata una bella partita, utile per allenarci fisicamente e per conoscere i compagni nuovi - spiega la 'Joya' sul sito della società bianconera -. Sono appena arrivati, ma il mister riuscirà a farli integrare nel gruppo".

10:47Capo polizia municipale spara a figlio e si uccide

(ANSA) - GROSSETO, 27 LUG - Il comandante della polizia municipale di Monte Argentario, Loredana Busonero, ha sparato al figlio di 17 anni e poi si è tolta la vita. Anche il ragazzo è morto per le gravi ferite riportate. È accaduto stamani a Porto Santo Stefano. Sul posto i carabinieri della compagnia di Orbetello.

10:45Nuoto: Mondiali, Pellegrini in semifinale

(ANSA) - ROMA, 27 LUG - Dopo il fantastico oro di ieri nei 200 sl, Federica Pellegrini è tornata in vasca stamattina ai Mondiali di nuoto di Budapest per le batterie dei 100 sl. La campionessa veneta ha ottenuto il nono tempo in 53"92 qualificandosi per le semifinali, in programma nel pomeriggio. Eliminata Silvia Di Pietro, 19/a in 54"74. Miglior tempo per la svedese Sarah Sjostrom in 53"01.

10:28Giappone: si dimette Renho, leader partito opposizione

(ANSA) - TOKYO, 27 LUG - La leader del partito democratico giapponese, la 49enne Renho, ha annunciato le proprie dimissioni. Conosciuta col solo nome di battesimo Renho, di padre taiwanese, è stata la prima donna eletta alla carica di presidente della principale forza all'opposizione nel settembre dello scorso anno, e la prima con doppia cittadinanza. Dopo l'abbandono nei giorni scorsi del segretario generale del partito, l'ex premier Yoshihiko Noda, a ridosso del deludente risultato delle elezioni a Tokyo, negli ambienti del partito già circolavano voci su un possibile cambio al vertice. La stessa Renho aveva espresso il desiderio di rinnovare la leadership del partito e creare una nuova generazione di politici all'interno dell'opposizione.

10:27Truffe: incassavano pensioni parenti defunti, 11 indagati

(ANSA) - COSENZA, 27 LUG - I finanzieri del Nucleo di polizia tributaria di Cosenza hanno denunciato 11 persone per indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato per aver illecitamente percepito le pensioni di dieci anziani deceduti da tempo. Tra gli indagati vi sono due parenti che, cointestatari del conto corrente con il defunto, morto nel 2012, hanno continuato a ricevere la pensione per un totale di 62 mila euro. L'importo più alto l'ha raggiunto una 55enne che ha incassato 77.075 euro di pensione della congiunta morta nel 2012. L'indagine, denominata Highlanders, coordinata dal procuratore di Castrovillari Eugenio Facciolla e dal pm Angela Continisio, è iniziata da un'anomalia riscontrata su pensionati del Pollino. I finanzieri hanno scoperto che diversi anziani erano morti e i familiari non avevano comunicato il decesso all'Inps. Alcuni indagati usavano l'accredito come un vero e proprio salvadanaio, e avevano accumulato cospicue somme di denaro. Le fiamme gialle hanno recuperato 452.540 euro dal sequestro dei conti.

10:26A 15 anni minaccia fidanzatina di mettere su web foto osé

(ANSA) - IMPERIA, 27 LUG - Un ragazzino imperiese di 15 anni che ha minacciato l'ex fidanzata, sua coetanea, di divulgare una sua foto intima, è stato 'ammonito' a eliminare l' immagine da qualsiasi supporto informatico e non diffonderla dalla polizia che ha applicato la legge 71/2017 sul cyberbullismo, a poco più di un mese dall' entrata in vigore. In caso contrario l' adolescente rischia un procedimento penale per divulgazione di materiale pedopornografico, minacce e violenza privata. Il provvedimento nasce dall'istanza presentata alla Polizia Postale dal padre della quindicenne. Quest'ultima, dopo la fine della relazione con il fidanzatino, aveva ricevuto da lui su whatsApp una foto, scattata tempo addietro in un momento di intimità, con la minaccia di divulgarla ad amici e conoscenti. I timori sulla possibilità che quella foto potesse essere diffusa e la paura di essere derisa o presa in giro dagli amici dell'ex fidanzato, le hanno causato uno stato di agitazione e ansia tale da indurla a confidarsi con i propri genitori.

10:24Gerusalemme: Mufti, fedeli tornate a pregare su Spianata

(ANSA) - ROMA, 27 LUG - Il Mufti di Gerusalemme ha annunciato che i fedeli musulmani potranno tornare a pregare alla Spianata delle Moschee, dopo la rimozione delle ultime misure di sicurezza da parte di Israele.

Archivio Ultima ora